**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

25.9.2012

Mai più Green Hill

“Mai più Green Hill”: con queste parole Tiziano Ferro ha deciso di sostenere la LAV nella sua campagna per i cani di Green Hill e in favore di una ricerca incruenta che non preveda l'uso di animali.
Il video-messaggio completo di Tiziano viene diffuso su www.lav.it e sui principali social network: si conclude così, con un appello di grande portata comunicativa e soprattutto di speranza, lo svuotamento di Green Hill che ha permesso alla LAV di dare una nuova vita ai 2639 cani beagle.
Nel video, Tiziano Ferro “presenta” al pubblico Merlino, cucciolo liberato dalla struttura di Montichiari i cui beagle sono stati tutti posti sotto sequestro il 18 luglio scorso, e invita il pubblico a sostenere l'associazione nella battaglia di civiltà contro Green Hill e contro la vivisezione.
“E' difficile pensare che nel 2012 debba ancora parlarsi di sperimentazione animale – dichiara Tiziano Ferro – Merlino sull'orecchio ha un tatuaggio enorme col numero che lo catalogava per la lista verso la vivisezione. E'inaccettabile, la crescente sensibilità dei cittadini per i diritti degli animali, e le tecnologie avanzate, ci spingono a credere che si possa lottare per una ricerca senza sofferenze. Sosteniamo la LAV nella sua battaglia: posti come Green Hill devono chiudere per sempre. Per fare una donazione basta andare su www.lav.it”.
Una testimonianza importante, corroborata dalla grande risposta di pubblico che la campagna SoS Green Hill ha generato: in pochissimo tempo più di 2600 cani hanno trovato una famiglia pronta ad accoglierli, per un totale di più di 9000 richieste di affidamento giunte solo alla LAV.
La battaglia legale continua, contro la Marshall, multinazionale americana, indagata per maltrattamenti, e in Parlamento, dove è atteso il voto per il recepimento della direttiva europea sulla vivisezione.
Guarda il video-messaggio di Tiziano Ferro “Mai più Green Hill”

24.9.2012

Rizhiukha: il cane che usa i soldi

Udite Udite ! Un cane randagio ha imparato a riconoscere e ad usare i soldi per comprarsi il cibo. E' successo in Ucraina, e più esattamente a Kharkov.
Secondo quanto riferisce il quotidiano Komsomolskaia Prava, questo eccezionale quattrozampe è diventato cliente fisso di un negozio di alimentari dove per oltre un anno gli veniva offerto qualche pezzo di pane.
Un giorno un cliente del negozio per scherzo gli ha dato una grivnia, una banconota ucraina, e a questo punto il cane si è precipitato al reparto salumi, ricevendo in cambio delle fette di salame. Tutto questo viene raccontato con orgoglio da Irina, la commessa del negozio.
Ma la storia del nostro eroe non finisce qui, da quel giorno molti clienti regalano una banconota per ammirare le prodezze del cane che ormai ha delle preferenze e pretende la scelta tra salsicce, salami e cosce di pollo.
Il nome del cliente a quattrozampe è Rizhiukha, che significa “pelo rosso” ed è diventato una vera e propria attrazione per il negozio ma anche una fonte di incasso: la sua presenza e la sua spesa rendono dalle 10 alle 30 grivnie al giorno.
Si può veramente dire: si guadagna la pagnotta. E' tutto

21.9.2012

Un secondo cane?

Oggi rispondiamo a Sara che ci scrive perche' vorrebbe prendere un altro cane per far compagnia al suo meticcio di 4 anni. Ci chiede se le cose cambieranno e qualche consiglio sulla razza da acquistare. Risponde Daniela Lisi
Cara Sara, molti spesso dicono che avere un cane o averne due sia lo stesso, in verita' non e' cosi'. Avere un cane e'un impegno e una responsabilita' grande, averne due raddoppia l'impegno ma soprattutto la responsabilita'.
Con questo non voglio scoraggiarti nell'adottare un altro cane ma solo farti capire che le cose un po'cambieranno.
Un punto a tuo favore e' di sicuro che i tuoi orari di lavoro e quelli del tuo fidanzato combaciano alla perfezione per fare in modo che i cani non restino a lungo soli e questo di sicuro aiuta sia te che i cani per una tranquilla gestione.. chiamiamola familiare..
Mi hai scritto che hai un giardino, privilegio enorme per i piccoli che potranno correre e giocare durante la vostra assenza. Ricordati pero', che avere un giardino non vuol dire che i cani non debbano uscire per la passeggiata quotidiana. Socializzare con i propri simili, sentire nuovi odori e vedere posti nuovi e' un aspetto importantissimo, soprattutto per il futuro cane che a quanto ho capito sara' un cucciolo.
Mi chiedi anche consigli sull'acquisto del cucciolo.. il primo consiglio e' di non comprarlo ma di andare al canile, ci sono moltissimi cani sia adulti che cuccioli che cercano una casa, il secondo e' che visto che il tuo meticcio e' di taglia piccola magari un compagno di taglia piccola o media sarebbe l'ideale.

20.9.2012

La vaccinazione per micio

Oggi parliamo della vaccinazione per il nostro amico gatto. Ce ne parla il Dottor Emanuele Minetti,
Medico Veterinario e vice Presidente dell'ANMVI:
"Bisogna sensibilizzare i proprietari sull'importanza di una prevenzione sempre più mirata e personalizzata e rafforzare il ruolo del Medico Veterinario come referente unico e insostituibile della salute animale.
Non tutti gli animali sono uguali, quindi è importante oggi scegliere un protocollo vaccinale adeguato alle esigenze del singolo animale e del suo proprietario.
Lo stile di vita di un soggetto che vive isolato in casa e quello di un animale che ha contatti frequenti in esterni con altri gatti sono infatti molto diversi ed espongono in modo differente ai rischi di malattia.
La scelta della protezione più indicata per ciascun gatto si deve quindi basare sui seguenti fattori: stile di vita, ambiente (urbano, misto o rurale), età, stato generale di salute, persone che convivono e loro eventuali problematiche. Non esiste un unico protocollo da seguire ma livelli diversi di protezione. I gatti che vivono strettamente in caso possono essere vaccinati ad intervalli anche di 2-3 anni ma ciò non significa che non debbano annualmente almeno ricevere una visita veterinaria poichè per prevenzione non si parla solo di profilassi. Ricordiamo inoltre l'importanza nei confronti dei parassiti esterni i quali possono essere un problema sia per la salute del gatto sia per l'ambiente ove convivano con l'uomo o altri animali.
Emanuele Minetti
Milano

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.