**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

14.10.2016

Cane adottato che non sa giocare

"Nel mese di agosto ho trovato un cane senza microchip. È un cane buonissimo però non ama giocare, scodinzola quando vede gli altri cani però dopo pochi secondi vuole allontanarsi. La sera dorme nel sogg ma non è mai entrato nel resto della casa ne' nella casa degli altri. Come comportarmi? Io lo adoro ma quando mi avvicino al suo viso, lui gira la testa dall'altra parte. Io la ringrazio." Risponde la sottoressa Sabrina Giussani medico veterinario esperta in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. Un cane adulto trovato o adottato presso un canile, ha una “vita passata” che non possiamo conoscere all'inizio della convivenza. L'animale impiega almeno un mese prima di adattarsi alla nuova situazione di vita. Per questo, dico agli adottanti che tutto ciò che osservano durante questo periodo “di prova” può cambiare in seguito. Le caratteristiche del cane che racconta il proprietario indicano che l'animale è in difficoltà: non sa o non ha mai giocato in passato, comunica con difficoltà con i propri simili, non conosce l'ambiente domestico e fatica a perlustrare le diverse stanze. Questi comportamenti indicano che il cane non è capace di gestire queste situazioni e sceglie di evitare più che sperimentare. Consiglio all'ascoltatore di realizzare una visita presso un Medico Veterinario Esperto in Comportamento così che sia possibile intraprendere un percorso riabilitativo per supportare l'animale e la famiglia. Consiglio, inoltre, di non avvicinare per il momento il proprio viso a quello del cane: girare la testa è un segnale che indica “ti prego allontanati”.
Sabrina Giussani
sabrinagiussani@yahoo.it

13.10.2016

Animali negli zoo come in un lager

Gli animali che vivono negli zoo europei in realtà vivono esattamente come in un lager. Infatti l'esposizione che la Ong britannica Born Free al Parlamento Ue racconta la realtà di alcune di queste strutture, una realtà ben diversa da quella che dovrebbe essere assicurata dalle normative comunitarie.
«Dal 2010 abbiamo analizzato la situazione in 21 Stati membri, solo tre hanno implementato bene la direttiva Ue del 2005», racconta Daniel Turner di Born Free, «il principale problema è che chi deve far rispettare la legge, ispettori e veterinari in particolare, non hanno la formazione necessaria, è un problema strutturale che vediamo in particolare in Italia». Il Belpaese non è il «peggiore», assicura, «ma è nel gruppo dei peggiori».
Altro problema italico è quello legato alla dispersione amministrativa. «Ci sono tre ministeri - continua Turner - che si occupano degli zoo: il ministero dell'ambiente è responsabile dell'implementazione della direttiva Ue, quello della salute del benessere degli animali e il ministero dell'agricoltura ha competenze sulle specie protette, coordinare tre ministeri ritarda la presa di decisione».
Il risultato è che sui 68 zoo riconosciuti in Italia nel 2010 solo 5 rispettavano la direttiva Ue, nel 2015 i giardini zoologici riconosciuti sono saliti a 98 di cui 43 esentati dalla normativa comunitaria e solo 16 a norma.
La campagna Born Free lega gli animali maltrattati a un Paese e non ad uno zoo per non puntare il dito su ogni singola struttura, ma sulle lacune legislative nazionali. Prossimamente Born Free presenterà con la Lav un rapporto ad hoc sull'Italia.

12.10.2016

Ecco gli "alert dog"

Il cane è il migliore amico dell'uomo e questo lo sapevamo. Ma a confermare quanto questo nostro amico possa "far bene" alla nostra salute lo dicono alcuni nuovi studi, da cui emerge che il cane non solo aiuta a ridurre lo stress nelle famiglie con bambini autistici, ma può svolgere anche la funzione di "guardiano" con le persone narcolettiche. Secondo la Bbc infatti la Reale società di medicina del Regno Unito ha annunciato l'utilizzo degli "alert dog" (cani guardiani) per aiutare le persone narcolettiche.
Ma non è tutto: i cani possono dare un valido aiuto anche per altre malattie. Ad esempio un ente di ricerca benefico li sta usando per rilevare i tumori alla prostata e alla vescica, mentre ricercatori dell'università di Lincoln, mettendo a confronto 20 famiglie con cane e 20 senza, hanno visto che questi animali riducono lo stress dei genitori di bambini autustici, migliorando la comunicazione e le relazioni familiari.
I cani infatti rendono migliore il comportamento del bambino autistico e lo aiutano a sviluppare un linguaggio e una routine. Pensate che Il bambino vedendo il cane compiere alcune azioni che all'inizio lo spaventavano o non gli piacevano, lo imita e le compie anche lui: riesce ad esempio a uscire fuori dalla porta (che per lui è come camminare su un burrone), mangiare cibi diversi e prendersi cura di se stesso con l'igiene. «Il bambino pensa - spiegano i ricercatori - che se lo può fare il cane, può farlo anche lui».
Ricordiamoci quindi che nei canili tantissimi cagnolini aspettano solo di essere adottati ed amati. Su www.prontofido gli elenchi di tutti i canili con le foto dei nostri amici.

11.10.2016

Contro l'infarto: adottate un animale

Secondo una ricerca durata oltre dieci anni e condotta su 4 mila cittadini statunitensi avere un gattino in casa riduce il rischio di infarto di almeno un terzo.
I ricercatori dell'Università del Minnesota hanno utilizzato i dati di un importante studio commissionato dal governo americano negli anni '80, isolando 4.235 persone tra i 30 e i 75 anni di cui 2.235 avevano un gatto mentre gli altri 2.000 non avevano animali.
Dopo 10 anni sono state analizzate le cause di morte e da qui è emerso che nei soggetti studiati la probabilità di avere un attacco di cuore era inferiore del 30% in chi conviveva con un animale.
L'autore della Ricerca Adnan Qureshi ha spiegato che gli effetti dello stress e dell'ansia sui danni cardiovascolari sono noti, ma gli animali domestici offrono molti benefici, sia gatti che cani.
Quindi per concludere sappiamo bene che un cucciolo è una responsabilità e che va seguito, ma questa è un'ulteriore dimostrazione che gli animali riapagano ampiamente tutti i nostri sforzi.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.