**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

12.9.2013

Tartarughe marine in pericolo

Oggi qui al magazine degli animali parliamo di tartarughe marine. Lo sapevate che stanno scomparendo dai nostri mari? Pensate che ogni anno muoiono 100mila esemplari. A lanciare l'allarme è il Cts, l'associazione che da oltre 20 anni è impegnata nella tutela di questi animali marini,
I pericoli che mettono a rischio la loro sopravvivenza sono: «catture accidentali, inquinamento, traffico nautico e scomparsa dei siti di nidificazione. Le catture accidentali che si verificano durante le attività di pesca professionale sono il principale pericolo per questa specie e per ridurle proprio recentemente la Commissione Europea ha finanziato un importante progetto denominato Tartalife . Tartalife nasce con l'obiettivo di individuare e ridurre attraverso sistemi innovativi la mortalità delle tartarughe marine nelle attività di pesca professionale. Un altro grande pericolo è costituito dal traffico nautico particolarmente intenso nel Mediterraneo. Le tartarughe marine devono poi fare i conti con decine di milioni di abitanti che risiedono nella fascia costiera del Mediterraneo, circa 600 città affacciate sul mare, numerosi porti turistici e commerciali. Tutto ciò da un lato aumenta l'inquinamento e dall'altro riduce notevolmente i siti adatti alla nidificazione di questi animali che per deporre le loro uova hanno bisogno di spiagge spaziose e soprattutto tranquille.

11.9.2013

Nuova ordinanza del Ministero della Salute (2a parte)

Ieri ho presentato qui al magazine degli animali alcune tra le nuove regole del Ministero della Salute per i proprietari di cani. Oggi si prosegue, ed ecco le altre novità:
sarà obbligatorio «affidare il cane a persone in grado di gestirlo correttamente; quando si adotta un cane sarà necessario informarsi sulle sue caratteristiche fisiche ed etologiche oltre alle norme in vigore; è importante inoltre assicurarsi che il cane abbia un comportamento adeguato alle esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al contesto in cui vive». Tra gli obblighi, va sottolineato anche quello di raccogliere le feci, e quindi «avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse». Vengono inoltre istituiti percorsi formativi per i proprietari di cani, con rilascio di un attestato di partecipazione denominato patentino. I corsi sono organizzati dai Comuni congiuntamente ai servizi veterinari delle aziende sanitarie locali,
Se non avete preso nota o memorizzato il tutto Vi voglio ricordare che su pronto fido.net trovate tutte le nuove regole dell'intera ordinanza. È tutto

10.9.2013

Nuova ordinanza dal Ministero della Salute

Novità in vista per chi ha un cane. Nella Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata un'ordinanza del ministero della Salute che impone ai proprietari degli amici a quattro zampe alcuni obblighi, ad esempio: utilizzare il guinzaglio «corto» (max 1,5 metri) e portare sempre con sé la museruola. A spingere il ministero a emanare questa ordinanza - che istituisce anche corsi per i padroni - è il «verificarsi di incidenti, soprattutto in ambito domestico, legati alla cattiva gestione degli animali da parte dei proprietari». Questi ultimi, o chi detiene il cane, sono a qualsiasi titolo responsabili penalmente e civilmente dei danni provocati dall'animale. «Il proprietario di un cane -si legge nell'ordinanza, che avrà efficacia per 12 mesi - è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell'animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dall'animale stesso. Chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà ne assume la responsabilità per il relativo periodo».
Non finisce qui, le novità circa questa nuova ordinanza proseguiranno domani sempre qui al magazine. Per il momento è tutto.

9.9.2013

Domande sul microchip

Sara ci chiede se deve inserire il microchip al suo cane, un incrocio di 10 anni, ma è piena di incertezze:
Sara domanda: devo portarlo dal mio veterinario di fiducia? è doloroso? so che è obbligatorio ma se non lo faccio a cosa vado incontro? viene rilasciato un documento?
Risponde il dottor Emanuele Minetti, veterinario a Milano.
"Il microchip è un circuito integrato applicato nel tessuto sottocutaneo di un cane, gatto, o di un altro animale. I microchip sono delle dimensioni circa di un chicco di riso e sono basati su una tecnologia passiva RFID. I cani devono tutti essere obbligatoriamente registrati all'anagrafe regionale tramite la sua applicazione, mentre gatti e furetti solo se devono espatriare con il passaporto internazionale.
L'applicazione è indolore ed una volta eseguita si registrano tutti i dati in anagrafe rilasciando un certificato ufficiale.
I microchips sono particolarmente utili in caso di smarrimento e/o furto degli animali, restituendo più velocemente ed efficientemente gli animali ai loro padroni, e possono anche essere determinanti in caso di contenzioso sulla loro proprietà. Come detto senza iscrizione all'anagrafe e microchip non si può fare espatriare alcun animale perché servono il passaporto internazionale e le vaccinazioni e terapie d'obbligo.
Sono poi obbligatori per i canili, negli allevamenti, per i venditori, nei libri genealogici, nell'allevamento del bestiame, nell'ambito delle regole del CITES che regolamenta il commercio di molti animali rari, e così via.
Le guardie zoofile, il servizio veterinario delle ASL ed i veterinari Liberi professionisti abilitati sono forniti di un lettore di microchip per poter eseguire i dovuti controlli.
E' chiaro che non è una pratica quindi che crei problemi agli animali ma invece un vero e proprio gesto d'amore che tutela il futuro e la salute dei nostri animali domestici. Se non lo avete ancora fatto mettetevi in regola, costa poco e funziona. Se poi vi fermano e vi controllano il cane e non siete in regola sono dolori per il vostro portafogli!.
scrivete le vostre mail a prontofido@prontofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.