**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

14.11.2013

Stop scimmiette ridicolizzate

Le scimmiette spesso finiscono negli scatti dei turisti, gli umani sorridono mentre queste vengono costrette da addestratori improvvisati a esibirsi nei modi più innaturali come andare su una bicicletta o ballando. Quasi sempre tenute alla catena e ridicolizzate con abiti improponibili o maschere con il viso da bambole e da clown. Tutto questo accade in molti Paesi del sud-est asiatico. Ma adesso finalmente, almeno in Indonesia, c'è chi ha dichiarato guerra a questi sfruttatori.
Il governatore di Giacarta infatti ha deciso di vietare tutte queste forme di intrattenimento nelle strade della capitale indonesiana. Show improvvisati che, tra l'altro, distraggono gli automobilisti locali creando ulteriori rallentamenti del traffico.
Il divieto di “usare” le scimmiette entrerà in vigore tra qualche mese, ma intanto la polizia ha già iniziato a razziare i quartieri e confiscare gli animali. Il governatore+ ha detto che risarcirà i proprietari degli animali e questi ultimi riceveranno cure adeguate prima di essere inviate a uno zoo che dovrà prendersene cura.
Bella notizia quest'oggi. E dal magazine degli animali è tutto.

13.11.2013

Single e quattrozampe

Questo è lo stralcio di un articolo interessante apparso su Tiscali.it firmato dalla psicologa Elisabetta Rodriquenz che parla del rapporto fra i single e gli amici a quattrozampe.
Secondo la Rodriquenz la molla che porta all'adozione di un animale non è solo una rottura sentimentale, ma spesso è la condizione di singletudine che invoglia a cercare una compagnia che non sia umana. Sono tantissimi infatti i single che decidono di prendere con sé un animale. Possedere un animale normalmente crea una condizione in cui ci si sente responsabili e si è portati ad occuparsi di un altro essere vivente: si sente di avere un altro scopo oltre se stessi e di avere qualcuno con cui scambiare coccole e tenerezze.
Non si pensa solo per uno, ma per due o più in base a quanti animali si posseggono. In sostanza, si è portati ad evadere da una visione incentrata su se stessi per dedicarsi ad altro.
Questo atteggiamento è positivo a patto che non si perdano di vista la realtà e la necessità di comunicare e di socializzare.
Per queste persone la gioia di tornare a casa ed essere investite dalle feste di un cane o essere accolte dalle fusa di un gatto colma tante mancanze o delusioni sentimentali.
È importante non dimenticare che il senso di solitudine che accompagna alcuni single, fa parte anche della vita degli animali. Se si passa gran parte della giornata fuori casa, una soluzione potrebbe essere quella di adottare più animali affinché si facciano compagnia.
Adottare un animale deve essere una scelta ben ponderata che sarà sicuramente ripagata con un grande amore incondizionato. Chi ha il tempo da dedicare ad un animale e lo spazio adeguato per tenerlo potrà dire di aver provato un nuovo tipo di amore, ma che deve lasciare spazio e fiducia nel poter trovare una relazione stabile. E chissà che il successo in questo caso sia anche merito dell'animale che ha contribuito a far recuperare serenità e fiducia in se stessi.
Quindi se siete single e avete deciso di adottare un animale www.prontofido.net

12.11.2013

Corrida sanguinaria promossa

La sanguinaria e vergognosa corrida, che ogni anno fa fuori migliaia di tori è nientemeno che “Patrimonio Culturale Spagnolo”. E per la prima volta nei suoi 400 anni di storia, a dire poco nefasta, la mal chiamata “fiesta” è difesa da una legge ad hoc, appena approvata dal Senato in via definitiva con i soli voti del partito popolare.
La disposizione legislativa è partita nel marzo del 2012 come legge di iniziativa popolare. Una vera e propria ripicca alla civilissima legge approvata nel 2010 dalla regione catalana, la quale ha proibito uno show che, per il civilissimo parlamentino di Barcellona, non è “né arte né cultura, ma solo tortura”.
Ma c'è di più: la legge, che prevede incentivi al massacro dei poveri tori, pretende pure che la “fiesta” diventi “patromonio culturale dell'Umanità” con il suo riconoscimento da parte dell'Unesco.
Non lo trovate agghiacciante? Prometto che vi terremo informati sugli sviluppi, ed è tutto.

11.11.2013

Aiuto, ho trovato un pit bull

Qualche giorno fa ho trovato una femmina pit bull. Sembra avere circa otto mesi. E' molto affettuosa, vispa, in buona salute ed abituata a casa dal precedente proprietario. ho provato a mettere annunci, ma niente. Vorrei tenerla ma il mio pechinese maschio di due anni si è sentito sopraffatto, rifiuta il cibo e le ringhia. Cosa mi consiglia? Renata
Sentiamo la risposta del dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano.
"Innanzitutto vediamo alcune cose da fare quando si trova un cane vagante, sempre utili e che molti non sanno ancora.
La prima ovviamente è accertarsi che non abbia un microchip od un tatuaggio che permetta di risalire al legittimo proprietario tramite l'anagrafe canina: infatti NON tutti i cani sono stati abbandonati da un padrone scellerato ma sono anche rubati, vaganti perchè scappati e poi persi.
Ciò ovviamente comporta un controllo da parte di un medico veterinario, privato o pubblico della ASL , cui bisogna rivolgersi immediatamente, ancora prima di portarlo in casa.
Se ciò non fosse possibile bisogna comunque farlo nel più breve tempo possibile perchè è anche indispensabile accertarsi del suo stato di salute, per evitare che mettendolo a contatto con altri suoi simili - e con la famiglia - esso possa essere portatore di malattie e potenzialmente pericoloso.
Una volta accertato che non esiste un proprietario rintracciabile, e che l'animale è sano, bisogna chiedere che vi venga ufficialmente affidato (dalla vostra ASL Veterinaria di competenza) identificandolo con il microchip ed inserendolo nell'anagrafe canina regionale.
A questo punto dovrete occuparvi di profilassi e vaccinazioni e dell'inserimento nel nuovo ambiente e nella nuova famiglia, altri cani compresi.
I problemi comportamentali e di convivenza sono da gestire con un veterinario esperto in "medicina comportamentale" perchè serve una visita "specialistica", con una precisa diagnosi che porta ad una terapia mirata: da lontano via mail pertanto non posso aiutarla.
Cari saluti
Emanuele Minetti Milano"
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.