**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

22.10.2013

Le api riconoscono il volto umano

Sapevate che le api sanno riconoscere i volti umani? E' vero, sono in grado di distinguere un viso da un oggetto di qualsiasi altro tipo. La dimostrazione arriva da una serie di esperimenti condotti da Martin Giurfa dell'Università di Tolosa, i cui risultati sono resi noti sul Journal of Experimental Biology.
L'idea di capire se le api siano in grado di distinguere un volto da un oggetto viene da un precedente studio in cui le api, opportunamente addestrate, volavano verso la foto di una persona. L'ape riceveva un «premio» zuccherino ogni volta che si poggiava sulla foto del volto. Giurfa si è chiesto cosa vedessero veramente le api in quel viso e se vi riconoscessero un volto oppure se quella immagine fosse per loro solo la figura di uno strambo fiore. Così lo studioso ha intrapreso una serie di esperimenti: prima ha ritentato l'esperimento con facce umane stilizzate e ha visto che le api riconoscono il volto stilizzato e lo distinguono da altre immagini scorrelate.
Poi l'esperto ha ritentato con volti veri e propri contrapponendo foto di volti a foto di oggetti, sempre con lo stesso premio. L'insetto non si è fatto confondere ed ha nuovamente riconosciuto il volto. Infine ha ritoccato la foto spostando naso occhi e bocca in modo assurdo, così da sconvolgere le normali sembianze della faccia umana. Così facendo l'ape non ha più saputo dirigersi verso il volto e lo confondeva con un oggetto qualunque. Secondo lo studioso questi risultati sono prove esaustive che le api, pur non sapendo riconoscere una persona da un'altra, possono riconoscere le fattezze di un volto umano. (Fonte: Ansa).

21.10.2013

Gravidanza Isterica

sono proprietaria di una piccola yorkshire. ogni volta che ha il calore a distanza di 2 mesi le arriva la gravidanza isterica.l gira per casa piangendo,ansimando, mi chiedo che cosa realmente cerca,le passi per la mente,mi si stringe il cuore a vederla cosi'. A questa mail inviata a prontofido risponde il dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano
Buongiorno, bisogna decidersi probabilmente per una cura definitiva sterilizzandola.
Poichè si chiama "gravidanza isterica" comunemente si fa una gran confusione in quanto "isterica" non lo è mai, casomai è "falsa", o meglio pseudo-gravidanza, ed è un'alterazione psico-fisica che interessa le cagne non gravide. E' dovuta ad un aumento del livello di prolattina e compare normalmente a circa 60 giorni dal calore, in concomitanza della data del parto presunto:
Essa si manifesta con:
Aumento di peso con addome gonfio
Iperplasia della ghiandola mammaria
Secrezione lattea.
Comportamento materno accentuato: preparazione di un nido per la cucciolata e adozione di oggetti ( pupazzi, cuscini..)
Modificazioni dell'equilibrio psichico: nervosismo, aggressività/tranquillità
Modificazioni dell'appetito: anoressia / polifagia,vomito
La falsa gravidanza rappresenta un forte disagio per il cane e per il proprietario, che vede la cagnolina prepararsi al parto senza essere ripagata dalla nascita dei cuccioli.
Se la cagnina non risponde più alle terapie mediche deve ricontattare il suo veterinario ed insieme decidere per il meglio.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

18.10.2013

Regole per l'adozione all'allevamento

Se state pensando di adottare un cane noi di Prontofido, come sempre, vi consigliamo di andare al canile dove ci sono tantissimi cani in cerca d'amore. Vi SCONSIGLIAMO però vivamente di comprare cani nei negozi di animali e presto vi spiegheremo il perché. Ma se proprio avete deciso per l' allevatore perché volete quella razza specifica, allora ascoltate i consigli di Daniela Lisi. Argomento molto interessante
Buongiorno Loredana, e si… c'è veramente bisogno di aprire bene le orecchie perché forse non tutti sanno che esistono moltissimi allevamenti che non si comportano esattamente come sarebbe giusto fare. Che non rispettano le regole e non trattano bene i cani che vengono usati solo come fonte di denaro. Ecco perché sto per darvi delle dritte.
Quando vi recherete nell'allevamento per scegliere il vostro cane, ci sono degli aspetti ai quali bisogna porre molta attenzione. Cominciamo:
-   Una regola fondamentale è che il cucciolo non può esservi consegnato prima dei 60 giorni di vita. Comprato si ma consegnato no. Questo lo prevede la legge.
-   Altra cosa molto importante, i genitori dei cuccioli devono essere visibili. Se vi dicono che la mamma è stanca o altre idiozie del genere non fidatevi. Se riuscite a vedere la mamma prestate attenzione alla mammelle, se NON sono gonfie quella NON è la mamma dei cuccioli… perché se sta allattando e decisamente visibile;
-   La mamma deve stare con i suoi piccoli, andare e venire quando vuole. I cuccioli non devono vivere in un luogo separato dalla madre;
-   I cuccioli devono stare in un luogo adeguato per una corretta crescita. Chi vi dice che devono stare al buio e isolati dal resto del mondo, non sa di cosa sta parlando;
-   Cercate in qualche modo di farvi dare garanzie sul fatto che il cane non sia malato. Spesso gli allevatori fanno accoppiare cani con problemi fisici e di salute che non dovrebbero riprodursi ma lo fanno lo stesso e in più ne vendono i cuccioli, che al 99% hanno acquisito i difetti fisici dei genitori. State molto attenti quando firmate il contratto di acquisto del cane;
-   Non scegliete il cucciolo che per primo vi viene incontro, o quello che vi piace di più, perché non è detto che sia quello giusto per voi. Il consiglio è di recarvi più volte in allevamento e capire quale dei piccoli possa avere gli aspetti caratteriali più vicini al vostro stile di vita. Magari fatelo con l'aiuto di un educatore.
Insomma Loredana… io potrei andare avanti ancora ma il tempo non basta. Chiedo solo agli ascoltatori di stare attenti molto attenti. Se vi sembra che ci sia qualcosa che non va, ascoltate il vostro istinto e se siete alla prima esperienza con un cane, affidatevi ad un educatore cinofilo che potrà anche consigliarvi un buon allevamento, nel quale vi recherete insieme a scegliere il cane giusto per voi.

17.10.2013

Risata della iena: che significa?

Oggi qui al magazine degli animali parliamo per la prima volta delle iene, un animale famoso soprattutto per la sua “risata”. Una risata udibile soprattutto quando stanno per sferrare un attacco mortale contro una possibile preda, non è quindi un verso casuale e un po' isterico ma una comunicazione vera e propria. Questa è la tesi sostenuta da uno studio condotto dalla University of California in collaborazione con l'Università francese di St. Etienne, su 26 iene in cattività.
A seguito di una precedente ricerca, gli studiosi avevano chiarito che dalla tonalità di una «risata» si poteva definire l'età dell'animale che la emetteva. Adesso si aggiunge un nuovo dettaglio: a seconda della variazione di frequenza delle note emesse da una iena, l'animale trasmette informazioni sul proprio rango sociale. Questo permette, all'interno di un branco, di stabilire la precedenza ad alimentarsi e la suddivisione della preda.
L'organizzazione sociale del branco è nettamente matriarcale, nel senso che sono le femmine, indipendentemente dalla loro età, a occupare i ranghi più elevati. Le informazioni contenute in una risata sono molto importanti anche per un nuovo maschio che si inserisce in un clan, visto che gli consentono di capire chi conta all'interno del gruppo, aumentando così le possibilità di migliorare il proprio status.
Infine, una parte dei 10 differenti suoni registrati dai ricercatori trasmette un messaggio di frustrazione e di richiesta d'aiuto. Ciò avviene quando una iena si trova, per esempio, di fronte ad un leone fermamente intenzionato a sottrarle una preda.
E con il significato della risata delle iene è tutto per oggi.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.