**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

10.2.2010

L'alimentazione del "vecchietto"

Settimana scorsa Qui al Magazine degli Animali abbiamo presentato il decalogo dell'alimentazione del cane. Oggi vogliamo dare qualche consiglio a chi
Come me convive con un vecchietto. La parola al dott. Emanuele Minetti
Veterinario in Milano e vice presidente dell'ANMVI Lombardia. Buongiorno dr. Minetti.
"Ogni età ha le sue esigenze e le sue peculiarità.
Così come i cuccioli necessitano di una alimentazione specifica anche i cani mediamente sopra i 7-8 anni devono essere alimentati in maniera appropriata.
Lasciando da parte i singoli casi, in cui magari sono presenti alterazioni dello stato di salute, si può genericamente sostenere che poichè "si è ciò che si mangia" è bene porre molta attenzione all'aspetto alimentare quando l'età diventa avanzata.
Infatti l'organismo necessita di diverse percentuali di nutrienti ma soprattutto necessita di integrazioni specifiche.
Quindi per esempio le proteine devono essere percentualmente più basse e selezionate ed i cosidetti antiossidanti ben presenti ed in forma biodisponibile.
Cane e gatto ovviamente sono fra loro molto diversi anche nell'alimentazione quotidiana e la formulazione degli alimenti per animali anziani rispecchia fedelmente i loro fabbisogni.
L'aspetto più importante però l'alimentazione lo svolge nella prevenzione dei danni derivanti dall'età: per esempio le malattie degenerative dello scheletro come l'artrosi nel cane o l'insufficienza renale cronica nel gatto.
L'unico modo per non sbagliare strada è affidarsi al proprio veterinario chiedendo sia di fare regolarmente esami di laboratorio sia di modificare la dieta in base allo stato clinico dell'animale.
Il consiglio quindi ancor una volta è quello di cercare sempre di optare per una dieta fortemente personalizzata, un vero "abito su misura", affinche la maturità ed ancor di più la vecchiaia abbiano una qualità di vita buona.
Solo lavorando oggi per domani ciò si potrà garantire, e solo con la consulenza del vostro veterinario curante.
La prossima settimana parleremo della nuova "Stagione della Prevenzione 2010", che inizierà proprio il 1 di marzo per terminare il 31: e la prevenzione non solo tratta di malattie ma anche molto di igiene di vita ed alimentazione".
Per chiedere consigli al dottor Minetti scrivete a www.prontofido.net la pagina del veterinario. E' tutto.

9.2.2010

La coppia si separa..... e gli animali di casa?

I nostri amici a 4 zampe quando vivono in casa sono spesso amati e coccolati.
Ma c'è un problema: quando una coppia si separa il cane o il gatto a chi deve essere affidato?
L'AIDAA ha organizzato un corso apposito, ce lo presenta Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA.
Buongiorno loredana
In italia il 10% delle famiglie che ogni anno si separano hanno problemi con la gestione degli animali di casa. Parlando di numeri sono circa 20.000 gli animali domestici che ogni anno entrano nelle cause di separazione di oltre 17.000 coppie che scoppiano. Lo scorso anno noi di aidaa attraverso il tribunale degli animali abbiamo dato corso a 6.000 richieste di consulenze per aiutare le coppie a capire a chi sarebbe spettata la gestione dell'animale domestico dopo la separazione. In particolare si tratta di circa 14.000 cani e 4.000 gatti che devono trovare la nuova collocazione senza contare pappagalli, criceti e pesci rossi. Da qui l'idea di un corso per insegnare alle coppie che si stanno separando a gestire in maniera comune l'animale domestico. Il corso on line e completamente gratuito partirà il prossimo 22 febbraio ed è aperto ad un centinaio di coppie, nel corso si insegnerà a gestire in maniera comune l'animale domestico, ma anche a trovare una soluzione finale sulla destinazione di fido o micio tenendo conto non solo di quanto dice la legge ma soprattutto del benessere dell'animale. Per iscriversi è sufficiente inviare una mail a liceodeglianimali@libero.it
Grazie Lorenzo. È tutto per oggi


8.2.2010

Vivisezione: il perno della ricerca scientifica

“La crudeltà contro gli animali è un apprendistato della crudeltà contro gli uomini” scriveva Ovidio.
“Vivisezione, nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni” scriveva invece Albert Einstein.
Ma il pensiero di Ovidio ed Einstein non sembra aver cambiato l'Europa: la sperimentazione animale è ancora oggi il perno della ricerca scientifica. Ogni anno nei laboratori dell'Unione europea, si compiono esperimenti su oltre 12 milioni di animali.
Lo scontro fra animalisti e ricercatori ruota su due domande: è giusto, eticamente far soffrire un essere capace di soffrire? E quanto questa sofferenza può essere giustificata dalla sua utilità scientifica? Una prima risposta è arrivata da Bruxelles con il bando dei test nel campo dei cosmetici.
Ma l'Unione Europea ammette che è impossibile vietare completamente l'uso di animali nelle prove di innocuità o nella ricerca biomedica e gli animalisti puntano il dito contro le “lobbies farmaceutiche”.
In conclusione: gli animali dovrebbero essere usati nella ricerca medica quando è inevitabile e quando non sono disponibili validi metodi alternativi, ma rimpiazzarli nei laboratori sarà un processo lungo e difficile.
Noi intanto vi teniamo informati e speriamo con tutto il cuore che quel momento sia vicino.

5.2.2010

Quando e' solo

Avete un cane che rimane solo molte ore e, magari siete proprietari di un bel giardino? Allora vi consiglio di ascoltare la risposta di Daniela Lisi alla mail di Raffaella che ha un bel Retriver di 3 anni che vive in giardino mentre lei è al lavoro.
Daniela Lisi a te il microfono
Cara raffaella, capisco il tuo problema. Purtroppo la maggior parte delle persone riesce a passare poco tempo con il proprio amico a 4 zampe. Ci sono spesso cani che rimangono soli per diverse ore ed annoiandosi aguzzano l'ingegno per inventare cose nuove da fare....spesso però queste nuove idee non coincidono proprio con le nostre....quindi quelli che sto per darti sono consigli che renderanno felice e meno annoiato il tuo cane:
-   esistono dei giochi molto carini, sono quelle palle o cubi in plastica o legno o stoffa che hanno delle fessure nelle quali poter infilare dei bocconcini che il cane dovrà cercare di tirare fuori... il bello sta nel doversi ingegnare per recuperare gli ambiti premi;
-   un altro gioco può essere il famoso kong di cui sempre parlo. Spalmi una bella sottiletta su tutte le pareti, lo riempi di bocconcini o carne trita e lo metti in freezer per un'oretta, così per un pò sarà impegnato nel disperato tentativo di svuotare il kong il prima possibile... cosa molto difficile visto che avendolo messo in freezer ci metterà il doppio del tempo

ma non è finita qui.... perché è possibile rendere ancora più interessanti tutti questi giochi nascondendoli in giro per il giardino e sempre in posti diversi! Magari per le prime 2 volte fai in modo che il cane ti veda e poi per le volte successive rendi ancora più difficile la cosa non facendoti vedere.
Un altro bel modo per fargli passare il tempo è quello di creare delle piste con dei bocconcini che portano ad un gioco che hai precedentemente nascosto. Questo serve al cane per usare e sviluppare l'olfatto ma anche per aumentare la sua capacità di ragionare. Una grande gratificazione secondo me sta anche nel cercare e trovare qualcosa usando il proprio istinto.
Preso nota? Se avete delle domande per Daniela Lisi scrivete a prontofido@prontofido.net

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.