**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.7.2011

Arriva un bebè

Oggi rispondiamo a michela che ci scrive perchè è in attesa di un bebé e vorrebbe sapere se il suo labrador Jago di 3 anni e mezzo può sentire il suo stato e come comportarsi quando sarà ora di portare il nuovo arrivato a casa. Risponde Daniela Lisi:
"Cara Michela, è molto importate che tutte le mamme in attesa si pongano il problema di come comportarsi con il proprio cane nel momento in cui il bebé entrerà in casa. Spesso molti non pensano che il cambiamento enorme di vita con l'arrivo di un figlio, vale sia per noi che per il nostro cane, è per questo motivo che è importante seguire alcuni piccoli accorgimenti:
-   occorre fare in modo che passeggino, culla e giocattoli siano visibili a Jago molto prima dell'arrivo del bambino. Il mio consiglio è anche di andare a spasso con Jago e il passeggino vuoto;
-   quando sarai in ospedale, dopo il parto fai avere a Jago degli indumenti del bambino usati, in modo che possa già abituarsi al suo odore;
-   quando tornerai a casa con il bebé fai in modo che Jago sia fuori con qualcuno e che rientri dieci minuti dopo il vostro arrivo. In questo modo subirà meno un'invasione del suo spazio;
-   non appena Jago entra nella stessa stanza del bambino premiatelo con bocconcini e tante carezze, atteggiamento che dovrete avere per un pò di tempo ogni volta che si troverà in presenza del bambino. Deve capire che il nuovo arrivato porta solo dei vantaggi;

Un consiglio importante è quello di non lasciare Jago solo con il bimbo fino a che questo non abbia compiuto almeno 5 anni. Questo perché spesso i bambini fanno delle cose che i nostri cani non gradiscono: abbracciarli, tirargli la coda, le orecchie, cercare di cavalcarli.. etc.. etc.. però sta a voi giudicare quale sia il livello di sopportazione di Jago, essendo un labrador non dovreste avere problemi.
In risposta alla tua prima domanda, Jago sente sicuramente che qualcosa in te sta cambiando ma non sa esattamente cosa. Quindi per evitare che ti salti addosso dagli sempre le spalle e non parlargli."

27.7.2011

Il leone e il plenilunio

Sapevate che nelle tradizioni popolari la luna piena è sinonimo di tragedie e sciagure? Secondo le credenze occidentali questa fase del nostro satellite scatenerebbe la brama di sangue dei vampiri e la furia distruttrice di alcune creature mostruose come i licantropi. Eppure il timore del plenilunio vissuto dai popoli del passato non era per niente campato in aria. Uno studio recente di un team di studiosi guidati dal professore Craig Packer, docente di scienze biologiche all'Università del Minnesota, dimostra che diversi animali feroci, tra cui i leoni, attaccano e sbranano gli esseri umani soprattutto nei giorni immediatamente successivi al plenilunio
La ricerca ha studiato i casi di 500 assalti di villaggi in Tanzania tra il 1988 e il 2009 da parte dei leoni. La maggior parte degli attacchi è avvenuta all'indomani del plenilunio, tra il tramonto e le dieci di sera quando la luna è calante ed è illuminata da una luce relativamente bassa. Secondo gli studiosi le tenebre permettono ai leoni di sorprendere le loro prede, e la luna piena, con la sua forte luce, aumenta la sensazione di fame tra i predatori.
Secondo la ricerca i pericoli per l'uomo aumenterebbero anche nella stagione delle piogge quando la luna è coperta dalle nuvole e permette ai leoni di passare all'attacco. Lo studio afferma anche che ci potrebbe essere una correlazione tra le leggende antiche sulla luna piena e la caccia dei predatori. Per diversi secoli gli esseri umani che vivevano in America, Asia e Africa hanno diviso il loro territorio con diversi predatori e i leoni erano i mammiferi meglio distribuiti nel mondo. E' probabile che le fasi lunari ricordassero all'uomo il rischio che poteva correre: «La luna piena non era pericolosa di per sé, ma annunciava i rischi che sarebbero arrivati».
Insomma, se avete un leone come vicino di casa, attenzione alla luna. E con questo è tutto per il magazine

26.7.2011

Il naso di Fido dice molto

Oggi qui al Magazine degli animali parliamo del naso del nostro cane. Sappiamo bene che per lui il naso è un organo molto importante ma ora, attraverso il movimento delle narici, si può addirittura capire se l'animale è in allerta o rilassato.
Secondo un nuovo studio sulla lateralizzazione celebrale condotto dai ricercatori dell'università di Bari e di Trento, a seconda della narice che il nostro amico utilizza per annusare, si può capire il suo stato di eccitazione. Questa analisi, pensate, ha evidenziato come l'emisfero destro dei cani sia deputato all'elaborazione delle situazioni nuove mentre quello sinistro gestisca gli eventi di «routine».
Ma non è tutto: in questo processo ha un ruolo molto importante l'olfatto visto che esponendo gli esemplari meticci a diversi odori gli scienziati hanno rivelato che i cani iniziano con l'usare prevalentemente la narice destra e in seguito, dopo aver stabilito una certa familiarità con l'oggetto, avviene il passaggio alla narice sinistra.
Come succede per gli uomini, spiegano i ricercatori, dai neuroni olfattivi di destra le informazioni giungono al bulbo olfattivo di destra per poi proseguire verso altre porzioni del cervello poste sempre nella stessa parte di emisfero.
Alcuni odori stimolano comportamenti istintivi e possono scatenare nei cani reazioni intense.

25.7.2011

Bilancio del primo week end di Io l'ho visto

Bilancio del primo week end di Io l'ho visto, in collegamento Lorenzo Croce presidente AIDAA e coordinatore dei team antiabbandono. Buongiorno Lorenzo:
"Non poteva iniziare nel migliore dei modi l'attività dei team anti abbandono di Io l'Ho Visto 2011: 44 segnalazioni arrivate, 24 interventi, 21 cani messi in sicurezza, tra cui cinque cuccioli di maremmano nella zona di roma, 5 di questi cani sono stati restituiti ai proprietari in quanto dopo i primi controlli sono risultati essere cani scappati di cui era stata denunciata alle forze dell'ordine la scomparsa. Questi sono i numeri del primo fine settimana di presenza sulle autostrade dei team anti abbandono di io l'ho visto che ha visto su due turni la presenza di 64 gruppi operativi con circa 400 volontari operativi. Le segnalazioni sono giunte tutte dalle regioni del centro-sud una sola la richiesta di intervento in autostrada al nord, richiesta arrivata dalla zona di Torino. Voglio ricordare che i team sono operativi dalle 7 alle 22 e rispondono solo alle segnalazioni di cani abbandonati sulla rete autostradale".

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.