**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.12.2010

Un vocabolario per i delfini

delfini posseggono una comunicazione sonora tra le più complesse nel mondo animale e dall'uomo ancora poco conosciuta. Grazie a una nuova tecnica che permette di tradurre in immagini i suoni emessi dai cetacei, presto gli scienziati saranno in grado di produrre un vero e proprio vocabolario di base che ci aiuterà a capire il linguaggio di questi intelligenti mammiferi.
La chiave per studiare e catalogare i suoni utilizzati dai cetacei per comunicare è il CymaScope, uno strumento che, attraverso registrazioni ad alta definizione, cattura la struttura dettagliata di ogni emissione sonora e ne riproduce un'immagine schematizzata. In questo modo vengono estrapolati svariati modelli, ciascuno dei quali rappresenta una sorta di pensiero illustrato. Le metodologie usate in precedenza per rappresentare i versi dei delfini erano limitate a grafici di frequenza e ampiezza delle onde sonore. La nuova tecnica invece cattura l'impronta prodotta dalla vibrazione dei suoni nell'acqua, che si muovono espandendosi attraverso bolle e raggi, e rivela per la prima volta nei minimi dettagli le caratteristiche della «voce» di ogni individuo.
«Interpretare queste parole figurate potrebbe avere lo stesso significato che ebbe la Stele di Rosetta nella traduzione dei geroglifici egiziani» afferma l'ingegnere acustico John Stuart Reid, che partecipa alla ricerca. Il prossimo passo degli scienziati sarà registrare i delfini mentre individuano una serie di obiettivi precisi. In questo modo, col tempo, si creerà una sorta di vocabolario basilare che gli uomini potranno utilizzare a loro volta per cercare di parlare con questi cetacei e comprendere eventuali risposte.

27.12.2010

Ecco l'alimentazione corretta

Come promesso la scorsa settimana oggi qui al Magazine degli Animali parliamo di come nutrire il nostro cane.
Prendete nota perché stiamo per darvi le regole per la sua educazione alimentare e per farlo abbiamo in collegamento il Dottor Emanuele Minetti vice presidente dell'ANMVI Lombardia e medico veterinario a Milano.
"Dolciumi o avanzi della tavola rompono l'equilibrio nutrizionale dell'alimento completo che dai al tuo cucciolo. Inoltre, se ne fai una cattiva abitudine può nuocere alla sua salute, favorire il sovrappeso e portare il cucciolo a mendicare quando sei a tavola.
I pasti fanno parte di un codice di buona condotta, il cui rispetto eviterà molti comportamenti sbagliati e indesiderabili.
- Prendi un buon ritmo: fino all'età 6 mesi se il cane accetta dividi l'alimentazione in 3 pasti al giorno, poi passa a 2
-Presenta i pasti a orari fissi, sempre nella stessa ciotola, nello stesso punto; questo se possibile dovrà essere lontano dal luogo dove dorme. Non dimenticare mai di mettere a sua disposizione una ciotola piena di acqua fresca.
-Fallo mangiare sempre dopo di te: ti riconoscerà come capobranco, come succede in una muta di cani.
-Non cambiare l'alimentazione del cucciolo in modo repentino
-Non controllare il cucciolo mentre mangia
-Non forzare il cane a mangiare e non dare cibo con le mani
-Non mescolare i cibi secchi con altro o per insaporirli
-Non spostare la ciotola mentre il cane mangia
-Non dare bocconcini prelibati quando si saluta il cane o perchè è stato solo a casa per alleviare i propri sensi di colpa
-Non dare al cane un “pasto speciale domenicale”
-Non usare il cibo come sistema per rendere felice il cane
-Non preoccuparsi se il cane non mangia le esatte quantità riportate sulle guide dei prodotti ma valutare se mangia troppo ed ingrassa o poco se dimagrisce, le tabelle sono indicative e basta.
Grazie, vi ricordo l'indirizzo per comunicare con il dottor Minetti: pagina del veterinario di www.prontofido.net

24.12.2010

La tavola delle feste per Fido

Oggi vi diamo qualche buon consiglio per far si che in questo periodo di pranzi e cene di festa anche i vostri amici a 4 zampe siano sereni e contenti. Daniela Lisi:
“Durante tutti i pranzi e cene di questo periodo è praticamente inevitabile che il nostro cane non si piazzi ai piedi del tavolo cercando di elemosinare qualche prelibatezza... con quegli occhioni dolci e quello sguardo triste da cane che non mangia da tempo.....
...ecco.. prima regola: cerchiamo di non farci impietosire pensando che sia festa anche per lui...
A tutti noi piace pensare che durante le feste anche i nostri amici a 4 zampe debbano festeggiare... commettendo l'errore molto spesso di allungare qualcosa da mangiare dalle nostre tavole imbandite o lasciare loro, come sorta di regalo, gli avanzi del pranzo e della cena.
In tutte e due i casi c'è qualcosa che non va....
Allungare qualcosa dal tavolo è un gesto che vi ho sempre sconsigliato di fare perché porta poi il cane a pensare che mentre mangiamo c'è sempre qualcosa per lui... e che magari abbaiando un pò, mettendo le zampe sul tavolo o sulla sedia qualcosa arriverà... allora se non volete ritrovarvi a dovermi scrivere tra qualche giorno chiedendomi aiuto.. è una cosa che non dovete assolutamente fare...
La seconda cosa da evitare è che i nostri avanzi finiscano nella ciotola del cane... forse già lo sapete ma vi ricordo che il cibo che mangiamo noi non è sano per il nostro cane..

Quindi ecco due soluzioni alle vostre possibile debolezze:
Comprate qualcosa di prelibato, uno di quegli snack per cani che solitamente non gli date mai... lo riceverà come regalo per non essersi avvicinato alla tavola.
Tenete conto che la vostra cena o pranzo sarà più lunga del solito.. lo snack dev'essere uno di quelli che durano tanto...
Secondo consiglio.... lo ripeto sempre e continuerò a farlo... comprate un kong. Credo che sia un regalo che tutti i nostri cani debbano ricevere.
Lo riempite di bocconcini, lo chiudete con una sottiletta.. se volete rendergli la cosa ancora più interessante lo mettete in freezer per un'ora... e poi vedrete che le vostre cene ed i vostri pranzi non saranno più interrotti dal vostro cane.. e allo stesso tempo non vi sentirete in colpa per essere gli unici a festeggiare.... “

23.12.2010

Quante volte al giorno la pappa?

“C'è una spiegazione medico-scientifica alla consuetudine che i cani adulti debbano mangiare una volta al giorno? Veterinari e comportamentalisti addestratori sostengono opinioni differenti”.
Questa interessante domanda è stata posta da un nostro ascoltatore alla pagina del veterinario di www.prontofido.net e allora ascoltiamo cos'ha da dirci il dottor Emanuele Minetti medico veterinario di Milano e vice presidente dell'ANMVI Lombardia.
"Buongiorno, il pasto una volta al di è più un retaggio dei cani di campagna e/o da caccia e dei contadini che abituavano così i cani, quando si ricordavano di scaricare loro un poco di avanzi, come l'idea assolutamente stupida che sia necessario un giorno di digiuno settimanale .
Non ho mai letto una pubblicazione scientifica che per tutti i cani ed a priori mi dimostrasse che un pasto solo nelle 24 ore sia meglio di due ogni 12 ore, anzi magari ho letto il contrario.
Fa bene lei a dare il cibo 2 volte al dì, meglio 1/3 della dose al mattino e 2/3 al tardo pomeriggio/sera, questo per seguire meglio i ritmi circadiani
dell'organismo del cane e la secrezione ormonale delle ghiandole deputate, in particolare la produzione di insulina.
Inoltre nelle razze medie e grandi è assolutamente sconsigliato dare un solo pasto al dì per il problema della dilazione/torsione gastrica.
In realtà oltre al buon senso bisogna ricordarsi che esistono centinaia di razze diverse con attitudini ed abitudini diverse che vivono in situazioni diverse. La dieta va personalizzata quindi in accordo con lo stato di salute e le indicazioni del veterinario curante. Magari la prossima volta vi darò 10 regoline per gestire bene l'alimentazione di un cucciolo".
Grazie dottor Minetti, vi ricordo l'indirizzo: www.prontofido.net pagina del veterinario
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.