**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

14.2.2014

Non ama la macchina

Oggi rispondiamo a Simone che ci scrive perché il suo cucciolo di 5 mesi, Jack piange ogni volta che sale in macchina. Cosa ne pensa Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila
“Caro Simone, è abbastanza frequente che i cuccioli non sopportino la macchina per il semplice fatto che non sono abituati ad andarci.
Avere un cucciolo significa doversi impegnare nel fagli vivere più esperienze possibili e tra queste c'è anche la macchina, per questo è importante abituare Jack ma in modo graduale.
Cosa devi fare esattamente? Inizia con il fargli fare dei piccoli giretti di qualche minuto, facendolo viaggiare dietro insieme a qualcuno, in modo che si senta protetto, poi inizia a farlo viaggiare da solo, sempre in sicurezza mi raccomando e sempre per un breve tragitto. Poi pian piano cercherai di allungare i tempi.
L'ideale per il piccolo sarebbe abituarsi a viaggiare all'interno di un kennel ma capisco che non tutti hanno una macchina adeguata a contenerlo, per cui chi possiede una macchina di dimensioni ridotte può far viaggiare il cane sul sedile posteriore con l'apposita cintura di sicurezza o nel portabagagli con la rete divisoria.
Il trucco Simone sta nel procedere per gradi e nell'associare alla macchina delle sensazioni positive per Jack, quindi, puoi prenderla per andare al parco, oppure per andare a trovare un altro amico a 4 zampe e così via… cerca di fare attenzione e di non portarlo in macchina solo quando devi andare dal veterinario…
Altro consiglio, quando lo avrai abituato ai brevi percorsi e un giorno dovessi ritrovarti ad affrontare un lungo viaggio, ricordati di fare delle soste per far sgambare il cane e dargli da bere e dagli un bell'osso di pelle di bufalo e vedrai che sarà impegnato per tutto il tempo.”

13.2.2014

Allarme pinguini

Una nuova emergenza minaccia l'ecosistema del nostro Pianeta, è l'allarme pinguini. Questi animali infatti sono a rischio estinzione a causa dell'aumento delle temperature.
Il monito arriva da un nuovo studio di alcuni ricercatori che hanno trascorso quasi 30 anni a studiare una colonia di pinguini sulle coste dell'Argentina, scoprendo che l'effetto serra causato dalle emissioni nocive è letale per gli animali. «Le tempeste e le ondate di calore stanno uccidendo i pinguini», spiega la coordinatrice della squadra di specialisti che hanno redatto lo studio. Secondo gli scienziati, i pinguini muoiono per ipotermia perché non hanno ancora sviluppato uno strato impermeabile e isolante.
Dal 1987 il numero di coppie che hanno nidificato nella colonia è diminuito del 24%. In sostanza si è davanti a un vero rischio di estinzione della specie come confermano i numeri. Durante lo studio trentennale condotto sulla colonia di circa 400 mila esemplari, ogni anno sono morti il 65% di pulcini di pinguino appena nati, mentre un altro 40% pativa la fame. Tra le conseguenze dell'aumento delle temperature c'è in particolare quella dello scioglimento dei ghiacciai e il distacco degli iceberg. Fattori questi che limitano la capacità dei pinguini di catturare il pesce di cui hanno bisogno per nutrirsi, andando a incidere in maniera devastante sul loro equilibrio naturale.

12.2.2014

Ennesimo traffico dei cuccioli dall'est

Parliamo per l'ennesima volta del traffico di cuccioli dall'est visto che nove persone sono state denunciate per un giro d'affari da circa 1 milione di euro l'anno. Per loro si ipotizza, per la prima volta il reato di associazione a delinquere.
Il trasporto dei poveri cuccioli avveniva da Ungheria e Slovenia in contenitori di cartone o gabbie per polli, nel gruppo anche un medico veterinario, che prescriveva e somministrava farmaci ed inoculava microchip compilando falsi libretti sanitari dove veniva manomessa l'età, la provenienza e le condizioni sanitarie dei cuccioli.
Una “ripulitura che rendeva i cuccioli pronti ad essere immessi sul mercato grazie alla falsificazione dei documenti e all'inserimento dei microchip «italiani», e poi venduti in tutta Italia attraverso internet. Le indagini proseguiranno anche in altre strutture commerciali della Lombardia e dell'Emilia Romagna in cui sono in svolgimento perquisizioni a carico di altri indagati per il medesimo procedimento penale.
Gli animali salvati e posti sotto sequestro sono stati temporaneamente affidati, grazie al contributo di Associazioni, a famiglie che ne garantiscono la cura e un sano sviluppo.
Speriamo solo di dare sempre meno notizie di questo genere. Ed è tutto

11.2.2014

Le balene cantano per amore

Che le balene cantino per amore è cosa che alcuni già sanno. Ciò che ha stupito i ricercatori ascoltando le registrazioni degli idrofoni è che una particolare specie balena, ha sviluppato un sofisticato canto “a più voci” che rende molto più attrattivo il richiamo d'amore per il futuro partner.
I registratori della base olandese hanno potuto così registrare il canto d'amore della balena franca di Groenlandia, una melodia molto sofisticata sviluppata da questi cetacei per attrarre in maniera più efficace le compagne (o i compagni) e garantire in questo modo la sopravvivenza della specie.
"Il canto delle balene non è un fenomeno nuovo, La cosa speciale è però che la Balena mysticetus, riconoscibile dalla testa gibbosa, canta “a più voci”. Produce due differenti “canzoni' o suoni, a volte anche mischiati tra loro. Cosa mai registrata in altri cetacei".
"Inoltre, questi animali, che possono arrivare a 20 metri di lunghezza e alle 152 tonnellate di peso, cambiano le loro canzoni di anno in anno e, soprattutto, non ripetano mai i motivi degli anni precedenti". La balena di Groenlandia è, tra tutte le balene canterine, quella che è in grado di elaborare le canzoni d'amore più complicate, specialmente alle frequenze più alte (tra i 100 e i 2000 Hertz).
Gli studiosi si domandano se la sua capacità di cambiare canzoni ogni anno sia finalizzata ad attrarre a ogni ciclo riproduttivo partner sempre diversi per diffondere meglio i propri geni. Pensate che è l'unica balena di cui non si sia riusciti a capire se a cantare sia la femmina o il maschio, oppure entrambi.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.