**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

20.1.2009

Quando il compagno muore

Paolo ci ha scritto questa mail: "Ho un Beagle di circa 13 anni rimasto "orfano" del fratello da un mese; i due cani hanno vissuto insieme da sempre 24 ore su 24 tutti i giorni per più di 11 anni fino a quando il più giovane dei due è venuto a mancare in seguito ad una grave malformazione cardiaca.
Nel momento in cui il tredicenne si è ritrovato da solo, ho l'impressione che ne stia soffrendo parecchio, non so se della improvvisa solitudine alla quale non era abituato o proprio dell'assenza del fratello che adorava".
Per rispondere a questa domanda abbiamo in collegamento Sabrina Giussani Medico Veterinario Comportamentalista
"Il decesso del compagno di vita, soprattutto quando avviene all'improvviso e non è preceduto da
una lunga malattia, può portare il cane/ gatto a presentare sintomi di un disagio comportamentale.
L'animale, soprattutto se anziano, può legarsi ancor più al partner umano tanto da non riuscire a
rimanere solo, oppure isolarsi dal gruppo familiare. Il sonno è spesso perturbato: il cane/ gatto
dormono molto a lungo durante il giorno e la notte oppure hanno difficoltà ad addormentarsi e si
svegliano all'improvviso vocalizzando e vagando di stanza in stanza.
L'alterato equilibrio emozionale dell'animale provoca, quindi, la nascita di uno stato ansioso o
depressivo che deve essere curato. Per alleviare il dolore legato alla perdita è opportuno mostrare al cane/ gatto l'amico deceduto. Così facendo l'animale si renderà conto che qualche cosa è accaduto altrimenti potrebbe rimanere ad aspettare il compagno per lungo tempo avendolo visto uscire di casa ma non tornare. In seguito è opportuno aiutare il cane/ gatto utilizzando i feromoni di sintesi ed i nutraceutici (sostanze di tipo non farmacologico) e coinvolgendolo in tutte le attività preferite. Una visita comportamentale effettuata dal Medico Veterinario
consentirà di mettere in atto una terapia più mirata. L'adozione di un altro animale non è una buona soluzione sia per il cane/ gatto che per il proprietario. Infatti, entrambi hanno bisogno di tempo per elaborare il lutto ed accettare la perdita. L'arrivo di un nuovo individuo, spesso,
peggiora la situazione comportamentale del cane/ gatto, aggravandola."



19.1.2009

Animali preistorici ancora con noi

Grazie al DNA gli scienziati potrebbero far tornare in vita alcune specie estinte da migliaia di anni ricostruendo la loro sequenza genetica. La rivista britannica New Scientist ha pubblicato una speciale lista delle specie che con più probabilità gli scienziati riusciranno a ricreare.
In testa a questa speciale lista la tigre dai denti a sciabola, il dodo e anche il famoso Uomo di Neanderthal. Ma come si può arrivare a tanto? Per resuscitare le specie estinte gli scienziati dovrebbero riuscire a recuperare il DNA da un tessuto dell'animale e poi trovare una specie simile esistente al giorno d'oggi, nella quale impiantare l'embrione in cui è stato inserito il DNA ricostruito.
Facciamo un esempio: gli esseri umani sarebbero i candidati ideali per l'uomo di Neanderthal la cui sequenza del DNA sarà pubblicata quest'anno, mentre il leone potrebbe essere utilizzato per la tigre dai denti a sciabola. La difficoltà maggiore resta comunque quella di riuscire a recuperare un campione di DNA intatto.
Tra gli animali scomparsi da più tempo si trovano invece l'alce irlandese e il milodonte, un gigantesco animale simile ad un orso alto sei metri e dal peso di quattro tonnellate.

16.1.2009

Il cucciolo troppo solo

Oggi rispondiamo a Elisabetta che ci scrive perché da un mese è diventata padrona di un cucciolo di maltese di 2 mesi e mezzo ed ora si presenta il problema di lasciarlo a casa solo, perché sia lei che suo marito lavorano tutto il giorno. C'è chi le dice che il cane si abituerà a stare a casa solo 8/9 ore al giorno e chi invece le sconsiglia di farlo. Ci chiede chiarezza!
Cara Elisabetta, questi sono i classici problemi che nascono quando si decide di prendere un cane durante le feste natalizie senza porsi il problema di quello che succederà dopo… e questa è una cosa che personalmente mi fa arrabbiare molto.. perché non vi siete informati prima di prendere un cane?
Un cane adulto o cucciolo che sia non può restare a casa solo 8/9 ore al giorno o meglio… fisicamente può farlo ma questo comporterà delle conseguenze:

-   non sarà un cane felice perché non farà una vita da cane…
-   non sarà seguito a dovere e questo potrebbe creare dei problemi durante la crescita del cucciolo, problemi che poi si ripercuoteranno nel tempo;
-   imparerà mai a tenere la pipì per 9 ore? Non credo…
… etc..etc.. etc....
Ma il mio scopo è aiutarti quindi quello che vi consiglio di fare è:
-   portare fuori il cane ogni mattino per almeno 30 minuti facendolo giocare e socializzare con
-   altri cani;
-   trovare una dog sitter che a metà giornata vada a casa vostra per portare il cane a sporcare e a fare un'altra passeggiata di almeno mezz'ora
-   quando tornate la sera uscite ancora con il cane e fate un giretto;
-   in ultimo… comprate un bel kong! Ne avrete di sicuro bisogno perché un cane solo in casa per tutte quelle ore si annoia!


15.1.2009

Liberato astice di 140 anni

Il suo destino era di trascorrere gli ultimi giorni della sua vita imprigionato in un acquario o finire in pentola. Invece per l'astice centenario la sorte è cambiata ed è stato liberato da un blitz animalista che lo ha prelevato da un ristorante di pesce a New York.
Si tratta di un crostaceo gigante, per l'esattezza un astice americano l'Homarus americano, che rappresenta un vero record: 9 chili di peso e 140 anni di età. Era stato pescato alla fine di dicembre al largo delle coste canadesi ed immediatamente acquistato dal ristorante che, dopo averlo inserito nell'aquario, era diventato una vera e propria attrazione e I bambini amavano farsi fotografare accanto alla vasca.
Dopo due settimane, un gruppo di attivisti per la protezione degli animali, avvisati da un cliente, lo ha liberato ed ora potrà tornare nelle acque dell'Atlantico dopo aver rischiato di finire bollito in pentola.
Questo tipo di crostaceo ha una vita media di un centinaio d'anni, ma è molto raro trovare un esemplare più anziano. Il gruppo animalista Peta ha avuto parole di elogio per il ristorante perché ha accettato di liberarlo, permettendo al vecchio astice di godersi gli ultimi anni nuotando nel suo mare in pace e libertà.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.