**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Marzo 2012

Domanda del 14.3.2012

Egregi Dottore,
Vorrei sapere quali possono essere le conseguenze per il cane che ha problemi alle sacche anali. Il mio Tobia nel passato aveva avuto delle continue occlusioni ma il veterinario non ha mai voluto considerare l'idea della asportazione di tali sacche.
Oggi il mio cane è morto a causa di un tumore alle sacche anali.
Si poteva a suo tempo fare qualcosa?
La ringrazio anticipatamente.

Ernesto Di Rosa

Buongiorno, da ciò che mi scrive non c'è chiarezza ed i dati che mi fornisce sono insufficienti per darle anche solo un semplice parere superficiale.
Di sicuro di una neoplasia maligna alle ghiandole ed ai sacchi anali un cane può morire.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 15.3.2012

Gentile Dottore, le scrivo per avere un consiglio su cosa posso fare per evitare che la mia cucciola ( 10 mesi ) bastradina non mi distrugga le piante del mio giardino, esistono dei prodotti efficaci per tenerla lontana ?
La ringrazio e cordialmente la saluto.
Angela

Buongiorno, no, non esistono, mi spiace. Deve educarla e deve modificare il giardino, non ci sono altri sistemi efficaci.
Saluti
Dr Emanuele Minett

Domanda del 15.3.2012

Buongiorno dottore.Mi chiamo Matteo,sono volontario in un canile della mia zona dove abbiamo una coppia di cani che condividono il solito box e generalmente stanno sempre insieme.I due però sono estremamente timidi,tanto da non farsi nemmeno avvicinare e questo fa si che le adozioni per loro siano veramente difficili...Avranno più o meno 5/6 anni e sono in canile daquasi tutta la vita.Sa dirmi cosa potrei fare per loro,nei limiti impostimi dal canile?
in attesa di una sua gentile risposta,la saluto.
Matteo.

Buongiorno, purtroppo queste situazioni croniche di disagio e sofferenza non sono facilmente gestibili da voi volontari. Servirebbe un passo avanti con l'intervento coordinato di un medico veterinario comportamentalista e di un bravo educatore che facendo beneficenza verificassero la situazione.
Il resto non penso dopo così tanti anni sia altro che una perdita di tempo e di denaro.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Moneteceneri 64 Milano

Domanda del 17.3.2012

Salve, vorrei sapere come mai la mia cagnolona, una mix mastina spagnola salvata dalle perreras, (circa 60 kg) continua a rosicchiare qualunque cosa compresi coperte, lenzuola, mezzari, riducendoli a brandelli !
Pensavo che a 2 anni (presumibilmente !!) i cani non avessero più bisogno di rosicchiare, anche perchè tutti gli altri cani che ho avuto in passato, non hanno mai fatto stragi di questo genere!!
Ci sarà un rimedio ? Quando finirà di distruggermi ogni cosa?
Grazie
Orietta

Buongiorno, deve subito contattare un medico veterinario comportamentalista che emetta una diagnosi precisa sul disturbo del suo cane. Una volta fatta la diagnosi si può iniziare una terapia personalizzata anche con l'aiuto di un bravo educatore.
Il resto, vista la storia di sofferenza recente dell'animale, sarebbero tentativi che farebbero perdere denaro e tempo inutilmente: queste cose vanno affrontate subito al meglio.

Saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Moneteceneri 64 Milano

Domanda del 18.3.2012

buongiorno....posso sapere come faccio a capire se la mia gatta è incinta? la pancia ce l'ha,ma non riesco a capire se il motivo è perchè mangia! lei è randagia , però sa che io le dò sempre da mangiare allora si fà sempre presente tutti i giorni alla stessa ora....

Buongiuorno, la faccia visitare bene e la sottoponga se serve ad ecografia addominale.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Moneteceneri 64 Milano

Domanda del 18.3.2012

salve, le volevo chiedere un parere...ho addottato da 1 mese due shar-pey di all'incirca 1 anno,sono un maschio e una femmina. li ho pesati lui pesa ben 20kg e invece lei solo 10; sò che è normale che la femmina pesi meno ma 10kg di differenza mi sembrano un pò troppi...che esami mi consigla di fargli? la ringrazio anticipatamente!!!

Buongiorno, inizi a portarla per un primo screening da un bravo veterinario, poi con una ipotesi diagnostica in mano si procederà al meglio.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Moneteceneri 64 Milano

Domanda del 19.3.2012

Gentile Dott. Minetti, Le chiedo un consiglio:da qualche tempo Goober, il mio parson jack russel (che avrà 12 anni a giugno) ha l'alito cattivo e penso che possa avere bisogno di una pulizia dei denti. Sono xò preoccupata x il fatto che possa essere sottoposto ad anestesia. Ho chiesto consiglio al mio veterinario il quale mi ha detto di fare la pulizia ma ultimamente mi fido poco di lui in quanto non mi sembra che agisca sempre nell'interesse del cane... Non mi dilungo oltre... Le sarei grata se mi rispondesse specialmente x quanto riguarda i rischi che potrebbe comportare l'anestesia. La ringrazio e La saluto cordialmente. Paola

Buongiorno, i rischi anestesiologici esistono sempre ma sono valutabili facendo una attenta e precisa "stadiazione" del paziente.
Si devono eseguire esami di laboratorio più o meno estesi a seconda della storia/anamnesi del soggetto, elettrocardiogramma ed eventuale ecocardiografia, radiografie del torace.
Se presenti malattie intercorrenti ovviamente rivalutarne la gravità.
Una volta individuato il rischio anestesiologico lei ne verrà informata e conseguentemente potrà o meno decidere se eseguire l'anestesia, dove farla e come gestire il tutto.
Esistono come in tutte le professioni vari livelli di preparazione, di attenzione al paziente, di capacità operative, di strumentazioni disponibili: più le cose si complicano ovviamente maggiori sono i costi, e questo è un altro parametro di scelta del proprietario.
La cosa importante è che lei sia informata bene che esistono strutture complesse che si occupano di odontoiatria, cliniche ed ospedali all'avanguardia come staff e come strumentazioni: avrà così la possibilità di fare una scelta corretta ed aderente alle sue aspettative.
Di sicuro non lasci così le cose, anche perchè un minimo di rischio ed alcune responsabilità le tocca assumersele come proprietario, anche se andasse nella migliore struttura del mondo.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri 64 Milano

Domanda del 19.3.2012

Buongiorno! Ho un Boston Terrier di quasi 2 anni (per l'esattezza, ha 22 mesi ) , un vero golosone che mangerebbe in continuazione e soprattutto QUALUNQUE COSA.
Ultimamente compro spesso (per me) dei bastoncini di liquirizia, e un giorno, mentre ne rosicchiavo uno sul divano, il mio cane ha afferrato con i denti l'altra estremità e ha dimostrato di gradirne molto il sapore. Io l'ho subito messo via per paura che gli potesse fare male, ma in realtà non ne sono certa. Per questo lo chiedo a Lei : posso fargli rosicchiare questi legnetti di liquirizia o sono dannosi?
La ringrazio moltissimo. Laura

Buongiorno, direi che è bene non umanizzare all'eccesso i cani. Il primo errore che si fa in questa direzione è proprio l'alimentarli pensando siano come noi, nel bene e nel male.
Ma non lo sono.
Quindi se il suo buon senso la ha spinta a farmi questa domanda esso dovrà guidare per sempre le sue decisioni e scelte: si chieda se ad un bambino di 2 anni darebbe da mangiare ciò che mangia lei, e poi confronti la sua risposta con quella del suo veterinario curante.
Usi sempre il criterio della semplicità: meno pasticci e cose strane si danno meglio è.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri 64 Milano

Domanda del 19.3.2012

Salve Dott Minetti, vorrei sapere se le risulta che l'incontinenza dipenda dallas Mano troppo inesperta di chi opera il cane. A me, tempo fa, e' capitato di aver fattio operare la mia boxer-dobermann da un veterinario molto giovane e credo sia stato per quello che poi la cagnetta sia appunto diventata irremidiabilmente incontinente... Ora ho il terrore di sterilizzare l'attuale boxerina di 6anni che abbiamo...e' solo questione di capacita' ? Cosa ne pensa??grazie saluti Gianna.

Buongiorno, purtroppo i suoi cani sono soggetti di una taglia - e di razza - che sono più predisposte al problema dell'incontinenza post sterilizzazione.
Non è un errore chirurgico nel 99,99% dei casi il problema ma è legato ad altri vari e diversi fattori.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 19.3.2012

Buongiorno,
ho una curiosità che spero possiate soddisfare. I miei due cani hanno l'abitudine di mangiare e rotolarsi negli escrementi, ma... solo in quelli umani (sono certo che siano umani, trovandosi nei pressi di un accampamento abusivo). Restano invece indifferenti a quelli, che pure incontriamo numerosi lungo il nostro percorso quotidiano, di altri animali, cani e gatti. Mi domando come mai questa "preferenza" e se è comune oppure no.
Altra questione è come impedirlo, ammesso che sia possibile: i mei cani sono per il resto disciplinati, questo è praticamente l'unico "problema" che mi danno (ma so che dal punto di vista animale, il comportamento è corretto).
Grazie,
Vincenzo

Buongiorno, l'unico modo per evitare che facciano così è non portarli in tale zona liberi dal guinzaglio oppure cambiare luogo.
Saluti
Dr Emanuele Minetti Milano
Pagina  123456