**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

9.1.2009

Aiuto! a natale e' arrivato charlie

Oggi rispondiamo a Max, che ci chiede qualche consiglio per il suo Charlie. Meticcio di 2 mesi e mezzo che ha ricevuto in regalo per Natale. Poiché è il suo primo cane ci chiede: ogni quanto deve uscire per i suoi bisogni e quando bisogna dargli da mangiare.
Caro Max, le necessità di uscire e di mangiare di un cucciolo variano a seconda dell'età. A due mesi e mezzo charlie avrà di sicuro bisogno di uscire spesso a sporcare, direi dalle 5 alle 7 volte al giorno soprattutto per imparare a non farlo in casa. Poi quando sarà adulto basteranno 2/3 volte al giorno.
Ricordati che i momenti più importanti sono appena sveglio, dopo la pappa e dopo il gioco.
Quando Charlie sporca fuori premiarlo sempre con tante feste e se riesci anche con dei gustosi bocconcini. Se invece al contrario dovesse sporcare in casa ricordati di non sgridarlo, soprattutto se non lo cogli in fragrante. Quello che puoi fare invece, quando vedi che sta per farlo, è bloccarlo con un forte rumore e portarlo subito nella zona adatta ai suoi bisogni. Nel caso in cui sporcasse in casa ricordati di non pulire con prodotti a base di ammoniaca o candeggina perché richiamano l'odore delle deiezioni ed il cane tenderà a rifarlo sempre sullo stesso punto, pulisci invece con acqua e aceto per eliminare ogni odore.
In merito alla pappa di sicuro un cucciolo mangia in modo diverso da un cane adulto, dalle 3 alle 5 volte al giorno. Dipende molto dal cane, per cui ti consiglio di chiedere al tuo veterinario qual'è il numero di pasti più adatto a Charlie.
Per qualsiasi richiesta scrivetemi pure a prontofido@prontofido.net

8.1.2009

Le pecore hanno orecchio

Alcuni allevatori australiani sono certi di aver trovato il sistema giusto per migliorare la qualità della lana prodotta dalle loro pecore. Sapete come? Facendo loro ascoltare buona musica.
“La musica rende i nostri animali più tranquilli e meno stressati: in questo modo la qualità della lana è migliore” ha dichiarato il direttore di Australian wool Network, l'agenzia che vende la lana australiana.
Ma quale sarà la musica che le pecore amano ascoltare?
Sembra che i risultati migliori e quindi la lana migliore siano stati ottenuti facendo ascoltare agli animali le canzoni e le interpretazioni più famose di Andrea Bocelli.
Ci sorge una domanda: Bocelli sarà contento di essere così apprezzato da un pubblico che bela?

7.1.2009

Bonny: il gatto risorto

Avventura a lieto fine per il piccolo Bonny, un gatto tedesco che, non si sa come, è finito murato sotto il pavimento del bagno della casa adiacente a quella dove vive con i suoi padoni e Stadthgenm una piccola città della Bassa Sassonia, in Germania.
Ma vediamo come sono andate le cose: probabilmente per trovare un po' di scampo dal chiasso che gli operai stavano facendo mentre erano impegnati nella ristrutturazione dell'appartamento, il micio si è rifugiato sotto le piastrelle mentre si stava provedendo a piazzare le ultime mattonelle.
Per ben cinquanta giorni, Bonny è rimasto prigioniero là sotto, fino a quando il suo miagolio disperato non ha richiamato l'attenzione degli inquilini, i quali hanno chiamato i vigili del fuoco.
Quando finalmente è stato estratto il povero Bonny era provato, dimagrito di quattro chili ma, finalmente libero!
Vi ricordo il nostro indirizzo mail prontofido@prontofido.net

5.1.2009

Scende dall'aereo: non accettano la sua tartarughina

Piuttosto che abbandonare la sua tartarughina ha preferito rinunciare al volo. E' la tenera storia di un uomo salito su un volo diretto a Bari da Malpensa insieme al suo amato animale sistemato in un sacchetto trasparente con acqua sufficiente per il viaggio. L'aereo stava già rullando quando un'hostess si è accorta dell'intruso, ha fatto notare immediatamente che il regolamento non prevede il trasporto di tartarughine d'acqua, invitando a lasciare l'animale a terra. Lui ha replicato che se lìavesse lasciata a casa sarebbe morta di fame, ma il comandante dell'aereo, informato del fatto, è stato irremovibile: via la tartaruga o niente volo.
Il ragazzo non ci ha pensato un secondo e ha preso armi e bagagli ed è sceso sbattendo, anche se metaforicamente, la porta.
Per regolamento sui voli Easyjet non sono accettati animali vivi all'interno della cabina (ogni compagnia ha un proprio regolamento, alcune prevedono che possano viaggiare su ogni volo uno o due animali domestici previo ovviamente il pagamento di un supplemento).
Tornando alla nostra storia il volo è partito senza passeggero e tartaruga, con circa un'ora di ritardo. EasyJet confermando il fatto, specifica che è stata “data al passeggero la possibilità di volare senza l'animale o di rinunciare al volo: lui ha liberamente deciso di abbandonare il volo.
E noi del magazine degli animali siamo con lui e ci domandiamo: ma i regolamenti non sono scritti dall'uomo? E allora si possono cambiare.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.