**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

26.10.2009

Fido annusa lo zucchero nel sangue

Diabetici all'ascolto Udite Udite.
Un gruppo di ricercatori irlandesi ha scoperto che il cane, grazie al suo super olfatto, è in grado di controllare i livelli di zucchero nel sangue.
E' stato infatti accertato che i canidi non sono solo bravi a scovare droghe e persone sotto la neve, ma possono essere di valido aiuto nel campo medico.
Gli specialisti irlandesi coordinati dalla professoressa Deborah Wells, stanno approfondendo questi studi e stanno cercando di dimostrare con esperimenti scientifici, che i cani sono in grado di indicare con grande affidabilità, il pericoloso abbassamento di livello di zucchero nel sangue.
Se questa ricerca dimostrerà che i cani possono essere addestrati quindi a riconoscere e a reagire ai sintomi iniziali dell'ipoglicemia, i diabetici potranno avere accanto un amico fidato che oltre a condividere la loro vita, li aiuterà a vivere meglio la malattia.
Per approfondimenti www.prontofido.net au revoir.

23.10.2009

Cane vs gatto?

Appuntamento con le vostre mail inviate qui al Magazine degli animali all'indirizzo prontofido@prontofido.net
Oggi rispondiamo a Paola che ci scrive perché la sua cagnolona di 3 anni ha la brutta abitudine di correre dietro ai gatti., Lei ci domanda come deve comportarsi quando questo succede . La risposta a Daniela Lisi, educatrice cinofila:
"Cara paola, diciamo che spesso per molti cani più che un'abitudine è un istinto, per l'esattezza l'istinto predatorio.
Sono molti i cani che non riescono a trattenere la voglia di fiondarsi su quei poveri gattini che s'incontrano per strada... non è assolutamente un problema per il quale preoccuparsi però occorre prestare molta attenzione quando si è in strada per evitare che il nostro cane scappi ma anche per evitare che quel povero gattino faccia una brutta fine. Anche se c'è da dire che sono molti i cani che amano semplicemente rincorrerli e poi quando gli arrivano vicino non fanno nulla.
D'altronde sono anche moltissimi i cani che convivono con gatti.
I miei ad esempio vivono tranquillamente con un gatto ma quando vedono quelli estranei si divertono a rincorrerli senza però fare loro del male.
Quindi il mio consiglio paola è semplicemente di distrarre il cane: lo chiami con fare gioioso, ovviamente cambiando direzione e magari gli dai anche un bel bocconcini quando vedi che ti segue. Mi raccomando non sgridarlo mai!!!
Concludo dicendo che al contrario di quanto tanti pensano cane e gatto possono convivere tranquillamente."
Grazie Daniela, se avete domande o consigli sull'educazione del vostro cane prontofido@prontofido.net

22.10.2009

Salviamo i delfini!

La LAV ha rivolto il seguente appello all'ambasciatore del Giappone in Italia: “Salviamo i delfini dalla terribile mattanza compiuta ogni anno a Taiji", cittadina giapponese a circa 500 chilometri a Sud-Ovest di Tokyo, che si trova in corrispondenza di una delle grandi rotte di migrazione di questi meravigliosi cetacei.”
Ma non è tutto: sempre all'ambasciatore la Lav ha proposto di farsi portavoce presso il Governo Giapponese di quanto orrore provi la popolazione italiana nei confronti di questa strage che si ripete ogni anno e che mette ulteriormente a rischio questa specie, una specie, ricordiamolo, universalmente protetta perché considerata gravemente in via di estinzione.
La crudeltà di questa caccia è stata recentemente documentata anche dal film americano "The Cove", realizzato pensate con microfoni e telecamere subacquee camuffati da rocce, nella acque della piccola città giapponese dove i pescatori ogni anno uccidono più di 20mila delfini e balene.
Quasi il 65% dei delfini detenuti nei parchi divertimento proviene da catture in mare e quest'attività è praticata soprattutto in Giappone, dove si cacciano i cetacei sia per soddisfare le richieste dei delfinari ma anche per scopi alimentari.
Ma il Giappone non è il solo a compiere queste crudeltà, anche Senegal, Russia, Isole Solomon e Cuba sono alcuni dei paesi coinvolti nella cattura e nel traffico, spesso illegale, di questi meravigliosi mammiferi marini.
E con questo è tutto

21.10.2009

Hachiko: una vera e propria leggenda

C'è una statua a Shibuya in Giappone che è diventata un vero e proprio mito: è la statua di un cane, il suo nome è Hachiko! La sua è una storia tenerissima diventata film presentato proprio in questi giorni a Roma al Festival del Film, titolo: “Achiko a dog's story”, un film interpretato e prodotto da Richard Gere.
Questa è la storia (preparate i fazzoletti): Hachiko era nato nel novembre del 1923, fu adottato da cucciolo da un professore. Tutte le mattine Hachiko, accompagnava il Professore alla stazione di Shibuya. e alle 3 del pomeriggio era di nuovo lì per tornare a casa insieme.
Un giorno il professore ebbe un infarto mentre era all'università, e morì. Hachiko anche quel giorno si recò alla stazione, ma le 3 passarono e il professore non si vedeva. Hachiko aspettò ed aspettò ancora, poi tornò il giorno dopo e così fece per tutti i giorni seguenti.
Molte persone cominciarono a recarsi a Shibuya solo per vedere Hachiko, dargli da mangiare ed accarezzarlo, I mesi divennero anni, ma Hachiko continuava a recarsi alla stazione sempre puntuale, anche se ormai vecchio e sofferente. Fino a quando, una mattina, fu trovato morto nel solito posto. La sua morte venne riportata su tutti i giornali e venne addirittura indetto un giorno di lutto nazionale. Una statua in bronzo di Hachiko si può vedere ancora oggi fuori della stazione di Shibuya.
Non è tutto: le ossa di Hachiko sono sepolte nel cimitero di Aoyama, insieme a quelle del suo amato padrone.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.