**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

13.10.2011

Tutti a terra con il cucciolo

E' in arrivo un cucciolo a casa vostra? E allora tutti giù per terra! Non è uno scherzo ma un consiglio degli esperti, perché se è vero che un cucciolo porta tanta allegria è anche vero che la casa che lo ospiterà deve essere attentamente preparata per il nuovo ospite.
Se ci pensiamo, infatti, le insidie di una casa sono molte e per eliminarle un ottimo consiglio è quello di assumere la sua prospettiva: da terra.
In questo modo possiamo individuare gli oggetti che attraggono il cucciolo, come fili elettrici che pendono, per non parlare di alcune piante come azalea, edera o agrifoglio che sono tossiche. Via anche detersivi vari e insetticidi.
Se però scoprite il cucciolo che gioca con qualcosa di pericoloso, il consiglio degli esperti è quello di provocare un rumore secco.
Altro consiglio sempre molto valido è quello di non concedergli il gioco con vecchie scarpe, lui non sarà mai in grado di distinguerle dalle scarpe nuove.
Per chiedere consiglio ai nostri esperti vi ricordo il nostro indirizzo mail prontofido@prontofido.net


12.10.2011

Vietnam: ecco la "Dog Wars"

Il magazine di oggi è destinato ad un pubblico non particolarmente sensibile. Vi parlo infatti di chi per un cane è disposto ad uccidere. O a morire, a seconda di come decide la sorte. E questo accade in Vietnam dove la vita degli uomini può avere un legame molto stretto con quella dei quattrozampe che vivono nei cortili. Tutto ciò però non ha niente a che fare con l'amore per gli animali così come siamo abituati ad intenderlo noi occidentali. All'origine di queste dispute sanguinarie, che i media internazionali hanno già ribattezzato «Dog Wars», c'è una questione di puro e semplice abigeato, ovvero di furti di bestiame. Il motivo? I cani vengono rubati da sequestratori di cani, che battono città e campagne alla ricerca di esemplari di taglia medio-grande, particolarmente adatti per essere rivenduti in nero ai tanti ristoranti di Hanoi e delle altre grandi città, dove le loro carni sono alla base di piatti della tradizione particolarmente gettonati.
La carne di cane infatti è consumata abitualmente nei Paesi del sud-est asiatico. Pensate che un cane di 20 kg può essere venduto a circa 80 dollari, ovvero quanto lo stipendio medio di un operaio vietnamita. Di qui l'escalation di furti. La bella notizia è che qualcosa sta cambiando anche nella sensibilità della popolazione nei confronti degli animali: «Ci sono due tendenze che si confrontano - ha spiegato Robert Lucius fondatore di un'associazione che promuove il trattamento dignitoso dei pet - quella vecchia ancora legata al commercio di carne di cane e quella degli ultimi anni che vede una sempre maggiore condivisione dell'idea che gli animali possano essere anche di compagnia». E, di conseguenza, esseri senzienti a cui riservare diritti e attenzioni. Anche le associazioni animaliste vietnamite e le associazioni dei veterinari sono impegnate su questo fronte. Noi vi terremo informati.

11.10.2011

Manuale contro il traffico dei cuccioli

Ben 85 sequestrati qualche giorno fa a Firenze, ammassati in un furgone proveniente dall'Ungheria. Oltre 70 bloccati in primavera alle porte di Milano. Quaranta salvati da un furgone con targa polacca nel porto di Ancona. Ve li presento: sono i cuccioli «clandestini». Viaggiano ai limiti della sopravvivenza, stipati l'uno sull'altro, in grossi camion che dall'Europa dell'Est (ma anche da Francia e Spagna) arrivano in Italia. Molti muoiono durante la traversata: ma il fenomeno è in espansione con un giro d'affari illegali sui 300 milioni di euro l'anno.
Sul mercato globalizzato costano fino a 20 volte meno dei loro simili italiani. Ma a scoraggiare la tratta arriva un manuale, presentato alla Farnesina, che si propone di rendere più efficace l'applicazione della Legge 201 che lo scorso anno ha introdotto nel nostro ordinamento il reato di traffico di animali da compagnia.
Il manuale è diretto sì ai veterinari e alle forze dell'ordine, ma anche a chi li compra che spesso è un amante degli animali che non sa di alimentare uno squallido business illegale con il suo acquisto.
In genere i cani, al momento del sequestro, sono tutti privi di microchip, di documenti di viaggio, di vaccinazioni e in condizioni precarie. Per questo Polstrada, Guardie Forestali e Carabinieri denunciano i trafficanti per il reato di traffico illegale di cuccioli.
Quindi, morale della favola, stiamo particolarmente attenti anche noi nell'acquisto, non alimentiamo questo traffico micidiale per i cuccioli, ma invece adottiamo il nostro amico dal canile. Lui è già lì che ci aspetta. ed

10.10.2011

E' sterilizzata. Quale stile di vita?

Alla posta di prontofido è arrivata una mail di Fabrizia nella quale ci informa che
la sua cagnolina di due anni meticcia e' stata sterilizzata. Quale regime alimentare deve seguire e quale stile di vita?
A questa domanda che sicuramente interessa molti proprietari di cani risponde Emanuele Minetti, dirigente ANMVI e Medico Veterinario nell'ambulatorio di Vle Monteceneri a Milano.
Buongiorno Dottor Minetti, cosa possiamo rispondere a Fabrizia?
"L'obesità e l'aumento di peso sono un effetto secondario indiretto della sterilizzazione (si dice nel 25% almeno dei casi) che può essere contrastato con una dieta equilibrata, studiata sul singolo soggetto dal veterinario curante, ed un'attività fisica giornaliera proporzionata alla razza ed allo stile di vita.
Non pare ci siano invece evidenze che dimostrino un aumento della sedentarietà legato alla sterilizzazione..
In realtà forse la più frequente causa di obesità nel cane sterilizzato è il senso di colpa del padrone, che - ancora una volta antropomorfizzando - si convince, anche inconsciamente, di aver "privato" il cane di qualcosa di importante.
Quindi cerca di "riparare" offrendo continuamente gratificazioni in un altro campo (quello alimentare).
Dobbiamo però parlare anche di sovrappeso e solo non di obesità vera: infatti, i cani che tendono ad ingrassare dopo la sterilizzazione sono quasi sempre soggetti tendenzialmente sovralimentati prima dell'intervento, ma che bruciano un quantitativo maggiore di energie o perché ancora in crescita tumultuosa, essendo cucciolini, oppure stressandosi per motivi sessuali-comportamentali.
Eliminate queste cause, cioè terminata la crescita e l'attività sessuale, gli effetti dell'alimentazione non adeguatamente corretta si fanno evidenti ed il cane inizia ad ingrassare. In tutti i casi, per riportare un cane in forma c'è un metodo infallibile a prescindere dalla presenza o meno di ovaie e testicoli: meno cibo e più esercizio fisico.
Sono inoltre disponibili moltissimi alimenti industriali formulati per andare incontro a tale problema tendenzialmente ipo-calorici."
Grazie dottor Minetti. Ricordo che se volete chiedere un consiglio al dottore potete visitare la sezione del veterinario nel sito di prontofido. è tutto per oggi


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.