**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

25.6.2008

Ancora una vittima delle spadare

Il WWF denuncia una nuova vittima delle spadare, uno strumento di pesca fuorilegge da molti anni.
E' successo a Cetraro, nell'alto Tirreno casentino e la vittima questa volta è un capodoglio che è rimasto letteralmente incaprettato dalle reti fuorilegge per giorni e giorni.
Le motovedette della Guardia di Finanza, delle Capitanerie di Porto e degli esperti del WWF lo stanno monitorando, ma la situazione al momento appare disperata.
Pensate che le vittime di questa pesca illegale non sono solo i cetacei, ma si contano che ogni anno solo in Italia vengano catturate con le reti a strascico più di 8.000 tartarughe.
Il WWF ha lanciato una petizione per chiedere al Ministero delle Politiche agricole e forestali un regolamento per garantire che i prodotti di pesca importati dall'UE provengano da attività lecite e sostenibili. Per firmare la petizione www.wwf.it
E se volete parlare con noi prontofido@prontofido.net

24.6.2008

Lettera al sindaco di roma

L'OIPA ha inviato un'importante lettera aperta al sindaco di Roma. E' una lettera dedicata ai cavalli delle carrozzelle romane. A parlarne abbiamo il presidente dell'OIPA Massimo Comparotto:
"La lettera aperta inviata al Sindaco di Roma parla delle botticelle, una pratica che al giorno d'oggi non ha più alcuna ragione d'essere in quanto noi tutti, turisti compresi, disponiamo dei più svariati mezzi di trasporto per muoverci ed ammirare Roma, senza che questo implichi lo sfruttamento di animali.
Le condizioni di lavoro di questi poveri cavalli sono al limite della sopportazione: ore di viaggio con poche soste e possibilità di rifocillarsi, percorsi in strade trafficatissime, caldo, rumori, caos, clacson, folle di persone, infine il morso al quale sembrano non abituarsi mai.
Le condizioni di 'vita' sono tali che i cavalli sono in uno stato di continuo stress e di vera e propria sofferenza.
Riteniamo che non sia giusto né degno di una società che ama chiamarsi 'civile', come la nostra, sottoporre animali delicati e vulnerabili quali sono i cavalli a questo stato di cose.
La sensibilità nei confronti del modo in cui trattiamo gli animali e la ferma condanna all'istituzione della botticella sono sentimenti sempre più diffusi tra l'opinione pubblica; soprattutto in seguito al gravissimo incidente avvenuto recentemente sul lungotevere in cui una botticella è stata travolta da un'auto uccidendo, dopo lunga agonia, il cavallo.
Un segnale di civiltà e una concreta soluzione al problema sarebbe la conversione dei vetturini alla professione di tassisti, un cambiamento per nulla complesso e che già in passato è stato portato avanti dalle associazioni animaliste riscontrando peraltro diverse adesioni da parte dei vetturini. Un sostegno da parte dell'Amministrazione sarebbe in questo senso risolutivo per affrontare con più risorse e mezzi una questione la cui soluzione è già stata individuata e attende solamente la fase operativa.
Le botticelle potrebbero tutt'al più sopravvivere solo là dove si delineano delle situazioni di lavoro più umane per i cavalli, quali per esempio nelle ville e nei parchi, in cui ombra, silenzio e relativa tranquillità garantiscono delle condizioni per lo meno accettabili."




23.6.2008

Lo sposo? e' un cane

Vi ricordate? Qualche tempo fa avevamo dato la notizia che in India era stato celebrato un matrimonio tra un cane ed un uomo, con lo scopo di far espiare al neo-marito la colpa di aver maltrattato cani in passato. Adesso sempre dall'India ci è arrivata una notizia analoga: è successo nello stato indiano del Jharkhand. Il matrimonio è stato celebrato tra un cane randagio e una bambina di sette anni.
Il motivo è davvero curioso: alla bambina sarebbe cresciuto in maniera anomala un dente e gli anziani del villaggio hanno attribuito questa strana crescita a delle imprecise forze malvagie.
Il matrimonio con un cane lì viene considerato un gesto di fortuna e prosperità.
Devo aggiungere comunque che questo strano matrimonio con un cane, lascerà la bambina di potersi sposare in futuro con un uomo e, per farlo non dovrà divorziare col quattrozampe. Auguri

20.6.2008

Quando incontriamo un cane sconosciuto

E' con noi Daniela Lisi, educatrice cinofila, che risponderà ad una mail inviata da un ascoltatore a prontofido@prontofido.net
"Oggi rispondiamo a Renzo che ci chiedeva come comportarsi quando incontra un cane che non conosce. Quello che dobbiamo fare è:

-   non muoverci mai in modo avventato per cercare di accarezzarlo, ma aspettare che sia il cane ad avvicinarsi a noi per annusarci e senza timore allunghiamo la nostra mano a palmo aperto rivolto verso l'alto per fargliela annusare. Mi raccomando, la mano deve stare sempre al di sotto del suo muso
-   non accarezzare mai il cane sopra la testa, perché per loro è una zona molto particolare, cerchiamo di farlo sul torace e sempre lentamente, però mi raccomando, sul fianco e non sulla groppa
-   è importantissimo non fissare mai il cane negli occhi perché vi ricordo che due cani che si fissano si stanno sfidando
-   infine, se vogliamo essere proprio perfetti nell'approccio, cerchiamo di non stargli mai di fronte ma di posizionarci sul lato che il cane in quel momento ci sta offrendo, che può essere quello destro o quello sinistro."


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.