**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

3.12.2009

India: no animali in cattivita'

L'India si batte a favore degli animali in cattività: infatti l'Autorità centrale dei giardini zoologici indiani ha vietato la detenzione degli elefanti.
E adesso l'Ente nazionale protezione animali (Enpa) si augura, insieme a tutti noi che amiamo gli animali, che l'Italia segua l'esempio e restituisca agli animali in cattività la loro dignità e il loro ambiente.
Ma non è tutto, questo provvedimento delle autorità indiane sottolinea l'incompatibilità per gli elefanti di condurre una vita decente in condizione di cattività e risulta "particolarmente importante" perché arriva direttamente dalla direzione degli zoo. E questa è un'autentica svolta nel settore che ora l'Enpa si augura venga seguita al più presto anche qui da noi in Italia.
"Questo provvedimento rivoluzionario - ha dichiarato il responsabile Ufficio cattività di Enpa - crea una situazione paradossale: l'India sta liberando gli elefanti dagli zoo per restituirli ai parchi naturali e l'Italia, con la scusa di presunti progetti conservazionistici, premia anche economicamente le strutture della cattività animale. L'unico modo per salvaguardare gli esemplari di una specie in via di estinzione, è di proteggerli all'interno del loro ambiente naturale, non di costringerli a riprodursi tra gabbie e recinti"

2.12.2009

A genova si agli animali in ospedale

Il San Martino di Genova apre le porte agli amici a quattro zampe. Proprio così, gli animali da compagnia potranno visitare i propri padroni ricoverati all'ospedale. Ma attenzione, il lasciapassare non riguarda proprio tutti: possono essere accolti cani, gatti e conigli, ma non gli uccellini e prevede una serie di adempimenti. Vi consiglio di prendere nota.
Per entrare in ospedale con "animali al seguito", infatti, occorre fare una richiesta al personale medico almeno 24 ore prima della visita. E tra gli altri documenti richiesti dalle autorità sanitarie è necessario l`assenso degli altri degenti alla visita, il libretto delle vaccinazioni, l`iscrizione all`anagrafe, un certificato di buona salute dell`animale redatto al massimo 15 giorni prima della visita e infine l`assicurazione per i cani. I possessori di un quattrozampe poi devono avere con se il guinzaglio e la museruola nonché, la paletta e i sacchetti o i telini monouso assorbenti.
L'iniziativa ha raccolto il plauso dell'Enpa che ha rilasciato questa dichiarazione: "Permettere che i quattrozampe facciano visita ai loro proprietari ricoverati presso gli ospedali è una decisione di gradissimo coraggio che avrà conseguenze importanti per la salute e il benessere dei pazienti. Sono infatti numerosi i degenti che soffrono, non soltanto per il disagio fisico della loro condizione di malati, ma anche per la separazione forzata dai loro animali".
Oggi abbiamo dato una bella notizia e con questo è tutto.

1.12.2009

Il bradipo e' lento ma la lumaca lo batte

Lo sappiamo: nel mondo animale la velocità è fondamentale. Ma non per tutti: prendiamo il bradipo per esempio, lui prende la vita con calma, molta calma, è lento quando mangia, quando cammina e anche quando gioca. Lui è talmente pigro che può addirittura capitargli di addormentarsi mentre sta facendo i bisognini, La sua andatura massima è di 160 metri all'ora.
Ma non è il più lento: lo batte la lumaca.
E l'essere umano in questa hit parade come si posiziona? La sua velocità a piedi è tra quella del maiale e quella del pollo. Solo gli atleti riescono a fermare il cronometro a 9 secondi e 77 centesimi sui 100 metri piani.
L'uomo se non si muove in auto, in aereo o in bicicletta è molto più lento del gatto domestico, che in accelerazione può raggiungere i 48 km/h.
Ma l'animale in assoluto più veloce è il ghepardo con i suoi 110 km/h.

30.11.2009

La truffa dei cani del camerun

Qui al Magazine degli Animali voglio parlare ancora dei cani provenienti dal Camerun. All'indirizzo prontofido@prontofido.net riceviamo continuamente mail di ascoltatori che segnalano truffe a proposito di cani ordinati on-line. Non fatelo. Il perché ce lo spiega ancora una volta Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA.
"Cuccioli di razza online a poco prezzo: attenzione agli annunci truffa. online, con l'avvicinarsi del Natale, si trovano annunci di vendita di cuccioli, provenienti o dal Camerun o dall'Est Europa, a prezzi irrisori. I truffatori pero', dopo aver incassato la quota per le spese di viaggio dell'animale, scompaiono senza lasciare traccia: un mercato questo, che frutta piu' di 3
milioni di euro. E che ad oggi ha visto oltre 5.000 persone vittime di queste truffe. Se proprio per Natale volete un adottatelo in uno dei 500 canili italiani dove 150.000 cani aspettano una nuova famiglia, se proprio non potete fare a meno di acquistarlo rivolgetevi almeno ad allevatori o negozi di provata fiducia, ma non comperate mai animali via web in quanto spesso si tratta di una truffa che serve a spillare soldi senza che mai il cane desiderato arrivi a destinazione".
Vi ricordo che se volete adottare un cane dal canile su prontofido.net trovate gli indirizzi dei canili nella vostra città. E' tutto


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.