**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

5.1.2012

Si allunga la spettativa di vita

Le cifre parlano chiaro: la metà dei 6 milioni di cani e 8 milioni di gatti ha superato l'età che può essere considerata la soglia d'ingresso nell'anzianità: inoltre 1 su 5 è entrato nella fascia geratrica. Secondo i dati Assalco il 17% dei gatti di proprietà raggiunge i 12-20 anni di vita. Stiamo assistendo ad un progressivo prolungamento della vita media degli animali da compagnia, secondo una tendenza globale nei paesi industrializzati. I progressi registrati nel campo della diagnostica della terapia e della dietetica hanno dato efficacia alla medicina preventiva. La ricerca scientifica, sostenuta dalle industrie della salute animale, ha permesso la comprensione dei meccanismi patrogetici di molte malattie incurabili. Il veterinario oggi può finalmente contare su una vasta serie di prodotti industriali che lo mettono nelle condizioni di curare e prevenire le diverse malattie. Così l'obiettivo di aggiungere vita agli anni e non soltanto anni alla vita è stato centrato e si tratta di un gran bel risultato.

4.1.2012

Le "macache" prendono la pillola

Da uno studio di Dario Maestripieri pubblicato sulla rivista Etology emerge che le femmine del macaco usano con i loro piccoli un linguaggio del tutto particolare fatto di versi semplici e toni alti, una tecnica usata anche dall'essere umano quando si rivolge ai neonati.
Un altro particolare curioso effettuato su femmine delle foreste di Porto Rico studiate per circa un anno è che quando le femmine di macaco incontrano una mamma parlano in “mammese” proprio come avviene nei nostri parchi intorno alla carrozzina di un bebè.
Ma non è tutto, da uno studio di Elsa Addessi è stato dimostrato che i primati capiscono il valore del denaro.
Mentre altri studi hanno scoperto che i primati tramandano alcuni comportamenti acquisiti come l'uso di utensili o di alcune piante medicinali come una speciale prugna la “vitex doniana”. Secondo i ricercatori inglesi le femmine di babbuino in certi periodi dell'anno ne mangiano grandi quantità con lo scopo di non rimanere incinte, visto che queste prugne speciali contengono grandi quantità di ormone progestinico che funziona proprio come la pillola anticoncezionale

3.1.2012

Ho adottato un secondo gatto: aiuto!

Oggi per lo spazio del veterinario rispondiamo a Veronica che ci ha scritto una lunghissima mail da Amsterdam che vedrò di sintetrizzare:
Ho una gattona di 4 anni di nome Joint e' la mia vita, l'ho presa quando aveva 4 settimane perche' la madre non la voleva piu', e dall'ora io e lei siamo legatissime. Sono una webdesigner e ho la possibilita' di lavorare da casa, per cui io e lei passiamo tanto tempo insieme, pero' l'ho osservata per un lungo periodo, e ho avuto la sensazione che le mancasse qualcosa, e allora dopo mesi e mesi di ponderamento, sono andata alla banca dei gatti (gattile) che c'è qui ad Amsterdam e ho preso un micio, Romeo quasi 10 mesi circa che ha un carattere meraviglioso, dolcissimo, docile, tranquillissimo,
Ma comunque arrivo al dunque..
Joint adesso e' mogia mogia, triste, da ieri non mangia piu'; ieri mattina (giovedi) ha fatto il primo pasto al mattino non finendolo.. e poi non ha piu' toccato cibo, nemmeno il prosciuttino che tanto le piace, nulla..
Mi sento veramente male, pensavo di farle un bel regalo un nuovo amico.. invece lei sta male, ma forse sara' solo il momento e poi le passera'.. ?
Cosa faccio? qualche consiglio mi aiuterebbe proprio.
Risponde Il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano e vice presidente dell'ANMVI Lombardia
"Buongiorno Veronica, era ovvio che sarebbe successo qualcosa in questo senso inserendo in un territorio così marcato e definito, e forse piccolo, un nuovo gatto. Inoltre deve considerare che lei e la sua gatta avete trascorso, in base alle sue parole, 4 anni in totale simbiosi.
Oggi, se vogliamo un poco estremizzare, è più un problema di spazi da gestire, vedrà che arriveranno a sopportarsi bene, ma per far si che riescano ad interagire, quindi instaurino una vera relazione complessa, ci vorrà tempo.
Si deve stabilire la gerarchia fra di loro, ma anche quella con lei, cose quindi complesse, fatte di piccoli passi avanti ed anche di passi indietro.
Le cose se le gestiranno molto loro, io le consiglio intanto un arricchimento ambientale per favorirne il gioco e l'attività fisica.
Inoltre può applicare il diffusore di feromoni appaganti in casa, vedere come e quanto serve nelle prime 4 settimane, quindi se funziona acquistare anche la ricarica per almeno un altro mese.
Metta loro a disposizione anche 2 lettiere, non ne lasci solo una per tutti e due.
Mi tenga informato."
Per fare una domanda al dottor Minetti scrivete a www.prontofido.net alla pagina del veterinario.


2.1.2012

Postumi di cenoni anche per loro

Postumi ipercalorici di cenoni e pranzi delle feste natalizie? Non siamo i soli, pensate che a fare le spese dei nostri bagordi sono almeno 3 milioni di animali domestici. Secondo i dati raccolti dall' Aidaa sono infatti almeno il 15% dei gatti e il 18% dei cani che vivono nelle famiglie italiane ad essere in sovrappeso, se non addirittura obesi.
Nel complesso sono circa due milioni i cani, soprattutto di razza piccola e media, e un milione i gatti quotidianamente sottoposti a stress alimentare ed obbligati a un'alimentazione non corretta che li porta ad avere problemi di sovrappeso con tutte le conseguenze sanitarie del caso.
Le feste quindi appena concluse sono state l'ennesima occasione per rimpinzare molti animali domestici di cibi che nulla hanno a che vedere con la loro corretta alimentazione. In questi giorni sono state molte le telefonate arrivate al Telefono Amico Aidaa da parte di proprietari che chiedevano numeri di veterinari aperti per poter soccorrere i loro cani e gatti colpiti da vere e proprie indigestioni da cibo. Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA ci ricorda che l'alimentazione non corretta dei nostri animali configura di fatto un vero e proprio maltrattamento, sia esso prodotto da distrazione e ignoranza o da superficialità".
Un motivo in più per ricordarci che il nostro cane o il nostro gatto non sono un giocattolo ma esseri viventi con le loro necessità e con un'alimentazione adeguata.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.