**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.10.2010

I cani: salvavita in Afghanistan

Le Ied, le bombe “artigianali”, sono le armi più temute dalle forze alleate in Afghanistan. Per aggirare la minaccia il Pentagono ha avuto, dal 2004, finanziamenti record: quasi 17 miliardi di dollari. Denaro con il quale sono stati finanziati programmi avanzati. Ma alla fine, per stessa ammissione degli ufficiali, la miglior risposta sono le unità cinofile. Pensate che usando gli apparati tecnologici, gli artificieri sono in grado di scoprire il 50 per cento degli ordigni. Se fanno intervenire i cani la percentuale sale all'80 per cento. Una capacità che li rende quanto mai preziosi.Il Pentagono, infatti, ha investito molto sulle unità cinofile ed oggi può contare su oltre 3000 animali, alcuni dei quali sono considerati dei “veterani” essendo stati schierati più di una volta sul fronte di guerra. Molti sono caduti al fianco dei loro istruttori, tanti hanno salvato le vite dei militari. E non sono pochi i cani che hanno riportato ferite terribili o hanno sofferto lo stress da combattimento. Un sacrificio che alcune associazioni vorrebbero vedere riconosciuto in modo ufficiale con la costruzione di un monumento e il conferimento di medaglie al valore. Cosa già fatta dagli inglesi che hanno assegnato un'onorificenza a Treo, un labrador anti-bomba impiegato in Afghanistan. E' possibile che il numero delle unità cinofile sia destinato a crescere vista l'intensificazione degli agguati terroristici condotti con le Ied. E con questo omaggio ai nostri eroi è tutto per oggi.

27.10.2010

Bimbi e cani

Sta ringhiando o sorridendo? Per una persona adulta la distinzione è facile ma per i bambini non è così, e purtroppo non è raro che restino vittime del morso di qualche cane. Secondo alcuni dati presentati di recente a Londra alla World Safety Conference, pare addirittura che circa la metà dei bambini venga morsa da un cane in qualche momento della propria infanzia, complice la difficoltà proprio nel distinguere i versi amichevoli da quelli aggressivi.
In particolare, i più a rischio sono i bimbi sotto i 7 anni, ovvero quelli che hanno più difficoltà ad interpretare correttamente i versi del cane. Per superare l'ostacolo gli studiosi britannici hanno pensato di sviluppare un dvd interattivo per insegnare già a bimbi di tre anni come leggere i segnali lanciati dai nostri amici a quattro zampe. Gli studi in cui è stato valutato come i bambini esaminano la faccia di un cane evidenziano una particolare attenzione a bocca e denti, cosa che spinge spesso i bimbi sotto i 5 anni, ad avvicinarsi per vedere più da vicino. Ma così i piccoli aumentano anche le probabilità di venire morsi in faccia o sul collo.
Questo dvd realizzato dai ricercatori inglesi chiamato, "Blue Dog", mostra scene in cui un cane può sentirsi spaventato e reagire in modo aggressivo. Giocando con questo dvd il bambino può quindi avere l'opportunità di distinguere tra comportamenti sicuri e non.
Per concludere: imparare a convivere con un cane e a capire le cose dalla sua prospettiva potrebbe essere sicuramente d'aiuto, risparmiando così a molti bimbi l'esperienza del morso, spesso purtroppo causa di paure difficili da eliminare anche da grandi.

26.10.2010

Nasce l'anagrafe felina

Novità nel mondo animale. Sul modello di quella canina, nasce l'anagrafe felina, una vera e propria banca dati informatizzata che registra i codici per l'identificazione dei gatti dotati di microchip. Morale: d' ora in poi chi iscriverà il proprio micio a questa anagrafe elettronica potrà ritrovarlo attraverso il microchip sottopelo. Bastano pochi minuti per rendere rintracciabile il gatto: non c'è bisogno di anestesia per inserirlo all'altezza del collo con una siringa.
I proprietari potranno rivolgersi ad un veterinario che aderisce all'anagrafe e accedere così alla registrazione online. È chiaro che chi ha già provveduto non deve ripetere l'operazione.
Il servizio è stato realizzato dall'associazione nazionale medici veterinari (Amvi). Rispetto a quella canina, l'anagrafe ha due differenze. Primo, si tratta di un registro nazionale, dove confluiranno automaticamente tutti i dati riversati dagli ambulatori o dai responsabili delle colonie feline. Secondo, è un servizio su base volontaria, dunque non c'è, come nel caso dei cani, nessun obbligo di renderli rintracciabili.
La schedatura comunque ha un costo che si aggira tra 20 e 40 euro. La categoria dei veterinari ha lasciato piena libertà nelle tariffe.
Per informazioni sull'anagrafe felina si può consultare il sito www.anagrafenazionalefelina.it.

25.10.2010

Ecco i più scatenati

Se decidiamo di ospitare un cane a casa nostra, dobbiamo naturalmente mettere in conto qualche piccolo incidente domestico, molto ben ricompensato dall'amore e dall'allegria che il nostro amico saprà regalarci. In Inghilterra le compagnie assicuratrici hanno voluto scoprire quali sono le razze più scatenate e quelle meno agitate, arrivando a definire una speciale classifica, non priva di sorprese. Ecco che se ci aspettiamo che l'alano grande e grosso si dimostri un piccolo terremoto casalingo ci stupiamo di trovare al secondo posto il piccolo chihuahua, che evidentemente compensa la piccola taglia con la sua vivacità.
Ma non è tutto, anche le ultime due posizioni ci sorprendono: accanto al carlino, infatti si trova il San Bernardo, che è si gigantesco ma anche molto attento e disciplinato.
In questo caso più che mai, le dimensioni sembrano davvero non contare
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.