**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

7.4.2008

Ecco gli animali dormiglioni

Visto che siamo nell'ora della siesta(o quasi) qui al Magazine oggi parliamo degli animali dormiglioni, ossia: ghiri, marmotte e pipistrelli che dormono anche per sei mesi di fila.
Il premio però per il sonno più originale spetta alle rondini che addirittura dormono in aria , mentre volano a diecimila metri di altezza. Mentre i capodogli sono capaci di fare dei sonnellini ristoratori a mille metri di profondità.
Il gatto di casa dorme per il 90% del tempo mentre il gatto randagio dorme ben poco visto che deve andare a caccia per mangiare.
Ma gli animali più dormiglioni in assoluto sono quelli che vanno in letargo, come pipistrelli, ghiri e marmotte che abbassano il consumo del motore per superare la brutta stagione. Si va dai 2-3 mesi nel Mediterraneo ai 6 mesi nel Nord Europa.
La luce poi conta moltissimo per gli uccelli che migrano a Nord per avere più ore di sole, più tempo per accudire i piccoli e quindi più possibilità di sopravvivenza.

4.4.2008

Lezione di comportamento: seduto!

E' venerdì. E come tutti i venerdi Daniela Lisi, Educatrice Cinofila di Prontofido è qui per una lezione al nostro amico: prendete nota si parla dell'ordine "SEDUTO".
“Come sempre muniamoci di bocconcini o del gioco preferito del nostro cane da usare come ricompensa.
Per il SEDUTO: cerchiamo di posizionarci davanti al cane, teniamo in mano il premio, lo avviciniamo al suo naso e spostiamo lentamente la mano verso la parte posteriore del cane il quale spinto dalla voglia di raggiungere il premio sposterà la testa indietro fino a dover per forza piegare le zampe posteriori mettendosi seduto. A quel punto premiamo e dopo un po' di volte che ripetiamo l'esercizio inseriamo la parola seduto nel momento in cui lo fa. Con il tempo dovremo riuscire a portare la mano chiusa a pugno al nostro petto chiedendo il seduto. A quel punto l'esercizio è perfetto.

3.4.2008

L'indimenticabile cita compie 76 anni

Il Magazine degli Animali oggi lo dedichiamo a Cita, proprio lei, l'inseparabile mascotte di Tarzan che in questi giorni compie 76 anni.
Pensate che Cita è entrata nel “Guinnes dei Primati” come il più vecchio primate vivente in cattività, cattività si fa per dire visto che vive in una casa di riposo per animali in California, dove dipinge, suona il piano, si rotola al sole e, non è uno scherzo, si prepara a scrivere la sua biografia che si intitolerà “Io, Cita” ed è il racconto dei suoi anni d'oro, quando era nel pieno della sua carriera.
Cita fu raccolta ancora neonata nell'aprile del 1932 nella jungla africana e qualche mese dopo ci fu il debutto nel cinema nel film “Tarzan e la sua compagna”. Pensate che da allora è comparsa in una cinquantina di film.
Oggi nel suo buen ritiro gioca, vede la tv, convive con gli altri animali, ed ama dipingere soprattutto usando il rosso intenso. I suoi quadri firmati con un'impronta sono venduti a 75 sterline l'uno, il cui ricavato viene finanziato il mantenimento della casa di riposo.

2.4.2008

Nuova strage per i cuccioli di foca

L'arrivo della primavera dovrebbe essere un inno alla gioia, purtroppo non è così per i cuccioli di foca.
Anche quest'anno in Canada si sta preparando una nuova strage per i bellissimi cuccioli, particolarmente ricercati dall'industria pellicciera per la speciale morbidezza e qualità del loro pellame.
Per fortuna si stanno mobilitando le associazioni animaliste di tutto il mondo, puntando il dito contro i metodi cruenti con cui avviene l'uccisione di questi indifesi animali. Pensate che per mantenere integro e lucido il loro mantello, non vengono colpiti con un'arma da fuoco, ma uccisi a colpi di bastone e spesso scuoiati ancora vivi.
Quest'anno saranno 275mila gli esemplari che saranno sacrificati all'industria della moda, 5mila in più rispetto al 2007.
Ricordiamo che negli ultimi anni le iniziative politiche nazionali ed internazionali per fermare questa crudele mattanza sono state numerose, adesso è il momento di realizzarle perché il massacro di questi cuccioli è inaccettabile e l'indignazione dell'opinione pubblica verso questo odioso commercio è inaccettabile.
GANDHI ha detto. “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali”
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.