**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

12.7.2012

Firma e fai firmare “Stop Vivisection”

Il Comitato Scientifico Equivita e la Lega Antivivisezionista Lombarda Leal hanno dato il via ad un'importantissima raccolta firme a favore dell'iniziativa dei cittadini europei “Stop Vivisection”. Per saperne di più abbiamo in collegamento la dott.ssa Fabrizia Pratesi Coordinatrice del Comitato Scientifico Equivita
"Siamo stati tra i primi ad esercitare il nuovo “Diritto d'iniziativa dei cittadini europei”, in vigore solo da quest'anno. Lo esercitiamo con l'inizativa Stop Vivisection, che è già stata approvata dalla Commissione.
“Stop vivisection” è promossa dal Comitato scientifico EQUIVITA e dalla LEAL. Essa punta, al completo superamento della vivisezione in quanto pratica scientificamente errata e moralmente condannabile.
Dobbiamo raggiungere 1 milione di firme in tutta Europa!
Stop Vivisection è nata dalla forte reazione di sdegno e di rabbia dei cittadini europei alla recente direttiva sulla sperimentazione animale, la 2010/63, che ha disatteso, per tutti noi, ogni speranza di progresso sia sul piano scientifico sia sul piano etico.
Essa ha ignorato due importanti voci contrarie:
- Quella dei cittadini europei il cui 86% (secondo un recente sondaggio europeo) pretende il rispetto degli animali quali esseri senzienti.
- Quella sempre più stringente del mondo della scienza che afferma che il “modello animale”, non predittivo per l'uomo, è privo di valore scientifico.
Per tale ragione la pratica della sperimentazione animale (o vivisezione) rappresenta:
-un pericolo per la salute umana e per l'ambiente
-un freno all'uso e allo sviluppo dei nuovi metodi di ricerca biomedica fondati sulle straordinarie recenti acquisizioni scientifiche del nostro tempo, che danno risposte ben più affidabili, esaurienti, veloci ed economiche.
-Il perpetrarsi di una violenza inaccettabile fatta sugli animali.
STOP VIVISECTION chiede alla Commissione europea l'abrogazione della direttiva 2010/63/UE con la presentazione di una nuova proposta di direttiva che sia finalizzata al superamento della sperimentazione animale e che renda obbligatorio l'uso di metodi di ricerca specifici per la nostra specie."
Grazie Dott.ssa Pratesi. Vi ricordo che chi vuole essere promotore di una raccolta-firme può contattare il Comitato Promotore dell'Iniziativa dei Cittadini Europei sul sito www.stopvivisection.eu




11.7.2012

Mangiare carne inquina

Al summit mondiale sull'ambiente di Rio si è discusso di inquinamento industriale e da trasporto per richiamare l'attenzione su quella che viene indicata come la terza responsabile dei danni al pianeta: la carne.
Alimentazione vegetariana e rinuncia alle proteine nobili, dunque. Fare a meno di quei 56 miliardi di capi di bestiame ogni anno nel mondo significa, sostengono gli ambientalisti, dare un importante contributo alla salute della terra dove abitiamo.
Il rapporto piazza al terzo posto la carne (in ordine di pericolosità bovina, pollame e suina) come fonte indiretta di CO2, ossia di anidride carbonica. Gli allevamenti sono responsabili del 12,6% di gas totali. Soprattutto di ammoniaca che contribuisce alle piogge acide e all'acidificazione degli ecosistemi.
Ed ecco cosa ne pensa lo scienziato Umberto Veronesi vegetariano da sempre: ridurre il consumo di carne nel mondo occidentale può contribuire a ridurre la scarsità di cibo e di acqua nei Paesi più poveri. Perché in realtà i prodotti agricoli sarebbero sufficienti a sfamare tutti se non fossero in gran parte utilizzati per alimentare gli animali da allevamento, visto che i terreni destinati al pascolo potrebbero essere coltivati e dare più alimenti, perché per produrre un chilo di carne occorrono 20.000 litri d'acqua.
E tutto



10.7.2012

Estate: abbandono di pesci esotici e tartarughe

Non solo cani e gatti. Questo è il titolo del Magazine di oggi. Sto parlando ovviamente e ancora di abbandoni estivi, ma questa volta allarghiamo la cerchia delle vittime, e parliamo di pesci esotici e tartarughe d'acqua che vanno a popolare fiumi, laghi e torrenti. Sapete che il numero di questi animali lasciati al loro destino è in proporzione enorme rispetto ai cani e gatti che ogni anno vengono “mollati” dai loro padroni?
Pensate che solo lo scorso anno complessivamente sono stati oltre 16.000 le tartarughe d'acqua lasciate nei torrenti e nei laghetti dei parchi pubblici italiani e quest'anno secondo le prime stime il numero delle testuggini che lasceranno i terrari domestici per finire nei parchi pubblici sarà sensibilmente alto.
Non è tutto: stesso problema per quanto riguarda i pesci tropicali, ogni anno sono almeno 15.000 gli acquari che vengono versati nei mesi estivi nei corsi d'acqua e nei laghi italiani. L'orrore estivo come vedete è infinito.

9.7.2012

Ciotola d'acqua fuori dai negozi!

Siete gestori di un bar, di un ristorante oppure di un negozio in generale? E allora attenzione perché questo magazine è per voi.
Sì perché se durante l'estate le raccomandazioni e le campagne animaliste antiabbandono fortunatamente si moltiplicano, non si pensa mai ad un'azione molto semplice e a costo zero per aiutare gli animali di passaggio: una ciotola piena d'acqua all'esterno del vostro locale per i nostri amici a quattrozampe.
E' un'azione amorevole molto semplice, non costa niente e può aiutare moltissimo durante un'estate molto calda come questa. In fondo la lotta la randagismo comincia da qui: togliendo i cartelli “vietato ai cani” e abbeverando gli animali di passaggio.
E allora subito una ciotola dissetante per Fido, vi sentirete più freschi anche voi ed E' tutto.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.