**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

15.11.2010

La Tosse

Abbiamo ricevuto la seguente mail a prontofido@prontofido.net:
Il mio Pluto, cocker di 7 anni da qualche giorno ha la tosse, cosa devo fare?
Risponde il dottor Emanuele Minetti, medico veterinario a Milano e vice presidente dell'ANMVI
Ecco alcuni suggerimenti:
1. Osservare il cane con attenzione qualche minuto, verificando il tipo di respiro e di tosse presente
2. Affanno e intolleranza all'esercizio sono più spesso di origine cardiogena
3. Il soggetto cardiopatico generalmente ha uno scadente stato di nutrizione
4. Verificare che la segnalazione della presenza di tosse corrisponda al problema effettivamente lamentato
5. La presenza di rantoli respiratori non va associata necessariamente ad edema polmonare
6. Il soggetto cardiopatico è tendenzialmente tachicardico, mentre la malattia respiratoria si associa più facilmente a bradicardia o aritmia respiratoria
7. La tosse evocata con palpazione tracheale non è patognomonica del collasso della trachea
8. Il gatto con tosse presenta generalmente un problema respiratorio

E' importante riuscire a differenziare le cause di origine respiratoria e quelle di origine cardiaca. Tuttavia tale differenziazione non è facile e l'indagine richiede l'utilizzo di molte metodiche complementari come esame radiografico del torace, ECG, ecocardiografia eccetera.
Bisogna controllare l'obesità nei soggetti con problemi di tracheobronchite cronica e/o collasso tracheale. L'uso dei cortisonici deve essere limitato ai primi giorni della terapia. L'uso dei sintomatici della tosse dovrebbe essere limitato ai casi in cui si possano escludere cause batteriche.

12.11.2010

Non vuole stare a casa da solo

Oggi rispondiamo a Alessandra che ci scrive perché due settimane fa ha adottato un cane dal canile: un meticcio di un anno, molto affettuoso ed intelligente. Con il nuovo arrivato va tutto bene, l'unico problema è che non riescono a lasciarlo a casa solo. Risponde Daniela Lisi, educatrice cinofila:
"Cara Alessandra, questo è un disagio che a mio parere si verifica perché il cane si trova in un ambiente nuovo che non sconosce e forse è anche probabile che tema l'abbandono.
Tieni conto del fatto che il piccolo ha vissuto in un canile insieme a tanti altri cani, vedendo sempre gente, ha vissuto una vita differente da quella che gli state proponendo ora. Tutto è una novità, soprattutto l'ambiente in cui vivete.
Occorre ovviamente avere un po' di pazienza e dargli il tempo di capire che ormai ha una nuova casa e una nuova famiglia che gli vuole bene e che non lo abbandonerà più.
Per fargli capire questo occorre fare alcune cose:
Quando siete in casa tranquilli, uscite tutti per una decina di minuti e poi rientrate, al vostro rientro fategli un sacco di feste e dategli i bocconcini più buoni che avete! Il giorno dopo uscite per 15 minuti e così via per le volte successive: 30 minuti, poi 40 etc…
Quando avete la sensazione che il cane non soffra più la vostra assenza, ogni volta, prima di uscire di casa per un lungo tempo, gli lasciate il nostro fedele amico KONG. Vedrete che per un paio d'ore il cane sarà impegnato e si dimenticherà della vostra assenza.
Tenetemi aggiornata!"

11.11.2010

Nuove tutele contro i maltrattamenti

Chi uccide un animale va in carcere da quattro mesi a due anni. Chi li maltratta rischia la reclusione va da 3 a 18 mesi o la multa da 5.000 a 30.000 euro: è quanto prevede la ratifica della convenzione Ue per la protezione degli animali da compagnia definitivamente approvata dalla Camera.
Ma non è tutto: Il testo introduce anche il traffico illecito di animali da compagnia. La disposizione sanziona con la reclusione da 3 mesi a un anno, e con la multa da 3.000 a 15.000 euro chiunque, al fine di procurare a sè o ad altri un profitto introduce in Italia animali da compagnia privi di certificazioni sanitarie e di sistemi di identificazione individuale e una volta introdotti nel territorio nazionale, li trasporta, cede o riceve. La pena è aumentata se gli animali hanno un'età inferiore a 8 settimane o provengono da zone sottoposte a misure restrittive di polizia veterinaria. In caso di condanna viene prevista la confisca dell'animale, che sarà affidato alle associazioni di protezione, e la sospensione da tre mesi a tre anni dell'attività di trasporto, di commercio o di allevamento degli animali di chi ha cooperato al maltrattamento con, in caso di recidiva, l'interdizione dall'esercizio delle attività medesime. Questa previsione è riferita in particolare a chi importa dall'estero animali da combattimento.
Finalmente qualcosa si muove. Ed è tutto.

10.11.2010

Accordo prematrimoniale per gli animali di casa

Una bella Novità: arriva l'accordo prematrimoniale per gli animali di casa: si tratta di un nuovo servizio legale dell'Aidaa riservato alle coppie che intendono sposarsi o andare a convivere e che posseggono animali in condivisione. A presentarci il progetto Lorenzo Croce, presidente dell'Aidaa
"Nasce l'accordo prematrimoniale sugli animali di casa, rivolto a tutte le
coppie che intendono sposarsi o convivere. Si tratta di un nuovo servizio
legale dell'associazione italiana a difesa degli animali e dell'ambiente Aidaa.
E' già possibile scrivere per chiedere assistenza all'indirizzo di posta
elettronica “sportelloanimali@libero.it”, dal 15 novembre i nostri legali
gestiranno le intenzioni presenti e future degli sposi riguardo i propri
animali domestici. Spesso la separazione porta a delle conflittualità accese in
merito alla gestione degli animali, non sono mancati casi di rapimenti e
denunce, e alcuni animali sono stati addirittura utilizzati come mezzo di
ricatto del patner. L'accordo permetterà finalmente di tutelare il cucciolo, e
metterà fine a lunghi litigi legali.
Le coppie saranno assistite da un legale nella stesura di un vero e proprio
contratto, che avrà valore di scrittura privata e varrà in caso di separazione
o di non rispetto dei termini in esso contenuti.
Dall'inizio del 2010 sono state 2.300 le famiglie e i coniugi divorziati che
si sono rivolti ad Aidaa per avere consulenze sulla proprietà degli animali
domestici: 1342 casi di cani, 540 di gatti, e le rimanenti richieste
riguardavano furetti, pappagalli e pesci tropicali."


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.