**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

11.3.2017

Mai punire il nostro amico

Oggi al Magazine degli Animali parliamo di punizioni. Ma è giusto punire i nostri amici? E se sì come punirli? Risponde la dott.ssa Sabrina Giussani Medico Veterinario esperta in comportamento animale. Buongiorno dottoressa:
"Le punizioni, come per esempio le sgridate, le pacche, i ceffoni o l'isolamento in una stanza, sul balcone o in giardino, costituiscono spesso la regola educativa di prima scelta. Il cucciolo è sgridato fin dall'adozione poiché elimina in casa, mordicchia alcuni oggetti, tira al guinzaglio, non torna quando chiamato. Contemporaneamente compare la parola “No”, utilizzata per inibire le iniziative dell'animale sgradite al proprietario. Poiché il cucciolo crea con la famiglia umana un legame di attaccamento simile a quello tra madre e figlio, il tipo di comunicazione e il comportamento dei “genitori” è preso come modello. Il cane, diventato adulto, userà la stessa modalità per relazionarsi con i propri simili e con i proprietari: l'uso della forza e l'aggressione diventano gli strumenti per risolvere le situazioni difficili. Per favorire, invece, la collaborazione tra i membri del gruppo famiglia, è necessario gratificare il cucciolo quando agisce in modo corretto e ignorare ciò che “non va”. Le emozioni positive favoriscono e stimolano l'apprendimento."


5.3.2017

Dog addiction

Conoscete la “Dog Addiction”?
Non è un nuovo gioco rompicapo ma una vera e propria patologia: la dipendenza nevrotica dal proprio cane.
Ne sono vittime soprattutto donne ed il meccanismo che fa scattare questa sindrome è la carenza di affetti.
Come riconoscere chi soffre di questa patologia?
Osserviamo gli accessori utilizzati per il proprio animale, se il guinzaglio è firmato oppure se al posto della suoneria del cellulare c'è l'abbaiare del proprio cane siamo in odore di Dog Addiction.
Questa dipendenza però alla lunga può risultare pericolosa sia per noi che per lui e anche per la salute mentale di entrambi: cane e essere umano devono avere una vita sociale al di fuori dalla coppia animale-padrone.
Allora continuiamo ad ammirare e a rispettare gli animali per la loro vera natura.

4.3.2017

Scimpanzè batte uomo!

Sapete che gli scimpanzé hanno una memoria visiva più pronta e veloce di quella umana? Proprio così visto che questi sono i risultati dell esperimento condotto dal primate Research insitute all'Università di Kyoto e ha confrontata scimpanzé di cinque anni con studenti di college.
Lo scienziato Matsuawa ha sottoposto tre giovani scimpanzé al seguente test: uno schermo touch-screen con 9 cifre, corrispondenti ad altrettanti tasti da premere per ristabilire la sequenza mostrata loro per brevissimo tempo, L'animale vincitore ha poi sfidato 9 volontari, uomini e adulti.
Il risultato lo simpanzè li ha battuti tutti.
Stessa percentuale nel ricordare i numeri se la durata del colpo d'occhio è di 7 decimi di secondo.
La superiorità dello scimpanzé è dovuta a due fattori: l'uomo ha sacrificato buona parte della memoria visiva per sviluppare l'area del cervello dedicata al linguaggio.

26.2.2017

San Francisco: si vendono solo animali abbandonati

Oggi qui al Magazine degli animali vi parlo di una novità molto interessante: succede a San Francisco il cui comune ha approvato un provvedimento che obbliga i negozi per animali a vendere solo quelli abbandonati o provenienti dai rifugi, e comunque non più giovani di otto settimane. La decisione è arrivata da poco per combattere le cosiddette “fattorie dei cuccioli” e per ridurre il numero di cani e gatti che cercano una famiglia adottiva.
A deciderlo è stata la Commissione di vigilanza della città della California che ha votato in maniera anonima una proposta del supervisore Katy Tang. «Crediamo che questa decisione darà un grande messaggio non solo per San Francisco ma per la California, per la nazione e forse per tutto il mondo. Questa ordinanza servirà come deterrente, impedendo un business gestito da allevatori irresponsabili che sfornano cagnolini e gattini come se fossero in una catena di montaggio».
E in Italia ne sappiamo purtroppo qualcosa.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.