**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

16.11.2016

Delitto di uccisione di specie protetta

«Vogliamo l'introduzione del Delitto di uccisione di specie protetta. Chiediamo al Parlamento di approvare nel più breve tempo possibile la proposta di legge che riformi il sistema sanzionatorio penale per i casi di uccisione, catture illegali, commercio illecito di animali appartenenti a specie protette». Questa la richiesta del Wwf, sul piede di guerra contro le pene, ritenute troppo leggere, per chi commette reati nei confronti delle specie rare.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l'uccisione di un esemplare di ibis eremita, specie reintrodotta, dopo la quasi estinzione, in Austria, Italia e Germania. In Italia lo scenario è drammatico: ogni 43 minuti si consuma una violazione in materia di tutela ambientale e i reati contro gli animali e la fauna selvatica rappresentano il 22% del totale del reati ambientali.
A questo scopo, è on line una petizione per chiedere al Governo di approvare la legge. Con oltre 50 mila sostenitori, il Wwf propone di firmare per «fermare i crimini di natura chiedendo sanzioni più severe per l'uccisione di animali selvatici e precise garanzie per il mantenimento e il rafforzamento del Corpo Forestale dello Stato». I crimini contro la natura come il bracconaggio, l'uccisione, il traffico e la commercializzazione di specie selvatiche sono, infatti, la seconda causa di estinzione di specie nel mondo, dopo la distruzione degli habitat.
Il wwf afferma che visto che atti di questo genere si stanno ripetendo con una frequenza preoccupante, è da prendere in seria considerazione la sospensione della stagione venatoria, almeno nelle Regioni dove si verificano gli atti di bracconaggio più gravi. È ormai evidente lo stretto collegamento tra l'attività venatoria e questi episodi.

15.11.2016

Tutte le espressioni del tuo cane

Il tuo cane è felice di vederti? Basta guardare le sue sopracciglia per scoprirlo. I cani, infatti, utilizzano specifiche espressioni facciali per dimostrare quanto sono entusiasti di rivedere i padroni, secondo una nuova ricerca condotta dell'Azabu University in Giappone. Le emozioni degli animali sarebbero visibili da riconoscibili smorfie del viso che possono rivelare se il cane è davvero contento di trovarsi accanto al suo migliore amico.
Utilizzando telecamere ad alta velocità, i ricercatori hanno monitorato i cambiamenti nelle facce dei cani nei momenti in cui hanno incrociato estranei e proprietari. Risultato? I cani tendono a spostare il sopracciglio sinistro circa mezzo secondo dopo aver incontrato il padrone se sono contenti mentre quando incontrano una persona mai vista prima spostano leggermente all'indietro l'orecchio sinistro. Quando non gradiscono un oggetto proposto tendono, invece, a muovere l'orecchio destro. I sottili cambiamenti del volto sono il riflesso di attività in regioni chiave del cervello che controllano le emozioni.
Per rileggere tutte queste espressioni www.prontofido.net

14.11.2016

Auguri a Kloè

"Spett. Le Dottore, Kloè la mia cagnolina di soli 10 anni ha il cancro ai linfonodi, con metastasi. Ho deciso di non sottoporla a chemioterapia per farle passare senza stress i suoi ultimi mesi. Nonostante il cortisone di notte fa fatica a respirare mentre durante il giorno gioca come fosse una cucciola, mangia bene, beve. Le chiedo con il cuore in mano se è possibile fare qualcosa e in caso contrario, secondo il Suo parere, come capire quando è arrivato il momento di prendere la decisione più giusta. RITA" Un argomento molto delicato per il dottor Emanuele Minetti.
"Buongiorno, se invece di affrontare il problema a metà lo avesse affrontato bene i linfonodi sarebbero probabilmente molto diminuiti e quindi non darebbero i problemi che stanno dando.
Ovviamente ognuno può fare come crede ma una possibilità al mio cane io la avrei data, magari non con la sicurezza di guarire (non conosco la diagnosi precisa) ma almeno per farla soffrire meno nei suoi ultimi mesi od anni di vita.
Infatti l'oncologia veterinaria ha fatto passi da gigante ed il grosso dei problemi sono legati alla mancanza di fiducia e non alla efficacia delle terapie applicate.
Ci sono molte strutture di alta specializzazione in questo campo con veterinari di livello eccelso in quasi tutto il nostro paese.
Quindi una cosa da fare c'è: vada dall'oncologo clinico veterinario e seguai suoi dictat.
Come sappiamo spesso non è la medicina che fallisce ma lo è invece il non fare le cose al meglio quando è possibile provarci.
Saluti."
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

11.11.2016

Scappa sempre

"Buongiorno, il mio cane di quasi tre anni, preso in canile quando aveva poco più di 5 mesi, da circa un anno continua a scappare quando usciamo da casa per lavoro. non si allontana, scavalca la recinzione ma al massimo si reca dai vicini ed attende il nostro ritorno. purtroppo la nostra casa da direttamente sulla strada e vorremmo evitare che possa farsi del male lui e ancor di più per i tanti ciclisti e motociclisti che passano sulla strada. abbiamo alzato la recinzione ma nulla lo ferma, ho provato a tenerlo in casa quando non c'eravamo ma non vi dico cosa non ha combinato. appena tornati a casa piange e ci fa mille feste, resta in casa con noi anche la notte e come mi muovo per casa lui mi viene dietro piangendo se per caso mi chiudo una porta dietro. non sappiamo più cosa fare, sta diventando insostenibile, anche i vicini si lamentano perché è sempre fuori, non infastidisce è dolcissimo a bravissimo ma la strada di fronte casa è veramente un pericolo. prendere un altro cane che possa tenergli compagnia potrebbe servire? saluti SARA" risponde la dottoressa Sabrina Giussani Medico Veterinario esperta in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. Un cane può scappare per molti motivi. Alcuni animali non sono capaci di rimanere da soli: appena i proprietari escono dall'abitazione o quando sono soli in giardino, i cani si arrampicano, scavano, saltano per raggiungere qualcuno che faccia loro compagnia. Altri, invece, si allontanano da casa perché restano soli senza nulla da fare durante tutta la giornata: gli animali vanno a caccia nei boschi, raggiungono i propri amici e poi rientrano nell'abitazione. Altri ancora, compiono vere e proprie fughe d'amore!

Il caso esposto dalla Sig.ra Sara descrive un cane che presenta attacchi di panico non solo quando i proprietari sono assenti ma anche quando sono irraggiungibili a causa di una porta chiusa. In questo caso alzare la cancellata, porre ostacoli o chiudere il cane in casa non porta a nulla; anzi, l'animale potrebbe ferirsi per fuggire. Per comprendere come aiutare il cane a identificare la casa come un luogo sicuro, è necessario intraprendere un percorso riabilitativo con un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale. La compagnia di un altro cane potrebbe non essere una buona scelta: i cani, infatti, potrebbero scappare in due.
Alla prossima settimana."
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.