**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.3.2010

Pasqua: menu senza uova da batteria e senza agnello

Per il menu di Pasqua la LAV propone le uova di galline libere e inoltre, in rispetto a questa Festa di Rinascita evitiamo di portare in tavola agnelli, capretti o altri animali: questo è l'invito che la LAV rivolge agli italiani,
Nei giorni che precedono la Pasqua, si verifica un forte incremento della macellazione di ovini e caprini, agnelli primi fra tutti. Secondo l'Istat, nel mese di aprile 2009, in cui si è celebrata la Pasqua, sono stati macellati 561.713 agnelli e 105.603 agnelloni. Il numero di capretti e caprettoni macellati nello stesso mese è stato di 69.583 animali, per un totale di 766.103 tra ovini e caprini.
“Pensiamo alla sofferenza di questi animali, trasportati e macellati per un consumo di cui non vi è alcuna reale necessità e che contraddittoriamente aumenta proprio durante le feste religiose di Pasqua e di Natale - dichiara Roberto Bennati, vicepresidente della LAV – Analogamente, possiamo evitare tante sofferenze a 39 milioni di galline ancora allevate nelle gabbie di batteria in Italia, preferendo sempre le uova di galline allevate in libertà in vendita nei supermercati: una scelta semplice, ma di rilevante importanza per il benessere di una grandissimo numero di animali.”
Per il pranzo di Pasqua la LAV vi suggerisce alcune gustose ricette che faranno bene agli animali, ma anche alla nostra salute e alle nostre tasche: i piatti ideati dalla LAV, sono pubblicati su www.cambiamenu.it

26.3.2010

L'educazione di fido a tavola

Giornata di mail che riguardano l'educazione dei vostri amici a 4 zampe.
Oggi rispondiamo a Serena che ci scrive disperata perché il suo meticcio di 5 anni di nome Shon disturba insistentemente a tavola all'ora dei pasti. Che possiamo fare? Risponde d. lisi educatrice cinofila
"Cara Serena... il tuo è un problema molto frequente a cui è possibile porre rimedio... spesso ci si fa commuovere dagli occhioni dolci dei nostri cani quando li accanto alla nostra seggiola ci guardano nella speranza che arrivi qualcosa di buono da mangiare... e come spesso accade impietositi allunghiamo qualcosa da mangiare... soprattutto se si tratta di cuccioli. In questo modo però diamo una cattiva abitudine al cane il quale imparerà che ogni volta che ci sediamo a tavola qualcosa riuscirà a scroccare di sicuro..
Ecco alcuni consigli che possono andar bene sia per chi vuole prevenire questo problema, sia per chi ahimé ci si trova già dentro:
- il cane deve capire come prima cosa che avvicinandosi al tavolo non avrà nulla in cambio. Quindi quello che devi fare è: ignorarlo, non parlargli e continuare a mangiare come se nulla fosse;
- se Shon inizia a disturbare, quindi ad abbaiare, a chiamarti con la zampina o con il muso, continua ad ignorarlo, senza farti impietosire mi raccomando!! la coerenza nell'educazione del nostro cane ripaga sempre.
- se quello di Shon però diventa un atteggiamento insistente e fastidioso, puoi provare a spostare il suo interesse dal cibo a te.. chiedendogli di fare qualcosa come magari sedersi o recuperare il suo gioco preferito... non è detto che preferisca interagire con te al cibo della tavola..;
- se ignorandolo e cercando di distrarlo continua ancora a dare fastidio... un'altra soluzione potrebbe essere quella di insegnargli a concentrarsi su altro mentre mangiate... magari dandogli un bell'osso di pelle di bufala oppure il mitico KONG.
In questo modo Shon dovrebbe associare il momento del vostro pasto ad un premio che avrà solo se starà buono e lontano dalla tavola."
Grazie come sempre a Daniela lisi, se avete domande sull'educazione del vostro amico: prontofido@prontofido.net

25.3.2010

Cane e gatto felici insieme

Il Professor Joseph Terkel dell'Università di Tel Aviv ha pubblicato i risultati di una ricerca su un campione di duecento persone che convivono con un cane e un gatto. Sembra incredibile ma questi sono i risultati: solo nel dieci per cento erano presenti situazioni apertamente conflittuali. In un quarto del campione cane e gatto si ignoravano, ma in tutti gli altri casi avevano stabilito una relazione amichevole. Il 65 per cento delle volte insomma, cane e gatto conviventi, si salutavano affettuosamente incontrandosi, mangiavano, giocavano e dormivano insieme.
Terkel sottolinea che cani e gatti, hanno molti segni di amicizia o ostilità opposti, tipo: il cane agita la coda in segno di amicizia, il gatto quando è nervoso. Il gatto evita di guardare quando minaccia, per il cane quello è un segno di sottomissione, eppure nelle convivenze quando un cane agita la coda il gatto va strusciarsi affettuosamente come se avesse imparato la lingua del cane.
Ma la coabitazione ha più change di successo se il gatto arriva in casa prima del cane. E questo anche perché la coabitazione con il genitore “umano” ha reso più infantili entrambi.

24.3.2010

La giusta alimentazione se fido arriva dal canile

Posta del veterinario: Sabina ci scrive: Circa un mese fa ho adottato presso un canile un breton femmina di circa 7-8 anni. Vorrei avere un parere obiettivo circa l'alimentazione;i negozi di articoli animali consigliano naturalmente crocchette ma tante persone dicono di variare l'alimentazione dando al cane anche dell'umido . Considerando che ora il suo peso è di circa 15 kg e che è stata operata da poco per un tumore cosa mi consiglia?
Risponde il dottor Minetti vice presidente dell'ANMVI LOMBARDIA e medico veterinario in viale monteceneri 64 a Milano. Buongiorno dottor Minetti
"Buongiorno, le dovrei rispondere in modo laconico che serve solo la consulenza di un veterinario.
Infatti l'alimentazione corretta e bilanciata deve essere valutata da chi cura l'animale, così come fa il medico con noi umani. Tutto ciò che lei dice è frutto non di conoscenza vera ma solo di sentito dire, di leggende metropolitane, di semplificazioni estreme, non certo corretto nè assoluto.
Non esiste un "meglio" che si adatta a tutti, e ciò che è meglio per alcuni può essere male per altri animali. Anche una dieta fresca casalinga ha eccellenti caratteristiche che per esempio non ha una dieta industriale, basta sia formulata bene; così una dieta industriale secca può dare disturbi o intolleranze al pari di quella umida, che differisce di ben poco se non in tenore di acqua e modo di preparazione industriale. Ciò che conta è che la dieta sia: bilanciata, digeribile, corretta in apporto calorico, formulata sulla base delle esigenze del singolo soggetto.
Per questo motivo esistono decine di diverse formulazioni in commercio, moltissime assolutamente sovrapponibili fra loro ma moltissime invece dedicate sia a fasce precise di età, sia a problemi clinici, sia a vere malattie intercorrenti.
L'unica dieta sbagliata è quella non dedicata al soggetto singolo
Spero di averla convinta a parlarne con il suo veterinario curante e qualora non avesse piena soddisfazione ad ogni domanda può rivolgersi ad altri colleghi."


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.