**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

18.2.2014

Zouzou: amato cucciolo di volpe

Docile e amichevole, fedele come un cane”. Anne Paul Delane descrive così Zouzou, cucciolo di volpe che la sua famiglia ha “adottato” dopo una lunga battaglia legale . L'animale spaventato era stato trovato a bordo strada, mentre si proteggeva accanto al corpo della madre morta, investita da un'auto. Così era stato raccolto e portato a casa offrendogli affetto, protezione e pasti caldi.
L'Office National de la Chasse et de la Faune Sauvage ne aveva però scoperto la presenza, intimando alla famiglia di liberarla in natura, visto che in Francia è illegale ospitare in casa un animale selvatico. I Delanes si erano opposti, considerando ormai la volpe parte del nucleo familiare, troppo addomesticata per rientrare nel suo habitat. Nel 2011 era scattata una causa nei loro confronti, con l'intimazione a pagare una multa di 300 euro.
Così hanno chiesto l'appoggio attraverso una petizione, aprendo una pagina Facebook. In breve tempo la volpe è diventata molto amata anche dal web diventando un caso nazionale francese.
Anne Paul Delanes e suo marito hanno continuato a ospitare l'esemplare, anche dopo aver pagato la sanzione, grazie a un'autorizzazione speciale della prefettura locale, nascondendo però il cucciolo fino all'esito definitivo del processo, che ha cosi consentito alla famiglia di “adottare” ufficialmente Zouzou.
evviva

17.2.2014

Sterilizzazione troppo cara?

Il mio cane non è sterilizzato e quando va in calore diventa cattivo ho saputo da un veterinari0 che il costo dell'intervento di sterilizzazione è di 270 euro, per me è eccessivo...
La parola al dottor Minetti medico veterinario a Milano
"Il quadro che lei mi descrive è abbastanza raro e sicuramente complicato.
Infatti una vera e propria aggressività correlata agli ormoni sessuali non è facile da provare nè da diagnosicare se non in maniera empirica.
Inoltre il cane maschio non va in calore ciclicamente ma in realtà è sempre disponibile all'accoppiamento, a differenza del cane femmina che va in caore ogni sei mesi di media.
Detto questo non capisco su cosa lei basi il suo giudizio negativo sul costo di una operazione chirurgica se essa viene eseguita con tutti i crismi delle buone prartiche veterinarie.
Infatti i costi sono in relazione a molte variabili: al peso del paziente per i farmaci e per l'anestesia, alle difficoltà operative, alla terapia del dolore, alle indagine pre operatorie.
La chirurgia è una cosa seria e le assicuro che il margine economico che le strutture veterinarie serie hanno è talmente irrisorio che verrebbe spesso voglia di non prendersi il rischio di operare.
Ovviamente sul mercato lei trova di tutto, da chi opera a mani nude sul tavolo di cucina (e poi finisce magari a Striscia la Notizia ed in galera!) a prezzi bassi a chi vende prestazioni sanitarie sui gruppi d'acquisto fino a chi è un medico che opera in una struttura di eccellenza internazionale.
Ma questa è un'altra storia, forse: di sicuro io non metterei mai piede da un medico che si pubblicizza così o che ha prezzi irrisori rispetto a quelli di mercato.
Questo perchè la qualità operativa ha costi molto alti, come l'aggiornamento scientifico e la serietà professionale.
Quindi la cosa migliore è instaurare un vero rapporto di rispetto con il proprio veterinario, di trasparenza e di onestà intellettuale, evitando il low cost ed i pasticcioni che sono purtroppo ovunque.
Cari saluti."

14.2.2014

Non ama la macchina

Oggi rispondiamo a Simone che ci scrive perché il suo cucciolo di 5 mesi, Jack piange ogni volta che sale in macchina. Cosa ne pensa Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila
“Caro Simone, è abbastanza frequente che i cuccioli non sopportino la macchina per il semplice fatto che non sono abituati ad andarci.
Avere un cucciolo significa doversi impegnare nel fagli vivere più esperienze possibili e tra queste c'è anche la macchina, per questo è importante abituare Jack ma in modo graduale.
Cosa devi fare esattamente? Inizia con il fargli fare dei piccoli giretti di qualche minuto, facendolo viaggiare dietro insieme a qualcuno, in modo che si senta protetto, poi inizia a farlo viaggiare da solo, sempre in sicurezza mi raccomando e sempre per un breve tragitto. Poi pian piano cercherai di allungare i tempi.
L'ideale per il piccolo sarebbe abituarsi a viaggiare all'interno di un kennel ma capisco che non tutti hanno una macchina adeguata a contenerlo, per cui chi possiede una macchina di dimensioni ridotte può far viaggiare il cane sul sedile posteriore con l'apposita cintura di sicurezza o nel portabagagli con la rete divisoria.
Il trucco Simone sta nel procedere per gradi e nell'associare alla macchina delle sensazioni positive per Jack, quindi, puoi prenderla per andare al parco, oppure per andare a trovare un altro amico a 4 zampe e così via… cerca di fare attenzione e di non portarlo in macchina solo quando devi andare dal veterinario…
Altro consiglio, quando lo avrai abituato ai brevi percorsi e un giorno dovessi ritrovarti ad affrontare un lungo viaggio, ricordati di fare delle soste per far sgambare il cane e dargli da bere e dagli un bell'osso di pelle di bufalo e vedrai che sarà impegnato per tutto il tempo.”

13.2.2014

Allarme pinguini

Una nuova emergenza minaccia l'ecosistema del nostro Pianeta, è l'allarme pinguini. Questi animali infatti sono a rischio estinzione a causa dell'aumento delle temperature.
Il monito arriva da un nuovo studio di alcuni ricercatori che hanno trascorso quasi 30 anni a studiare una colonia di pinguini sulle coste dell'Argentina, scoprendo che l'effetto serra causato dalle emissioni nocive è letale per gli animali. «Le tempeste e le ondate di calore stanno uccidendo i pinguini», spiega la coordinatrice della squadra di specialisti che hanno redatto lo studio. Secondo gli scienziati, i pinguini muoiono per ipotermia perché non hanno ancora sviluppato uno strato impermeabile e isolante.
Dal 1987 il numero di coppie che hanno nidificato nella colonia è diminuito del 24%. In sostanza si è davanti a un vero rischio di estinzione della specie come confermano i numeri. Durante lo studio trentennale condotto sulla colonia di circa 400 mila esemplari, ogni anno sono morti il 65% di pulcini di pinguino appena nati, mentre un altro 40% pativa la fame. Tra le conseguenze dell'aumento delle temperature c'è in particolare quella dello scioglimento dei ghiacciai e il distacco degli iceberg. Fattori questi che limitano la capacità dei pinguini di catturare il pesce di cui hanno bisogno per nutrirsi, andando a incidere in maniera devastante sul loro equilibrio naturale.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.