**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Gennaio 2011

Domanda del 23.1.2011

Buongiorno Dottore
ho un volpino di pomerania di 3 anni e mezzo era 6,5 kg. ora con la terapia 7.5, un mese fa ha avuto una febbre alta con urina fatta di solo sangue scuro, e una forte emolisi, quindi è andato in anemia, ha fatto una trasfusione, la diagnosi è di malattia autoimmune, la sua vita sarà breve anche perchè i farmaci che usa sono tossici. Stà assumento dal 11 dicembre 2010 Azatioprina e Medrolvet cortisone, gastroprottettore, epatoprotettore, questa terapia ha alzato i valori epatici e quindi il veterinario ha pensato di sostiuire azatioprina con una ciclosporina Atoplus, la sostituzione avviene così: nella prima settimana entrambe i farmaci, nella seconda settimana a giorni alterni l'Azatioprina, poi resta Atoplus 5mg.Kg. quindi 35 mg.
Cosa ne pensa, è corretto? Siamo al sesto giorno di tutti e due i farmaci ed il cane mi sembra sofferente, non potrei togliere subito l'azatioprina?
Grazie mille M. Rita Trombini da Ferrara

Buongiorno, purtroppo non sono in grado di aiutarla via mail solo sulla base di quanto lei mi scrive. Tanto meno modificare una terapia in corso su un paziente grave di cui so solo ciò che lei in 4 righe mi racconta.
Credo che sia bene lei chieda al suo veterinario curante di rivedere tutto alla svelta e quindi di ridiscutere la situazione oppure di fare una vera seconda opinione con uno specialista.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 23.1.2011

Buon giorno. Ho la fortuna di avere due Cavalier King Charles Spaniel, cani adorabili e di una dolcezza incredibile. Purtroppo sono entrambi ricchi di patlogie che non sto a descriverle. Vicki, la prima acquistata che non ho adottato (la seconda Dulcamara è stata adottata molto malata) ha la siringomielia. Da anni ricorro alle cura di un neurologo e Vicki sta abbastanza bene a parte il fatto che passa le sue giornate a dormire. Le sue uniche uscite sono per i suoi bisogni fisiologici, soprattutto l'inverno. Ora ha nove anni e non pensavo potesse arrivare a questa età visto il suo stato dii salute. Dopo anni in cui la trattavo a cicli di cortisone, siamo passati al Gabapentin, non più cortisone.

Mi chiedo se ci sono altre cure per mantenerla stabile il più possibile.

Grazie e cordiali saluti.

Carla Canziani

Buongiorno, direi che già avere una diagnosi ed una terapia che ha consentito di arrivare al suo cane a 9 anni deve essere considerato un enorme successo.
Non mi risulta esistano altre terapie, ma non sono uno specialista in neurologia veterinaria che le consiglio comunque di contattare se avesse dei dubbi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 23.1.2011

salve..ho una bassottina che un bel giorno ha iniziato a piangere nel prenderla in braccio..dopo pochi giorni si sono bloccate le 2 gambi e sinistre..presenta dolori al collo perché se cerco di alzargli la testa piange..
il mio veterinario ha fatto una cura di antinfiammatorio senza risultati..
ora non riesce nemmeno a stare in piedi perché barcolla e cade senza forze..
non so più cosa fare...
lei cosa mi consiglia di fare?
la bassotta ha 7 anni..
grazie del suo aiuto..
saluti

Buongiorno, deve immediatamente portare il cane da uno specialista ortopedico, o meglio da un neurochirurgo, perchè dai sintomi si può trattare di ernia/e discali gravi della colonna vertebrale lombo/sacrale che vanno immediatamente affrontate nel modo corretto.
Ma deve sbrigarsi se vuole evitare una paralisi definitiva.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 23.1.2011

buona sera dottore, mi chiamo Claudia e ho una gattina di 2 anni sterilizzata, abituata a essere la sola bestiola in casa, ora con il mio compagno avremmo desiderio di adottare un cane anche adulto (andremo al canile) volevo chiederle quale fosse il modo migliore per far approcciare i due animali nel modo più sicuro possibile. insomma se c'è qualche "trucchetto" per farli conoscere in serenità.
la ringrazio molto per la cortese attenzione. un caro saluto Claudia S

Buongiorno, prima di inserire un cane in casa sarebbe opportuno realizzare una visita pre-adozione in modo da verificare la compatibilità tra i due soggetti. Inoltre è opportuno prendere in considerazione anche le caratteristiche comportamentali della eventuale razza scelta in modo che non disattenda le inevitabili aspettative riposte.
Ovviamente ciò prima di avere gravi problemi e dovervi porre rimedio a posteriori con dispendio di denaro e magari sofferenza.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 24.1.2011

buongiorno dott.minetti volevo farle una domanda per togliermi un dubbio e sapere come mi devo comportare, ho una cavalier king di un anno e mezzo che ho fatto accoppiare ed che e' rimasta incinta ma dall'ecografia si vede un solo cucciolo siccome con il padrone del maschio avevamo pattuito che avrebbe scelto il suo tra la cucciolata ma dal momento che purtroppo ne nascera' solo uno e addirittura dovro' farle fare il parto cesareo e quindi affrontare le spese mediche potrei tenermelo e non sentirmi obbligata verso di lei ?????? la ringrazio e la saluto
pamela

Buongiorno, secondo gli usi e costumi si, a meno di accordi scritti diversi fra le parti.
Chieda per sicurezza all'ENCI di zona se farete al cane anche la trafila del pedigree.
Al padrone del maschio può promettere un'altra cucciolata in futuro, se è una persona normale non vedo come possa rifiutarsi di capire la situazione.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 24.1.2011

Buongiorno io ho una bellissima cucciola di beagle ed ha circa 4 mesi...è a casa da appena una settimana ma volevo chiederle se può darmi consigli per come comportarmi quando fa i bisognini fuori dal suo tappetino..non pretendo che lo impari subito ma almeno capire comecomportarmi io con lei...la ringrazio per la sua disponibilità..

Buongiorno, credo sia bene ne parli col suo veterinario curante.
Comunque non deve mai punire il cane ma solo premiarlo - rinforzo positivo - quando fa le cose per bene.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 25.1.2011

Salve! sono michele da palermo. La mia pecora che partorito da due mesi, da tre giorni ha una mammella molto gonfia, dura e calda. Un allevatore mi ha detto che molto probabilmente ha la mastite! esiste una cura efficace per risolvere il problema? grazie per la collaborazione...

Buongiorno, anche se questo non mi pare sia lo spazio corretto per queste domande le rispondo. Quasi sicuramente si tratta di una mastite ma la pecora, al pari di un cane, di un gatto o di un uomo, deve essere visitata da un medico veterinario per avere la diagnosi e quindi la giusta terapia.
Per mail non si fanno visite ma si danno solo indicazioni e mai terapie.
Saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 25.1.2011

salve,mi chiamo stefania vivo a genova e ho un micio di quasi tre anni e molto affezioato a me per noi e come un figlio sia io che mio marito vorremo da tempo drgli un nuovo amico o amica poiche e castrato ma temiamo la reazione ,potrebbe non accettarlo? temere di essere messo da parte? grazie

Buongiorno, non vedo quali siano i limiti reali per fare convivere due gatti se avete lo spazio necessario per ambedue. Certo che può non accettarlo, è ovvio, e non si può sapere prima. Ma i gatti trovano quasi sempre il modo di convivere, quindi stia tranquilla.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 26.1.2011

Buongiorno. Vorrei un consiglio.
Problema: il mio meticcio Pinscher di 5 mesi (quasi) durante le passeggiate mette in bocca di tutto.
Io e la mia famiglia praticamente passeggiamo con lui e come lui a testa bassa per controllare tutto ciò che mette in bocca. Questo perchè(?) è già accaduto due volte che avendo inghiottito qualcosa di non adatto a lui è poi è arrivata la diarrea quindi "enterogermina" per cani, etc. etc..
Ho già parlato con la veterinaria la quale mi ha risposto che devo insegnargli a non mangiare tutto ciò che trova per terra, ma come devo fare ... l'alternativa è la museruola?!?!
La ringrazio in anticipo per l'eventuale consiglio che mi darà e la saluto nella speranza di essere stata chiara.
Nadia da Tivoli (RM)

Buongiorno, per mail non è possibile darle una risposta esaustiva, quindi cerchi tramite il suo veterinario un collega comportamentalista nella sua zona per fare visitare il cane.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 26.1.2011

Salve!
Io ho un gattino di 6 mesi circa,maschio.é un incrocio tra un europeo e un siamese.Molto vivace.Nell'ultimo periodo,ha cominciato ad andare in giardino (noi abitiamo in campagna) e ci siamo accorti che gli si sono formate delle crosticine un pò dappertutto.
A lui dava fastidio che gliele toccassimo,oggi però sono riuscito a vederle e sono delle crosticine sopracutanee,come delle cunette dal colore giallo chiaro con piccoli buchetti rosa.Il fatto è che ultimamente mi sembra anche un pò dimagrito e dorme più del solito,oltretutto sta cambiando colore,il pelo da grigio e nero sta diventando giallo-marrone.
Purtroppo non ho potuto per motivi di lavoro e ora per motivi di salute portarlo dalla nostra veterinaria,ma non potendo muovermi di casa volevo sentire il parere di un esperto per verificare in base anche ai mezzi se è una cosa di cui preoccuparsi oppure no.I miei familiari pensano che quelle croste siano dei parassiti.Spero proprio di no.Oltre che andare dal nostro specialista,Lei cosa mi consiglia di fare nell'immediato?
Nell'attesa di una Vs risposta,Le porgo distinti saluti.

Davide

Buongiorno, l'unico consiglio che le do è di fare portare SUBITO il gatto dal veterinario o di farlo venire a casa se nessuno se ne può occupare.
Senza visita non c'è una diagnosi e senza diagnosi non c'è una terapia.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  12345