**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

7.11.2012

Un vocabolario per i delfini

I delfini posseggono una comunicazione sonora tra le più complesse nel mondo animale e dall'uomo ancora poco conosciuta. Grazie a una nuova tecnica che permette di tradurre in immagini i suoni emessi dai cetacei, presto gli scienziati saranno in grado di produrre un vero e proprio vocabolario di base che ci aiuterà a capire il linguaggio di questi intelligenti mammiferi.
La chiave per studiare e catalogare i suoni utilizzati dai cetacei per comunicare è il CymaScope, uno strumento che, attraverso registrazioni ad alta definizione, cattura la struttura dettagliata di ogni emissione sonora e ne riproduce un'immagine schematizzata. In questo modo vengono estrapolati svariati modelli, ciascuno dei quali rappresenta una sorta di pensiero illustrato. Le metodologie usate in precedenza per rappresentare i versi dei delfini erano limitate a grafici di frequenza e ampiezza delle onde sonore. La nuova tecnica invece cattura l'impronta prodotta dalla vibrazione dei suoni nell'acqua, che si muovono espandendosi attraverso bolle e raggi, e rivela per la prima volta nei minimi dettagli le caratteristiche della «voce» di ogni individuo.
«Interpretare queste parole figurate potrebbe avere lo stesso significato che ebbe la Stele di Rosetta nella traduzione dei geroglifici egiziani» afferma l'ingegnere acustico John Stuart Reid, che partecipa alla ricerca. Il prossimo passo degli scienziati sarà registrare i delfini mentre individuano una serie di obiettivi precisi. In questo modo, col tempo, si creerà una sorta di vocabolario basilare che gli uomini potranno utilizzare a loro volta per cercare di parlare con questi cetacei e comprendere eventuali risposte.

6.11.2012

Le pecore hanno orecchio

Alcuni allevatori australiani sono certi di aver trovato il sistema giusto per migliorare la qualità della lana prodotta dalle loro pecore. Sapete come? Facendo loro ascoltare buona musica.
“La musica rende i nostri animali più tranquilli e meno stressati: in questo modo la qualità della lana è migliore” ha dichiarato il direttore di Australian wool Network, l'agenzia che vende la lana australiana.
Ma quale sarà la musica che le pecore amano ascoltare?
Sembra che i risultati migliori e quindi la lana migliore siano stati ottenuti facendo ascoltare agli animali le canzoni e le interpretazioni più famose di Andrea Bocelli.
Ci sorge una domanda: Bocelli sarà contento di essere così apprezzato da un pubblico che bela?

5.11.2012

I cani "parà" veri angeli

I cani parà che sono stati usati per la prima volta dalle Special Forces americane, oggi sono “in servizio” con diversi paesi della Nato. I commandos inglesi del Sas , gli austriaci e i norvegesi hanno creato team che prevedono il lancio in coppia, cioè l'animale ed il suo controllore.
I cani vengono usati non solo nelle tipiche missioni anti-bomba – spesso più efficaci delle “macchine” – ma anche nei combattimenti in centri urbani. L'Iraq e l'Afghanistan sono diventati il loro campo di battaglia. Spesso gli animali sono dotati di piccole videocamere e vengono mandati in esplorazione all'interno di edifici o in zone abitate dove si sospetta possano essere in agguato dei militanti. Molto utili anche nelle ricognizioni dentro i tunnel e bunker costruiti da formazioni armate.
Impiegati duramente il conflitto in Vietnam, i cani da guerra sono entrati a far parte dell'arsenale di molti eserciti. Gli israeliani, ad esempio, hanno una speciale unità che ha partecipato ad operazioni anti-terrorismo e alle campagne in Libano. Missioni durante le quali hanno perso molti animali, poi però sepolti in un cimitero a loro dedicato vicino a Tel Aviv.

2.11.2012

Perchè non possiamo fissarli negli occhi?

Oggi rispondiamo a Donatella che ha una domanda per noi: perché non bisogna fissare i cani negli occhi?
Cara Donatella, ci sono diverse forme di pensiero per quanto riguarda questo atteggiamento. Ti parlo del mio.
Quando ho iniziato a studiare, durante la parte teorica mi hanno insegnato che in un branco di lupi quando due si fissano è perché si stanno sfidando. Allo stesso tempo nella parte pratica mi hanno insegnato a chiedere l'attenzione del mio cane facendo in modo che questo mi fissasse negli occhi. Se vogliamo dirla tutta sono due cose completamente opposte...
Come spesso accade però, ogni comportamento del nostro cane ha diverse forme di lettura. Quello di cui sono certa è che avere lo sguardo del mio cane è la cosa più importante che esista per il nostro rapporto. Se abbiamo instaurato un buon rapporto con lui, per buono intendo basato sul rispetto reciproco, quando ci guarda non è di sicuro per sfidarci ma per comunicarci qualcosa e sta a noi cercare di capire:
• durante una passeggiata potrebbe semplicemente chiederci da che parte deve andare;
• durante l'incontro con un altro cane potrebbe chiederci come si deve comportare;
• quando siamo in casa tranquilli forse ci sta semplicemente chiedendo un pò di coccole.
Stiamo un pò più attenti quando incontriamo un cane con il quale non abbiamo un rapporto, quindi a noi sconosciuto. È bene non fissarlo negli occhi, perché da parte di un estraneo non è cosa gradita, potremmo metterlo a disagio, e se si tratta di un cane tranquillo allora girerà semplicemente la testa per non guardarvi, come dire non voglio problemi con te, se invece si tratta di un cane molto pieno di se potrebbe rispondere in altro modo: saltandovi addosso o abbaiando.
insomma, potrei andare avanti ancora molto a parlare di questo.. spero comunque di aver soddisfatto la tua curiosità.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.