**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.7.2009

I gatti non hanno padroni ma schiavi

C'è un detto che recita: «I cani hanno padroni, i gatti hanno degli schiavi». Che si sia d'accordo o meno, a confermare la teoria che vuole i felini come abili e sottili manipolatori degli umani che di loro si prendono cura vi è ora una ricerca britannica. Realizzata dalla University of Sussex e pubblicata sul giornale scientifico Current Biology, l'analisi ha svelato come gli amici gatti riescono effettivamente a sfruttarci e a farsi accontentare grazie a un “miao” tutto particolare.
E' infatti un modo speciale di fare le fusa, mescolato a un miagolio basso che in qualche modo ricorda il pianto di un neonato, l'arma segreta utilizzata dai gatti quando hanno bisogno di attirare la nostra attenzione per ottenere ciò che desiderano, e cioè cibo o una lettiera pulita. Infatti, a differenza del solito miagolare insistente, che spesso porta il padrone di casa infastidito ad allontanare il gatto dalla stanza, questo verso particolare è irritante ma al tempo stesso irresistibile, e non può essere ignorato.
Analizzando la reazione a diversi tipi di miagolio da parte dei partecipanti allo studio, la ricerca ha potuto stabilire che le fusa miste a tale tipo di pianto suscitano attenzione anche in quanti non hanno mai avuto un micio. E, sempre secondo lo studio inglese, infatti, sono emesse a una frequenza che agisce sul cervello dell'uomo e attiva l'istinto di protezione che normalmente entra in gioco quando dobbiamo prenderci cura dei bambini. In pratica, quando il micio emette questo verso, sentiamo la necessità impellente di accontentarlo purché smetta. Ed ecco spiegato perché al mattino, appena svegli, non c'è verso di riuscire ad andare in bagno o di farsi un caffè se prima non si è dato da mangiare al micio, che con il suo miagolio irresistibile e misterioso ci guida sapientemente verso la ciotola e la busta dei croccantini.

27.7.2009

Il "first dog" bo declama

«Siamo tutti un'unica specie, dal più piccolo chihuahua al più forte dei mastini». E' l'inno all'uguaglianza dell'ultimo arrivato di casa Obama, il cane Bo, attraverso le colonne del New York Times che celebra i primi cento giorni del cucciolo del presidente americano con un vero e proprio editoriale semi-ironico.E prosegue: «Ho provato a sperimentare quest'apertura anche vicino casa passando un po' più di tempo con il pastore tedesco del vicepresidente Joe Biden», scrive Ben Greenman immedesimandosi nel cane Bo che da aprile abita alla Casa Bianca. Uno scherzo con cui il Times ironizza sui grandi obiettivi fissati da Barack Obama per ridare speranza al popolo americano. Il «first pet» azzarda anche paragoni con i suoi predecessori e fa un parallelo tra lui e il cane di Franklin Delano Roosvelt, Fala, che catturò il cuore degli americani in tempo di guerra e che rimase famoso per le sue abitudini poco educate come inseguire le cagnette e mangiare dalla spazzatura presidenziale. «Non dovremmo mai smettere di aspirare alla perfezione», scrive il finto Bo parlando dei suoi miti del passato come Dash, il collie del presidente Benjamin Harrison, e imitando così le doti di leadership del suo più famoso padrone. «Entrando nei secondi 100 giorni della mia amministrazione sento l'orgoglio e il piacere di servire il popolo americano - conclude Bo - e per trovare il modo per fare di questa nazione e di questo pianeta un posto migliore per i nostri figli e i nostri nipoti».

24.7.2009

Cane coprofago

Oggi rispondiamo Daniela Lisi risponde alla sua omonima Daniela che è preoccupata perché da qualche tempo trova dei residui di pupù nella cuccia del suo cucciolo, vorrebbe sapere come poterlo evitare.
"C'è da dire che la coprofagia nei cuccioli è piuttosto frequente.. i motivi possono essere svariati, tra questi c'è la possibilità che il tuo cane lo faccia semplicemente perché si annoia... e cerca qualcosa da fare. Inizia col procurarti un kong per cuccioli da lasciargli ogni volta che esci di casa.
Oppure potrebbe farlo solo perché gli piace mangiarla. In questo caso esiste un prodotto studiato per questo problema che mischiato alla pappa rende le feci molto amare cosicché il cane quando andrà a mangiarle cambierà subito idea....
C'è anche la possibilità che il tuo cane cerchi di nasconderla per paura che lo sgridi.
È mai capitato che tu lo sgridassi per aver fatto pupù in casa senza però averlo colto sul fatto? Perché è una cosa da evitare assolutamente.
Comunque, in ogni caso la prima cosa che devi fare è procurarti il prodotto di cui parlavo che trovi tranquillamente in farmacia e nei grandi negozi di animali e la seconda è di sicuro comprare un kong.
Vedrai che in breve tempo il tuo cucciolo smetterà di mangiare e giocare con la sua pupù....
Tienimi aggiornata!"

23.7.2009

Nuova ordinanza del sottosegretario francesca martini

L'Ordinanza firmata lunedì scorso dal Sottosegretario alla Salute Francesca Martini blocca la possibilità di trasferimento e gestione dei cani attribuiti tramite regolare gara d'appalto a strutture incompatibili con il benessere degli animali.
In particolare il provvedimento dispone che i Comuni prevedano principi di prelazione a favore delle strutture che garantiscono maggiore tutela della salute e del benessere degli animali e che siano più vicine al luogo di rinvenimento dei cani. Le strutture non dovranno ospitare più di 200 animali e dovranno garantire l'apertura al pubblico almeno 2 giorni a settimana, di cui uno festivo o prefestivo, per almeno 4 ore al giorno e attività che aumentino l'adottabilità dei cani. E' prevista anche l'affissione presso l'albo pretorio o altri spazi pubblici di informazioni e foto dei cani adottabili e la pubblicazione sui siti web. I Sindaci dei Comuni di provenienza dei cani oltre ad effettuare verifiche periodiche (almeno una volta l'anno) sullo stato di salute e benessere dei propri animali dovranno darne comunicazione al Consiglio comunale anche nel Rendiconto della gestione.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.