**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

21.1.2014

Angel delfina albina strappata al mare

Oggi vi presento Angel una bellissima delfina albina. Una specie rara e di una rara bellezza. Troppo rara e bella per non finire nel mirino di chi l'ha voluta strappare al suo mare aperto per rinchiuderla in una vasca.
E' successo a Taiji, nella baia della morte, e trasportata poi in un acquario giapponese dove diventerà un'attrazione per i turisti. E' stata catturata pensate con altri duecento esemplari: molti sono stati uccisi, come è successo alla mamma di Angel, altri sono stati presi per soddisfare le richieste di delfinari e acquari di tutto il mondo. Per Angel il suo essere albina la rende speciale, troppo allettante per chi usa gli animali per intrattenere turisti e visitatori che non immaginano cosa vuole dire essere estirpati dal proprio habitat per essere messi in una prigione.
Comunque l'opinione pubblica di tutto il mondo si sta mobilitando per lei. Le immagini della sua cattura sono state viste da moltissime persone e sul web si è anche diffuso un video di Angel che nuota nello spazio angusto di una vasca. In molti si stanno muovendo firmando una petizione online con la speranza che, data la rarità dell'esemplare, almeno questa volta venga liberato.
Firmiamo quindi tutti per liberare Angel, questo angelo albino.

20.1.2014

Il mio gatto è ciccione

Eccoci allo spazio del veterinario oggi rispondiamo a Laura. Ecco la sua mail:
buongiorno dottor Minetti, il mio gatto è obeso, pesa 10 kg. Posso dargli delle pillole di garcinia, lui ha sempre fame, mangia umido al tonno più 100 di crocchette alla trota e riso ... che dieta mi consiglia? Grazie
Risponde il dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano.
"Da ciò che lei racconta ci troviamo davanti ad una vera e propria malattia e non ad un semplice sovrappeso "estetico".
Poichè questa situazione non deve essere presa sottogamba, cercando una scorciatoia utilizzando delle sostanze anoressizanti oppure che inducono sazietà secondaria, le consiglio di iniziare un percorso molto serio.
Il primo passo è fare eseguire una accurata visita generale ed un pannello di esami del sangue e delle urine completi. Negli esami del sangue sarà anche opportuno prevedere se possa essere utile valutare la funzionalità tiroidea ed eventualmente quella surrenalica.
Ma se come proprietari non modificate l'atteggiamento nei confronti del vostro gatto la situazione quasi sicuramente diventerà sempre più grave e foriera di guai sempre più seri.
Infatti il gatto non apre le scatolette, non va al supermercato od al ristorante, non si alza di notte ad aprire e saccheggiare il frigorifero di casa.
Le dosi di cibo che gli fornite sono spaventosamente esagerate, quindi piano piano dovete scendere, giorno per giorno.
Dovete inoltre utilizzare alimenti specifici - sul mercato ne sono disponibili parecchi, anche appetibili e che funzionano bene - per combattere l'obesità e che a parità di massa e peso forniscono dal 20 al 30% di calorie in meno.
Sarà una lotta dura, soprattutto con voi stessi, e la dovrete fare con il vostro veterinario curante che vi aiuterà, anche per esempio prescrivendo i feromoni appaganti e dandovi consigli sull'arricchimento ambientale per stimolare il gatto - sicuramente pigrissimo ed indolente - a riprendere un minimo di attività fisica e di gioco.
Buon lavoro, e non abbiate fretta di raggiungere i risultati, ci vuole tempo e pervicacia.
------------

17.1.2014

Mangia di tutto

Oggi rispondiamo a Porsia che ci scrive perché ha un problema con il suo cane di un anno: da qualche mese ha cominciato a mangiare tutto ciò che trova in giardino.. Porsia teme di dover dare via il cane perché la sta facendo letteralmente impazzire. Cosa consiglia Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila?
“Cara Porsia, adottare un cane è un grande atto di responsabilità, una volta fatto, a meno che i problemi non siano di entità gravissima… pensare di riportare il cane in canile, dopo un anno trascorso con voi, non credo sia la decisione più corretta da prendere.
La cosa giusta da fare invece, sarebbe quella di contattare un educatore cinofilo che vi potrà aiutare a gestire al meglio la situazione. E' molto probabile che ci sia qualcosa di sbagliato nella gestione del cane e della sua quotidianità. Qualcosa che di sicuro si può risolvere.
Scrivi nella tua mail che il cane è stato adottato all'età di 3 mesi e che all'incirca all'età di 10 ha iniziato a mangiare tutto ciò che trovava in giardino e scrivi anche che voi lavorate tutto il giorno. Ecco… avevo già parlato tempo fa di quanto avere un giardino per il nostro amico a 4 zampe sia un aspetto positivo quanto negativo. Spesso si pensa che se il cane vive in giardino tutto il giorno sia il cane più felice del mondo, cosa vuole di più? All'aria aperta a sgambettare qua e la finché gli pare…
E invece non è proprio così… anche se abbiamo un giardino il cane ha bisogno di uscire, annusare nuovi odori, incontrare altri cani, incontrare altre persone, insomma, fare una vita da cani. Anche se il piccolo sta in casa con voi quando ci siete, aspetto che condivido a pieno, probabilmente non è sufficiente.
Il vostro cane ha bisogno di esplorare, annusare, vedere. E' un cane giovane, con tanta energia, e questa energia da qualche parte dovrà pur finire..
Il consiglio che ti do Porsia è di portare fuori il cane a passeggio tutte le mattine prima di andare al lavoro oppure la sera appena torni a casa, almeno una passeggiata esterna al giardino al giorno. Se questo non è possibile allora prendi un dog sitter che a metà giornata vada a fargli fare un giro.”

16.1.2014

No alla vivisezione

La vivisezione può costituire uno strumento valido per la ricerca sulla salute umana? Se gli uomini fossero roditori da settanta chili probabilmente si. Ma così non è. E' questa la posizione di tanti fisici, biologi, medici e ricercatori italiani ed europei sulla sperimentazione animale: un metodo inutile, inaffidabile e soprattutto dannoso per cavie e persone, al di là della questione etica. A vacillare per gli esperti sarebbe infatti la possibilità di rinvenire un qualsiasi fondamento scientifico derivante dal gap incolmabile tra i due generi. Che determinerebbe, come già accaduto, non solo inutili sacrifici ma anche rischi per la salute degli esseri umani.
«Vogliamo chiarire all'Italia che non è più necessario che muoiano animali per salvare le persone - ha commentato Michela Vittoria Brambilla, fondatrice della Federazione ‘Nel Cuore' -. C'e' una ragione scientifica per dire no alla sperimentazione animale: il modello animale è diverso dall'uomo e da' risposte fuorvianti per la nostra salute. La sperimentazione sugli animali e' solo un grande business e non possiamo permettere agli interessi privati economici e alle lobby che li tutelano di prevalere sul diritto dei cittadini di godere di una ricerca affidabile per la nostra salute.
E per oggi è tutto
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.