**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

11.12.2008

Il traffico di animali e' reato

Il traffico di animali diventa reato e partendo da qui voglio sottolineare che, anche se il Natale è vicino, raccogliamo l'invito di G.Luca Felicetti presidente della LAV per contrastare il traffico illegale dei cuccioli dall'Est Europa sostenendo Forze di polizia, veterinari e associazioni. Evitiamo di acquistare cuccioli preferendo sempre l'adozione di un quattrozampe, peraltro gratuita, da un canile. Ce ne sono decine di migliaia che attendono una nuova famiglia, questo sarebbe per loro il più bel regalo di Natale”.
La tratta dei cuccioli coinvolge ogni anno migliaia di cani e gatti, provenienti dai Paesi dell'Est, in particolare da Ungheria, Slovacchia, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, sottoposti a infernali viaggi e imbottiti di farmaci per farli sembrare sani all'acquirente. La mortalità dei cuccioli nella fase che va dal trasporto ai primi mesi dopo l'arrivo in Italia raggiunge il 50%. La carenza di controlli sanitari e la violazione della normativa in materia di vaccinazione comportano elevati rischi sanitari per l'Italia. Il valore di mercato di un cucciolo importato dall'Est (soprattutto Carlini, Jack Russell, West Highland, ecc.) e spacciato per italiano falsificando i documenti può aumentare fino a 20 volte, con un giro d'affari annuo stimato in 300 milioni di euro.
Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.nonlosapevo.com

10.12.2008

Pronto chi abbaia?

Quando Chris Trott, del servizio di pronto intervento statunitense, ha risposto ad una delle tante chiamate che ogni giorno arrivano al suo telefono, non voleva crederci, invece di una chiamata come tante ha sentito abbaiare.
A telefonare infatti non era una persona bensì un pastore tedesco di nome Buddy. Buddy è infatti un cane appositamente addestrato per soccorrere il proprio padrone soggetto a crisi epilettiche. Buddy è stato educato da un'associazione per capire quando il suo amico umano sta per avere una crisi e quindi correre in suo soccorso.
Tutto poi è andato per il meglio: la polizia è riuscita a rintracciare l'abitazione, sfondare la porta e soccorrere l'uomo che dopo due giorni è tornato a casa, dal suo prezioso, grande amico Buddy.


9.12.2008

Perche' tutto questo?

Ultimamente a Milano, anche in zone centrali, si sono verificati episodi alquanto vergognosi. Grandi cani da combattimento vengono incoraggiati ad aggredire gatti e cani.
Abbiamo in collegamento Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA per spiegarci cosa dobbiamo fare se assistiamo o se siamo coinvolti in un episodio simile.
"Un nuovo importante e grave fenomeno che riguarda lo sfruttamento dei cani si sta sviluppando a Milano. Si tratta dell'utilizzo dei cani di razze aggressive che vengono scagliati contro le persone inermi e che sotto l'effetto e la paura di questi cani vengono poi rapinati. Ma purtroppo a questo fenomeno si accompagna quello delle scorribande di questi cani in centro a Milano, infatti i cani presumibilmente di proprietà dei punkabbestia di notte vengono lasciati liberi in
alcune vie centrali di Milano, gli stessi animali affamati, si riversano prevalentemente nottetempo
nelle proprietà private in cerca di cibo ed in particolare questi fenomeni ultimamente sono avvenute in pieno centro a Milano nella zona di Via Torino e delle vie limitrofe nel quadrilatero della Borsa. I cani di grossa taglia e affamati vagano nella notte alla ricerca di cibo, ma nel contempo uccidono i gatti che incontrano in quanto vedono nei felini dei potenziali avversari nella ricerca del cibo. AIDAA ha denunciato nel passato altre situazioni simili sia a Milano, dove storica fu la scomparsa della colonia fenina dell'ospedale Gaetano Pini, i cui gatti furono massacrati proprio da questi cani. Il fenomeno si è sviluppato però anche in altre parti d'Italia ed in particolare e Torino, Genova e Padova. Cosa fare in questo caso? Noi proponiamo la confisca degli animali e invitiamo i proprietari dei gatti uccisi a sporgere denuncia."

5.12.2008

Perche' scava il terreno?

Oggi rispondiamo a Cristian che ci chiede come mai il suo, Oliver, cagnolone meticcio di 4 anni ogni volta che fa pipì scava nel terreno.
"Caro Cristian quello che fa il tuo Oliver non è assolutamente strano, anzi, ci sono molti cani che emettono questo tipo di comportamento e c'è un perché! Prima di tutto occorre dire che l'olfatto è il senso maggiormente sviluppato ed utilizzato dai nostri cani, proprio per questo mediante l'olfatto i nostri amici capiscono tante cose dei loro simili.
Sui cuscinetti delle dita dei cani sono presenti delle ghiandole che secernono dei feromoni che permettono di lasciare messaggi olfattivi di tipo chimico destinati, appunto, ai loro simili.
Questo avviene anche mediante le loro deiezioni, infatti la carta d'identità dei nostri cani sta proprio all'interno della loro urina e delle loro feci. Ogni volta che Oliver annusa una pipì o le feci di un altro cane sta cercando di capire chi è passato di lì: se è un maschio o una femmina, se è un cucciolo o un adulto, se è un cane dominante o meno etc.. etc..
I nostri cani, quindi, per riconoscersi e lasciare messaggi olfattivi utilizzano le loro deiezioni e scavando a terra aggiungono informazioni al messaggio olfattivo lasciato per gli altri cani.
Quindi non preoccuparti! Oliver ha tutto sotto controllo!"

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.