**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2017

Domanda del 5.10.2017

Buongiorno,

il mio gatto è vecchietto ed è diventato incontinente.
Esiste qualche rimedio, a parte quello di seminare per casa traversine assorbenti?

Grazie in anticipo per la cortese risposta

Cordiali saluti

Laura

Buongiorno, esistono terapie farmacologiche ben precise.
Poichè esse si possono dare dopo avere eseguito una serie di esami (sangue ed urine sono primari) ed una ecografia addominale, è assolutamente necessario che lei prima faccia un iter clinico preciso in una struttura veterinaria attrezzata di riferimento.
Nel gatto la vera incontinenza è cosa rara, può essere che ci sia un problema diverso che porta ad eliminare urine in casa, tipo calcoli vescicali, infezioni urinarie, ed anche neoformazioni renali o vescicali.
Come vede un rimedio esiste sempre dopo una diagnosi accurata e non solo sui sintomi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 7.10.2017

O un chihuahua di appena 45. Giorni di vita già sverminato e prima vaccinazione posso portarlo giù per fare i bisogni o è ancora presto e la mia prima esperienza per me avere un cane grazie e attendo risposta

Buongiorno, non ci sono regole fisse, ne parli con il suo medico veterinario di fiducia.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 8.10.2017

Buongiorno di minetti,volevo porle una domanda un po' particolare,da una settimana ho acquistato un cane di razza Chihuahua forse! Ha il muso lungo il mio veterinario mi ha confermato una grave occlusione dentaria.ora mi chiedo!come mai nascono dei cani con questo difetto grave,se i genitori sono due Chihuahua con tanto di pedigree e campioni di bellezza !oltretutto questo cane ha dei fratelli nati un anno fa con lo stesso problema è possibile che i genitori che mi ha fatto vedere l'allevatore non siano proprio i genitori del cane che mi hanno venduto.grazie potrebbe togliermi un dubbio.

Buongiorno, non so cosa dirle. Ora bisogna fare il deposito del DNA per avere il documento di origine ENCI, se lei ha comperato un cane senza pedigree può essere anche importato da un paese dell'est Europa oppure una vera truffa in commercio.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 17.10.2017

Salve sono Shari Piras
Ho un gatto che ha subito diverse annestesie
Ora che ha 11 anni ha due lipomi, uno grosso sullo sterno e una molto liquida con dentro la pallina più dura sul fianco
Il veterinario dice che bisognerebbe toglierli poiché potrebbero farlo muovere affaticandolo
Ma c'è il rischio che non si risvegli per via delle annestesie fatte in precedenza poiché "più annestesie fanno più c'è il rischio che non si risveglia"
È vero? Cosa dobbiamo fare?

Buongiorno a lei, segua i consigli del suo medico veterinario. La frase che cita è una discreta sciocchezza al giorno d'oggi, ma ovviamente se chi si occupa dell'anestesia è un serio e preparato anestesista.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 18.10.2017

Buongiorno Dr. Minetti,
probabilmente la mia domanda sarà banale, ma avrei bisogni di un consiglio di chi sicuramente ha più esperienza di me.
Da oltre un anno, ho adottato una micina che adoro, meggy, misto certosina e gatto europeo. Più che bellissima (anche se solo per il bene che le voglio, per me è la più bella del mondo, come immagino ogni padrone con il proprio amico di cui ha scelto di prendersi cura) è un tesoro di gatto, simpatica, coccolona, intelligente ma soprattutto affettuosa al punto da emozionarmi come da tempo non riuscivo più a fare.
Ho avuto la fortuna di averla trovata in un gattile di Roma, per puro caso, era molto magra, spaventata da qualsiasi rumore e semplicemente bisognosa di affetto.
Da alcuni anni vivo da sola, ho rifuiutato per tanto di accarezzare cani e gatti perchè, morti i miei, avevo sofferto troppo...
la mia ignoranza mi ha portata a credere che, se non ti affezioni non soffri più!
Non voglio farle perdere troppo tempo, so che meggy mi sta aiutando più di quanto potrei spiegare, ma io esco di casa alle 7.30 e rientro alle 18,00 quando va bene, e spesso mi riassento per la spesa o altro da fare fuori.
Il mio grande dubbio ??
che si senta sola !!! a fronte di tutto quello che mi si ripete, che i gatti amano dormire, stare in casa, fare i propri comodi abitudinari...ma chi se ne frega di ciò che dicono gli altri, sarò pazza, lo so, va bene, ma spesso le chiedo di farmi capire se è felice ad essere la sola di casa (e, oltre a tutto, consideriamo che vivo in un appartamento di 47 mt quadrati e la tengo in casa perchè non ho giardino e temo i pericoli fuori), per quanto stra viziata e coccolata, ma sola e senza nessuno con cui giocare quando io non ci sono.
Ecco, ho valutato che con un secondo gatto le spese sarebbero ovviamente meggiori, ma sarei ancora in grado di sostenerle, ma continuo a pensare che ogni giorno lei è con me così sempre più cara ed affettuosa, perchè trascorre troppo tempo da sola, ed io mi sento in colpa.
Desidero semplicemente fare la scelta giusta per lei, non ho figli e lei mi sta dando veramente tanto, la sola cosa che non voglio e' essere egoista al punto da non rendermi conto che sta comunque soffrendo senza un compagno/a.
Il mio indirizzo email è l.gardinòtep.pr.it

La ringrazio infinitamente per l'attenzione prestata e tutto l'impegno che dedica anche in questa maniera per amare questi fantastici amici a quattro zampe,

lara

Buongiorno, i gatti non possiedono orologi e non sanno leggere l'ora quindi non sanno se lei sta fuori 2 o 10 ore di casa perchè non hanno una reale percezione del passare del tempo come noi.
La percezione è meno sofisticata e legata anche ai cicli circadiani, quindi la noia è un aspetto complesso, come la felicità, da trasferire sui cani ed ancora peggio sui gatti.
Stia tranquilla e si goda la sua micina, e sia felice.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 21.10.2017

Buonasera, la mia cagnolina ha 7 anni, meticcia shitsu/afpen pinscher taglia piccola ca. 7 kg. Molto viziata è "figlia unica". Da qualche mese ha uno strano comportamento: quando le metto la pappa (crocchini coniglio e patate 1 manciata + paté coniglio e patate: ha problematiche gastrointestinali) che peraltro divora, prima di iniziare a mangiare "sotterra" con la tovaglietta il piattino contenente il cibo e lo mangia sotterrato. Ovviamente prima il paté e poi, durante la notte i crocchini. È abituata ad un solo pasto al giorno a cena. Le nostre abitudini in casa non sono cambiate, lei è serena affettuosa coccolo a e gioca moltissimo sia con me che con i suoi giochi.... . Se non si "sgarra con l'alimentazione sta benissimo. Mi piacerebbe sapere se questo comportamento ha un particolare significato. Grazie mille. Cordiali saluti, Francesca b.

Buongiorno, intanto le consiglio di dividere il mangiare quotidiano in due pasti, di cui 1/3 al mattino e 2/3 alla sera possibilmente.
Poi di non mescolare umido e crocchette, quindi magari usa le crocchette al mattino e l'umido alla sera.
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 21.10.2017

Buongiorno.vrrei sapere cosa ne pensa in merito a questo: il mio cane di piccola taglia cammina con la zampina sollevata ma poi la poggia anche e corre salta.perché la solleva sempre.è quella posteriore.ha 8 anni.ma lo fa da diverso tempo
Grazie mille
Raffaella

Buongiorno, deve farlo visitare per forza, sicuramente c'è un evidente difetto di natura ortopedica, che può essere per esempio una lussazione ricorrente della rotula oppure un guaio all'articolazione dell'anca.
Serve per forza un consulto specialistico ed una radiografia come minimo.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 24.10.2017

Gentilissimo Dott. Minetti,
mi chiamo Simona e abito nella Provincia di Biella.
Possiedo una micetta, che ho adottato 5 anni fa per toglierla dallo stato di randagismo.
Micia è intera e non ha mai subito particolari interventi chirurgici.
Qualche giorno fa ho notato che su una zampetta anteriore era presente un'unghia incarnita e ho consultato il mio veterinario per asportarla.
Dato che è sempre molto difficile portare Micia dal veterinario (scappa e si dimena) il medico mi ha consigliato di sedarla e, di conseguenza sotto suo consiglio, le ho somministrato mezza compressa di Lorazepam 2.5 mg.
Micetta sotto l'effetto del medicinale non si è addormentata, ma ha subito un forte rilassamento muscolare. Questo ha permesso di tagliarle l'unghia incarnita, che ha lasciato un piccola ferita non preoccupante.
Dalla somministrazione del medicinale dopo 56 ore ho notato che Micia si presenta coordinata nei movimenti, ma è lenta e dorme molto, perdendo così, la sua consueta vivacità.
Questo attuale stato di Micia mi sta preoccupando e vorrei un Suo gentile consiglio per sapere se è solo una questione di tempo per smaltire gli effetti del medicinale, in quanto mi sorge il dubbio che possa trattarsi, invece, di danni all'animaletto di altro tipo.
Colgo l'occasione per complimentarmi per il Sito ,che ritengo molto utile e istruttivo e un plauso alla Sua Rubrica attraverso cui fornisce esaustivi e confortanti consigli.
Rimanendo in attesa di un Suo gentile riscontro, porgo cordiali saluti.

Simona
Biella (BI)
colsim@libero.it

Buongiorno Simona e grazie per le sue parole.
Non ho idea se la situazione che lei riporta sia clinicamente importante oppure semplicemente un effetto residuale. La domanda da farsi in questi casi è sempre se le funzioni organiche sono perfette e mantenute, cioè se mangia bene con voglia, se sporca bene, se gioca, se si relaziona con noi eccetera.
Ovviamente se le rimane un ragionevole dubbio è bene che la riporti dal collega che la ha visitata.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 25.10.2017

buongiorno sono una felice proprietaria di un mainecoon red tabby. da circa un anno tende a morsicarsi e quindi a procurarsi delle lesioni ad una zampina. di concerto con la veterinaria abbiamo fatto tutti i test allergici (sia alimentari che ambientali) con esito negativo; iniziata alimentazione monoproteica (trainer sensitive). Questa zampina ultimamente ha iniziato anche a stortarsi leggermente, ma solo quando è seduto e non quando cammina. Fatta radiografia con esito negativo a livello osseo. Si ipotizza una lassità dei legamenti (ortopedico). Con la somministrazione del cortisone si riesce a contenere questa tendenza a morsicarsi, ma non per molto. appena si diminuisce riprende. Mi hanno consigliato il comportamentista.
Il micione viene sempre regolarmente in giro con noi.

grazie per la pazienza.

buona giornata

cristina

Buongiorno, sinceramente non mi pare una cosa da sottovalutare. Visita ortopedica necessaria e visita dermatologica dopo in base al consiglio dello specialista. Credo comunque che la lesione cutanea sia conseguenza del problema ortopedico in corso, per dolore o fastidio. Prima di pensare ad un guaio comportamentale risolva quelli clinici.
Saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 25.10.2017

Buongiorno Dottore, le vorrei fare alcune domande visto che sto intraprendendo l'adozione di un cucciolo di cane. Per motivi di spazio sto cercando un cucciolo di taglia piccola. Di cuccioli ce ne sono veramente tanti e vista l'inesperienza e la non conoscenza in materia, temo di non scegliere il cucciolo che abbia questo requisito essenziale non solo per me ma anche per il cucciolo stesso (sopratutto).
Come si fa a sapere l'età di un ''trovatello''?
Come si fa a sapere quale sarà la taglia (es. meticcio di tre mesi peso 7kg) quando sono sconosciuti i genitori?
Se un cucciolo di cane a circa tre mesi ha un peso di 7 kg, quale peso si presume che avrà in età adulta?
Fiduciosa in una sua risposta la saluto cordialmente.
Elena.

Buongiorno, si faccia assistere da un medico veterinario con esperienza in medicina comportamentale direttamente sul campo. Le sue domande non hanno una risposta sola purtroppo, ci vuole competenza ed esperienza. Oltre ad un cuore grande.
Comunque in una casa anche piccola un cane sino a 15 kg non crea alcun problema.
Saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com
Pagina  12