**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

16.12.2008

Il delfino: un gran romanticone

I delfini sono belli da vedere e sono amici dell'uomo da sempre, ma adesso sappiamo che sono anche degli inguaribili romantici. Pensate che per conquistare una compagna si presentano all'appuntamento con un bouquet di alghe così come ha dimostrato una ricerca compiuta in Amazzonia da un'equipe britannica e pubblicata dalla rivista Nature.
Gli studiosi hanno scelto 6.000 gruppi di delfini che vicono nella foresta pluviale di Mamiraua, tra questi sono stati isolati 221 gruppi in cui almeno un esemplare portava in bocca una specie di mazzo di alghe o dei ramoscelli per persuadere la femmina all'accoppiamento.
Insomma a quanto pare i mammiferi marinai sono sempre più simili all'uomo. All'uomo galante però che ormai è invia di estinzione.


15.12.2008

Anche loro sono invidiosi

Anche i cani provano invidia. Un'equipe di ricercatori viennesi è riuscita a dimostrare che i cani sono in grado di provare questo sentimento, finora riscontrato soltanto negli esseri umani e nei primati, con un semplice esperimento. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista dell'Accademia americana delle Scienze, Pnas, ed ha avuto ampio spazio sulla stampa inglese.
Ecco come si è svolto il test: Gli studiosi hanno preso diverse coppie di cani alle quali hanno chiesto di «dare la zampa». Dapprima ambedue i cani venivano premiati con un pezzo di cibo dopo aver «stretto la mano» al ricercatore, poi soltanto uno riceveva il cibo e l'altro no. Quello che non veniva premiato, presto smetteva di dare la zampa ed era infastidito tutte le volte che invece al compagno veniva dato del cibo. In assenza del cane che continuava ad essere premiato però, il cane «invidioso» continuava a dare la zampa al ricercatore.

12.12.2008

Il cane giusto da adottare

Oggi rispondiamo a Rita che vorrebbe adottare un cane e ha bisogno del nostro aiuto. Non avendone mai avuto uno vuole sapere se potrebbe avere difficoltà con un cane di taglia media, quale razza potrebbe essere migliore per lei ed infine se prendere un cucciolo o un cane già adulto.
"Cara Rita, prima di tutto volevo dirti BRAVA! Purtroppo ci sono ancora molte persone che decidono di prendere un cane senza porsi alcuna domanda sulla gestione che comporta l'animale e molto spesso quando si parla di razze non ci si documenta su quale potrebbe essere quella giusta per noi.
La tua paura per la gestione di un cane di taglia media è del tutto normale ma non pensare che prenderne uno di taglia piccola sia differente , anzi a maggior ragione se hai intenzione di tenere il cane in giardino ti consiglio di prenderne uno di taglia media più in grado di affrontare l'inverno, nella maggior parte dei casi i cani di taglia piccola vengono tenuti in casa.
Per quanto riguarda la razza, come primo cane ti sconsiglio di prendere un husky, le razze siberiane sono molto forti ed occorre polso ed esperienza per educarli in modo corretto, quindi segui il tuo istinto e vai al canile di sicuro troverai il cane giusto per te. Quanto dice tuo marito in merito alle difficoltà per la gestione di un cane già adulto non è sempre corretto. Ci sono cani di canile adulti che obbediscono molto più di cani presi da cuccioli con i quali chi non ha esperienza può sbagliare nel l'approccio e commettere degli errori durante l'educazione del piccolo. Al canile con l'aiuto dei volontari che conoscono ogni cane potrai trovarne uno che rispecchia le tue esigenze.
In ogni caso nel frattempo informati il più possibile con libri e riviste sull'educazione del cane sia da adulto che da cucciolo in modo da non trovarti completamente impreparata. In entrambe i casi la cosa la cosa migliore fare sarebbe un corso di educazione di base durante il quale anche tu imparerai moltissimo.
Tienici informati!"

11.12.2008

Il traffico di animali e' reato

Il traffico di animali diventa reato e partendo da qui voglio sottolineare che, anche se il Natale è vicino, raccogliamo l'invito di G.Luca Felicetti presidente della LAV per contrastare il traffico illegale dei cuccioli dall'Est Europa sostenendo Forze di polizia, veterinari e associazioni. Evitiamo di acquistare cuccioli preferendo sempre l'adozione di un quattrozampe, peraltro gratuita, da un canile. Ce ne sono decine di migliaia che attendono una nuova famiglia, questo sarebbe per loro il più bel regalo di Natale”.
La tratta dei cuccioli coinvolge ogni anno migliaia di cani e gatti, provenienti dai Paesi dell'Est, in particolare da Ungheria, Slovacchia, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, sottoposti a infernali viaggi e imbottiti di farmaci per farli sembrare sani all'acquirente. La mortalità dei cuccioli nella fase che va dal trasporto ai primi mesi dopo l'arrivo in Italia raggiunge il 50%. La carenza di controlli sanitari e la violazione della normativa in materia di vaccinazione comportano elevati rischi sanitari per l'Italia. Il valore di mercato di un cucciolo importato dall'Est (soprattutto Carlini, Jack Russell, West Highland, ecc.) e spacciato per italiano falsificando i documenti può aumentare fino a 20 volte, con un giro d'affari annuo stimato in 300 milioni di euro.
Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.nonlosapevo.com
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.