**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

8.10.2015

Tartarughe luminose

Sembrano degli esseri magici, addirittura fatati. E poi quando vengono esposti alla luce blu, riflettono colori diversi: verde, rosso e arancio. Non sto parlando di un film di fantascienza ma di tartarughe, tartarughe particolari che vivono vicino alle Isole Salomone, nell'Oceano Pacifico.
Sappiamo che esistono coralli e altre creature biofluorescenti, ma secondo il National Geographic questo potrebbe essere il primo rettile in grado di emettere una luce, non semplicemente di rifletterla, infatti hanno la caratteristica di assorbire la luce UV e di riemetterla attraverso colori diversi. Da non confondere con la bioluminescenza di alcuni animali, cioè la capacità di emettere una luce dall'interno del corpo o attraverso dei batteri.
Scoperta da David Gruber, biologo ed esploratore della City University di New York, questa tartaruga è stata immortalata da una speciale macchina fotografica.
Secondo Gruber il rosso delle tartarughe potrebbe essere causato dalle alghe che crescono sul loro guscio, forse un modo per camuffarsi dai predatori. Adesso i ricercatori vogliono capire se anche le tartarughe di altri habitat sono dotate dalle stesse caratteristiche e come riescono ad emettere luce da un punto di vista chimico.
Se volete vedere questa meraviglia della natura www.prontofido.net

7.10.2015

Torino apre i cimiteri ai quattrozampe

Come sappiamo in Italia la maggior parte dei cimiteri sono chiusi agli animali domestici, ma adesso c'è una novità: Il Consiglio comunale di Torino ha deciso che i cittadini avranno “la facoltà di accedere a tutti i cimiteri cittadini accompagnati dal proprio cane o da altri piccoli animali da compagnia”. Questo fatto salvo l'obbligo di utilizzare guinzagli per i cani (con museruola per quelli di grande taglia) e gli appositi contenitori per il trasporto di felini o altri animali da compagnia di piccola taglia.
Inoltre, i conduttori degli animali dovranno vigilare sul comportamento degli stessi ed evitare la deposizione di bisognini, rimuovendole immediatamente (sono previste eccezione per particolari categorie di cittadini quali non vedenti, ipovedenti, con gravi difficoltà motorie o diversa abilità).
La delibera approvata in aula, fa riferimento all'accordo tra Associazione dei Comuni (Anci) e Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente (Fiadaa), che ha visto l'impegno a promuovere l'accesso degli animali da compagnia in tutti i luoghi pubblici o aperti al pubblico, “tenendo conto del fatto che molti cittadini considerano i propri animali d'affezione come componenti a pieno titolo della famiglia”.
E le altre città?

6.10.2015

Stop prodotti derivati dalle foche

Il Parlamento europeo ha approvato un testo che rafforza il divieto europeo sul commercio dei prodotti derivati dalle foche. Ricordo che nel 2009 l'UE ha vietato i cappotti di pelle di foca, i guanti, le borse o la carne con due eccezioni: una per i prodotti della caccia praticata dalle tribù indigene e l'altra per la piccola caccia che garantisce la “gestione delle risorse marine” sostenibile.
Il divieto però è stato contestato dal Canada e dalla Norvegia. Nel giugno 2014, la sentenza ha stabilito che il divieto potrebbe essere giustificato sul piano morale rispetto al benessere delle foche, ma è necessaria maggiore chiarezza sulle eccezioni.
Secondo le modifiche, già concordate con i governi europei, alle tribù indigene continuerà a essere consentito di vendere prodotti derivati dalle foche nell'Unione europea, ma solo se i loro metodi di caccia tengono conto del benessere degli animali, rappresentano una parte della loro tradizione e contribuiscono alla sussistenza. Il Parlamento ritiene che questo potrebbe aiutare a contrastare le incomprensioni legati alla caccia alle foche condotte dagli Inuit e dalle altre popolazioni indigene. Inoltre, la Commissione dovrà pronunciarsi entro la fine del 2019 sull'applicazione delle nuove norme, con particolare attenzione al loro impatto sulla comunità Inuit

5.10.2015

Adottare prima dei due mesi

"Salve dott.Minetti sto adottando un cucciolo di beagle. Vorrei sapere se è possibile prendere il cane prima della scadenza dei normali due mesi visto che è già svezzato, sono un pò titubante,perchè so che il cane deve ancora ricevere quelle conoscenze che serviranno allo sviluppo psicologico del cucciolo.Che cosa mi consiglia?
Grazie per la risposta,cordiali saluti, Andrea". Risponde il dottore Emanuele Minetti Medico veterinario a Milan
Buongiorno, è assolutamente necessario che la mamma trasmetta le conoscenze di base al cucciolo e per fare questo sono necessari almeno due mesi dalla nascita.
Ma perchè ciò avvenga la mamma deve rimanere con i cuccioli per qualche ora durante la giornata ed anche durante la notte.
Separare definitivamente mamma e cuccioli allo svezzamento per comodità o per motivi commerciali (cioè intorno al primo mese) comporta la nascita di un profondo disagio nei cuccioli, e la mancata acquisizione delle nozioni base, che i cani si porteranno dietro per tutta la vita, con possibile diminuzione del loro benessere da adulti nonchè difficoltà di gestione per i loro futuri padroni.
Noi medici veterinari verifichaimo purtroppo giornalmente questi problemi, in particolari sui cani che vengono irregolarmente importati dai paesi dell'Est Europa - soprattutto - in genere staccati dalla mamma prestissimo ed ammassati in situazioni davvero esecrabili.
Consiglio al Sig. Andrea di andare di persona a verificare come avviene la gestione della cucciolata in allevamento per raccogliere maggiori informazioni.
A presto".













o.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.